GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Si regalano in diretta i biglietti per il Party GamesWeek
Fifa Manager 2010 > Recensione
3 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Fifa Manager 2010 - Recensione

Inviato il da Luigi Colonna
Dopo il boom di vendite e la consacrazione della critica specializzata ottenuti con il rilascio dell’ottimo Fifa 10, Electronics Arts si appresta a rilasciarne la controparte manageriale dedicata agli utenti PC.
Affidato ancora una volta ai ragazzi di Bright Future, ormai da anni sviluppatori del brand, Fifa Manager 10 si presenta sul campo con una veste in parte rinnovata, mantenendo quanto di buono fatto in passato e aggiungendo dettagli del tutto nuovi, presentando così un titolo di tutto rispetto, ma con qualcosa di diverso rispetto agli standard del genere, come vedremo nelle prossime righe.
Questione di scelte
Vita privata
Come per l'edizione passata, anche quest'anno Fifa Manager darà la possibilità al giocatore di crearsi una vita privata.
Durante la creazione della partita potremo infatti decidere se attivare o meno questo aspetto del gioco, il cui utilizzo ci metterà poi nelle condizioni di scegliere se essere sposati, magari con tanto di prole al seguito, o se preferire la parte del single in carriera. La nostra scelta si ripercueterà poi nelle fasi di gioco, dove il nostro patrimonio, faticosamente guadagnato, potrà essere speso in molti modi diversi, comprando per esempio un appartamento, oppure un auto di lusso, o meglio ancora investendo i nostri guadagni in borsa.
Ogni azione potrà avere ripercussioni più o meno marcate, starà a noi gestirle nel migliore dei modi per evitare di finire sull'astrico.
Una volta avviato il gioco e selezionata una nuova partita,a cui potranno prendere parte al massimo 4 giocatori, verremo posti di fronte alla prima, fondamentale, scelta: potremo infatti decidere di scegliere la squadra da allenare tra le innumerevoli presenti senza alcun vincolo, oppure scegliere se allenare sia un club che una nazionale, o ancora partire senza una squadra; mentre per le prime due modalità avremo la possibilità di decidere se essere anche proprietari del club in questione (sparirà quindi l’incubo dell’esonero), nell’ultimo caso verremo contattati da un determinato numeri di club, il cui prestigio si potrà impostare prima di iniziare, e starà a noi decidere quale offerta riterremo più vantaggiosa o più accattivante, a seconda dei nostri gusti.
L’ultima modalità disponibile ci darà infine la possibilità di creare una squadra da zero, impostandone tutte le particolarità possibili e immaginabili, dalla città al nome, dal logo alle magliette, e così via.
Ci verranno quindi assegnati dei giocatori fittizi in base alle nostre scelte, e saremo pronti per portare la nostra nuova squadra ai più alti vertici del calcio mondiale.
Dopo aver selezionato i campionati giocabili tra i tantissimi disponibili, sarà richiesta la creazione del nostro alter-ego virtuale, partendo dai nostri dati anagrafici fino ad arrivare alla personalizzazione del nostro aspetto, per arrivare infine ad un'altra scelta importante: ovvero decidere o meno se simulare la nostra vita privata.
Questo aspetto è stato oggetto, nelle edizioni passate del gioco, di diverse critiche, in quanto ritenuto superfluo e a volte addirittura fuorviante; non tutti però la pensano allo stesso modo, per questo EA ha deciso di dare al giocatore stesso la possibilità di decidere se attivare o meno questo aspetto del titolo, anch’esso, comunque, debitamente approfondito e migliorato.
In caso decidessimo di attivare quest’opzione, dovremo dichiarare il nostro stato sentimentale: potremo decidere di essere dei single in carriera, oppure creare la nostra bella famigliola con tanto di prole a carico.
Successivamente verremo posti di fronte alla scelta del livello di difficoltà del gioco, suddiviso in diverse aree, tra i tre disponibili, ovvero facile, normale o difficile.
Va detto che tale livello potrà essere aumentato in seguito, ma assolutamente non diminuito, starà quindi a noi decidere come iniziare, in base anche alla nostra esperienza.
Scelta quindi la nostra squadra sarà la volta di decidere se prendere il controllo, o meno, di uno dei nostri giocatori durante le partite.
Anche in questa edizione sarà infatti possibile giocare, pad o tastiera alla mano, le partite nei panni di un giocatore, sia esso realmente esistente, oppure cimentandoci nel difficile ruolo di allenatore-giocatore, inesistente in Italia ma di moda in altri paesi, Inghilterra su tutti.
Va detto che tale scelta non è assolutamente obbligatoria, sarà infatti possibile evitare questa possibilità e concentrarci esclusivamente sul nostro lavoro, come in ogni buon manageriale che si rispetti.
La partita avrà quindi finalmente inizio, con i saluti della dirigenza e la dichiarazione degli obiettivi stagionali e relativo budget finanziario, dopodiché la squadra sarà affidata alle nostre sapienti cure e alla miriade di possibilità che il gioco ha da offrire.

INVIA COMMENTO

Fifa Manager 2010

Disponibile per: PC
Fifa Manager 2010 - PC
Genere: Gestionale
Sviluppatore: EA Sports
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione: 30/10/09
Sistema Operativo: Windows XP or Windows Vista
Processore: Intel Pentium III a 1,3 GHz o equivalente
RAM: 1024 MB di RAM (consigliati 2048 MB, a seconda del numero di campionati selezionati)
Scheda Video: Scheda video (AGP/PCI-E) con 64 MB di RAM
12 GB di spazio libero su disco
Scheda Audio: DirectX 9.0c-compatible
Hard Disk: 12 GB
Drive:Unità DVD-ROM 8x
Fifa Manager 2010
7.5
7.5
8
6.5
28 voti
7.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD