GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Ironclad Tactics > Recensione
1 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Ironclad Tactics - Recensione

Inviato il da Alessandro Sordelli
Negli ultimi anni gli utenti sembrano aver rinnovato l'interesse per quanto riguarda i card game digitali. Sarà forse per via del settore mobile, che fagocita e ingloba tutti questi generi videoludici, prima caratteristici della piattaforma PC e del gioco drag'n'drop con mouse. Basta vedere il successo ottenuto dai numerosi free-to-play cross platform che ormai pullulano nella rete, tra social network e digital store. Questa volta ci troviamo però ad analizzare un gioco molto particolare, privo di microtransazioni, che ibrida il card game tanto in voga negli ultimi anni con una strategia a turni che ricorda vagamente quanto visto in titoli come Heroes of Might & Magic o King's Bounty. Ma Ironclad Tactics realizzato dal piccolo team Zachtronics Industries è tutto questo e molto di più.
TATTICHE DI GUERRIGLIA
Ironclad Tactics - recensione - PC Il plot è semplice ma funziona bene: siamo nell'anno 1860, nel bel mezzo della guerra civile americana. Maxwell e Joseph sono due inseparabili fratelli - uguali nel sangue ma profondamente diversi nell'indole - che lavorano per il Bureau of Steam Engineering, ovvero l'agenzia governativa per le scienze delle macchine a vapore. Insieme hanno progettato e costruito delle macchine da guerra chiamate Ironclad, con le quali proteggono il popolo degli Stati Uniti d'America dagli attacchi degli Stati Confederati. Quello che ovviamente non sanno è che anche i secessionisti hanno dalla loro delle macchine da combattimento a vapore, uguali se non più forti rispetto a quelle schierate a difesa del popolo degli United States. In un fantasioso diciannovesimo secolo alternativo dai toni decisamente steampunk, la campagna è raccontata attraverso una serie di vignette animate, quasi ci trovassimo a sfogliare un albo di comics americani. I disegni sono molto ben caratterizzati, colorati di gran pregio e ricordano quelli di Penny Arcade o delle recenti produzioni Daedalic Entertainment: una scelta stilistica che ci accompagna per tutto l'arco narrativo diventando il vero marchio di fabbrica di questa produzione indipendente.
"In un fantasioso diciannovesimo secolo alternativo dai toni decisamente steampunk, la campagna è raccontata attraverso una serie di vignette animate, quasi ci trovassimo a sfogliare un albo di comics americani."
Il gioco è completamente in inglese, ma la semplicità del testo a schermo e delle meccaniche di gioco lo rende adatto anche a chi mastica poco la lingua. Il gioco è immediato ma, come ogni card game che si rispetti, richiede tattica, pianificazione, astuzia e anche dei rapidi riflessi. L'azione è infatti scandita da un timer, per un gameplay che ibrida l'azione a turni con quella in tempo reale. Ogni livello si gioca su di una scacchiera dalle dimensioni variabili, strutturata su orientamento orizzontale. Quando dobbiamo giocare una carta Ironclad scegliamo la linea sulla quale posizionarla, così da far procedere il costrutto automaticamente lungo la stessa, al ritmo scandito dal timer in-game. Ad ogni turno ci viene accreditato un Action Point (o più di uno in alcuni casi specifici) e ad ogni carta è attribuito un costo in punti variabile. Quando le nostre macchine a vapore si incontrano con quelle avversarie sulla griglia di battaglia, allora ha luogo il combattimento e possiamo così giocare carte equipaggiamento o carte azione per cambiare le sorti del duello. È infatti necessario dotare i nostri marchingegni con armi adeguate allo scontro; altrimenti capita di dover rapidamente intervenire con una riparazione. Per vincere la partita occorre invadere con le proprie unità il territorio nemico, guadagnando così i Victory Point necessari a portarsi a casa la vittoria. Ogni livello è diverso dai precedenti ed ognuno di essi una nuova sfida per il giocatore, offrendo numerose variabili, punti di controllo da conquistare e altro ancora. I primi livelli fungono da tutorial, ma procedendo mano a mano nelle vicende della campagna, il gioco si farà presto arduo e complesso, soprattutto perché il cronometro non risparmierà errore alcuno. Posizionare una carta nella striscia sbagliata può infatti compromettere il piazzamento delle successive, mentre giocare una card ad alto costo di Action Point rischia di pregiudicare un'azione difensiva o l'equipaggiamento di un Ironclad. Per cambiare l'esito di una match basta davvero poco, e state certi che nel corso della campagna alcuni livelli li dovrete rigiocare più volte, se non altro per riuscire a conseguire tutti gli obiettivi. Ad ogni livello superato della campagna single player, sblocchiamo infatti delle carte che possiamo utilizzare per customizzare il deck e per dare un po' più di vigore al nostro esercito di macchine a vapore. Agli obiettivi principali ci sono anche quelli secondari, grazie ai quali vinciamo carte speciali, guadagnando strumenti di gioco ancora più efficaci e potenti.

Alla campagna principale - che ricordiamo essere affrontabile in solitaria o in compagnia di un altro giocatore - si aggiungono poi due modalità: puzzle, che ci chiede di risolvere alcune ostiche situazioni con l'ausilio di un mazzo prefabbricato, e skirmish, che ci getta nella mischia di duelli con giocatori in carne ed ossa, per un PvP sfortunatamente un po' scarno e che sembra mancare di una solida struttura di contorno. Sul versante tecnico il gioco non mette in mostra particolari difetti, se non l'assenza di un pannello di configurazione video adeguato: possiamo infatti aggiustare la visuale - per giocare in finestra o a tutto schermo - quindi abilitare un paio di effetti grafici e niente più. Sul nostro schermo FullHD l'immagine risulta godibile, seppur lievemente sgranata a causa del segnale nativo a 1280x768 spalmato su di una risoluzione di gran lunga superiore. Ottimo il design di menù, interfacce e HUD, al quale si uniscono delle card ben illustrate. Composizione sonora decisamente interessante, variegata e di gran supporto; un po' meno ispirate le campionature audio.
Ironclad Tactics è un digital card game fuori dagli schemi, un titolo che unisce il fascino del tabletop game a quello del videogioco turn based, miscelando il tutto ad un gameplay dove l'azione è scandita da un cronometro in grado di aggiungere un pizzico di vivacità al ritmo di gioco. Sebbene la modalità multigiocatore manchi di grinta e varietà, il prodotto di Zachtronics funziona molto bene e saprà certamente ingolosire gli appassionati del genere. Consigliato agli amanti del card game; una curiosa alternativa ludica per i giocatori a cui fa gola il turn based strategy. Munitevi tuttavia di pazienza, perché la curva di difficoltà è davvero elevata.
VOTOGLOBALE7.5
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Ironclad Tactics

Disponibile per: PC
Genere: Strategico
Sviluppatore: Zachtronics Industries
Distributore: Valve
Lingua: Tutto in Inglese
M. Online: 2 Giocatori
M. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Online
Requisiti di sistema:
OS: Windows XP/Vista/7/8
Processore: 2.0 GHz
Memoria: 2 GB
Hard Disk: 750 MB di spazio disponibile
Ironclad Tactics
7
8
8
7
5 voti
6.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD