GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Una lunga notte in compagnia di Crown of the Ivory King
F.E.A.R. 3 > Recensione
7 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

F.E.A.R. 3 - Recensione

Inviato il da Enrico Spadavecchia
A circa due anni dall’uscita di Project Origin, si torna finalmente a parlare delle vicende di Alma e della squadra First Encounter Assault Recon, per gli amici F.E.A.R. Acronimi pretestuosi a parte, la serie ha sempre affascinato i videogiocatori in cerca di first person shooter atipici e gli amanti del genere horror. Affidato agli sviluppatori del team Day 1 Studios, già responsabili del porting per console del primo capitolo della saga, F.3.A.R. riesce ad essere un discreto sequel, nonostante si discosti sempre più dall’impronta horror dei suoi predecessori.
 
"mamma, esco"
Nove mesi sono trascorsi dallo scontro fra Point Man (finalmente scrollatosi di dosso la scomoda traduzione in “Apripista”) e Paxton Fettel, nonchè dalle vicende parallele di Michael Beckett, che rincontreremo in un ruolo tutto particolare. Point Man è ora prigioniero di Armacham, la cui missione è insabbiare le prove dell’accaduto. Grazie all’aiuto del fantasma di Fettel, riusciremo ad evadere dalla prigione per incontrare la nostra vecchia conoscenza Sun-Kwon, ultimo membro sopravvissuto della squadra F.E.A.R. Partiremo quindi alla ricerca di Alma, seppur con intenzioni diverse rispetto a quelle di Fettel. La trama resta, come accadeva per i primi due capitoli della saga, punto focale dell’esperienza di gioco e, seppur lineare come negli altri episodi, si dimostra più che valida, grazie anche alla consulenza di nomi illustri quali John Carpenter (Halloween, La Cosa) e Steve Niles (30 giorni di buio) nella realizzazione di intermezzi e cutscenes.
Fenomeni paranormali, sparatorie, mecha e calci volanti nelle gengive
F.E.A.R. 3 - recensione - PC Si torna ad impersonare il supersoldato Point Man, più silenzioso e turbato del solito e accompagnato dalle continue apparizioni del fantasma del fratello Fettel, che talvolta ci salverà da morte certa nelle situazioni più difficili. L’apparizione di Fettel, oltre ad alimentare la spettacolarità dell’azione e degli intermezzi, si dimostra un geniale espediente per stemperare quel clima di assurdità dato dall’affrontare da soli interi eserciti. Il gameplay resta pressoché invariato rispetto ai precedenti capitoli della serie, anche se è d’obbligo accennare ad alcune migliorie, come la presenza di un sistema di copertura perfezionato e molto funzionale, oltre che all’aggiunta di un discreto numero di achievements in grado di potenziare il nostro personaggio se accumulati a sufficienza. A favorire l’esplorazione, oltre che all’ottimo level design, concorre la presenza di oggetti disseminati per le aree di gioco, come le bambole di Alma in grado di accrescere il punteggio del giocatore e aiutarlo a salire più velocemente di livello. All’avanzamento di livello, il nostro alter ego guadagnerà bonus di varia natura, dall’aumento dei punti ferita all’aumento della durata del bullet time, nel caso in cui impersoneremo Point Man.

Sebbene le scene di pura tensione siano diminuite rispetto ai precedenti capitoli, in favore delle sezioni di pura azione, F.3.A.R. riesce ad offrire molto spesso un’ambientazione distorta alquanto originale. In altri frangenti, per fortuna molto rari, il team di sviluppo mostra l’intenzione di avvicinarsi sempre di più alle produzioni più canoniche e commerciali, al punto d'avere l’impressione di giocare l’ennesimo clone di call of duty, cosa che potrebbe lasciare basita un’importante fetta degli affezionati della serie.
Le armi a disposizione restano più o meno le stesse viste in F.E.A.R. 2, con qualche aggiunta poco significativa, e godono di una discreta varietà (se qualcuno se lo stesse chiedendo: è ancora presente l’HW Penetrator, punta di diamante dell’arsenale dei precedenti capitoli). I numerosissimi scontri a fuoco, che occupano gran parte dell’esperienza di gioco, sono ben congegnati e molto spesso rappresentano un ottimo grado di sfida, che spingerà il giocatore, dopo l’ennesimo tentativo andato a vuoto, all’utilizzo in sequenza di armi differenti, granate e attacchi corpo a corpo. Nel corso della campagna single player sarà anche possibile pilotare gli esoscheletri dell’Armacham, già visti nei precedenti capitoli. Questi veri e propri mecha offrono quindi una feature che ha l'intenzione di incrementare la spettacolarità del titolo, ma che finisce per essere un’ulteriore presa di distanza dal genere survival horror al quale F.3.A.R. dovrebbe appartenere.

La longevità del titolo -si parla di 8-10 ore di gioco per completare la campagna in singolo- si attesta su valori accettabili, ma cresce esponenzialmente qualora si voglia completare tutte le sfide in multiplayer. A tal proposito, una trovata decisamente azzeccata è quella di rendere la campagna in singolo rigiocabile impersonando il “fratello cattivo” Fettel, stravolgendo totalmente l’approccio all’azione. Nei panni di Fettel infatti, non sarà possibile l’utilizzo delle armi da fuoco e non potremo più fare affidamento sui potenti attacchi corpo a corpo di Point Man, ma avremo la possibilità di scagliare degli attacchi a distanza -non molto efficaci, a dire il vero- e di impossessarci dei corpi dei nemici. Questa potente skill rende l’azione, se possibile, ancora più interessante e divertente, sebbene poco equilibrata rispetto alla controparte Point Man. Molto spesso infatti i poteri di Fettel si dimostrano molto più efficaci e versatili del semplice bullet time di Point Man e le sezioni che avremo già affrontato con qualche difficoltà, risulteranno molto più scorrevoli, fino a ridurre di un paio d’ore di gioco la durata della campagna in singolo.



INVIA COMMENTO

F.E.A.R. 3

Disponibile per: XBOX 360 | PC | PS3
Genere: FPS - Sparatutto in Prima Persona
Sviluppatore: Day 1 Studios
Pegi: 18+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: Multiplayer online fino a 4 Giocatori
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SplitScreen
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 24/06/2011
Sistema Operativo: Windows® XP (32-64 bits) /Windows Vista®(32-64 bits)/Windows 7® (32-64 bits)
Processore: Intel Core 2 Duo 2.4Ghz, AMD Athlon X2 4800+
RAM: 2 GB
Scheda Video: NVIDIA 8800 GT 512MB RAM, ATI 3850HD 512Mb RAM o superiore
Scheda Audio: DirectX 9.0c-compatible
Hard Disk: 10 GB
Altro: Keyboard and Mouse
F.E.A.R. 3
8
8
7
7
47 voti
7.1
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
F.E.A.R. 3: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD