GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Un'ora dal vivo con l'erede di Baldur's Gate
Magicka - Vietnam > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Magicka - Vietnam - Recensione

Inviato il da Andrea "Zumcens" Centini
Sviluppato dal giovane team Arrowhead Game Studios - studio indipendente composto da otto talentuosi studenti universitari svedesi - e pubblicato da Paradox Intercative, Magicka è un particolare hack'n slash fantasy con visuale "2.5D isometrica", che strizza l'occhiolino a numerosi rpg con la medesima ambientazione, pur mostrando un'anima da picchiaduro a scorrimento orizzontale puro (Golden Axe, Final Fight o Cadillac and Dinosaurs, per intendersi). Il tutto è condito da un'atmosfera goliardica ed ironica, suffragata da innumerevoli ed illustri citazioni prese a piene mani dalla cinematografia e da altri videogiochi.
La trama, semplice ed efficace per il genere di appartenenza, narra le gesta di un gruppo di maghi inviati da un improbabile mentore vampiro a ripristinare la pace nel mondo, ormai squassato da continue invasioni di orchi e goblin a seguito dell'espulsione dall'Ordine del mastro stregone Grimnìr: sarà lui il responsabile di siffatte ed inusitate devastazioni?
La narrazione è molto particolare ed è incanalata su due binari linguistici ben distinti: il primo, in un curioso inglese dall'accento simil-russo, accompagna il giocatore all'introduzione ed al termine di ciascuno dei 13 capitoli della campagna come la più classica voce narrante da fiaba, mentre il secondo è nel cosiddetto Gibberish, un linguaggio non-sense fantasy dalle sfumature anglosassoni, che ben si presta alle velleità grottesche di Magicka ed è deputato ai dialoghi ingame.
Il difetto di questo particolare binomio linguistico è l'assenza di sottotitoli in italiano per i meno anglofoni, tuttavia tale aspetto non mina affatto la fruibilità del prodotto;inoltre alcuni memorabili giochi di parole non avrebbero trovato asilo nel nostro idioma.
 
Il gioco
Magicka - recensione - PC Come già sottolineato in sede di premessa Magicka è fondamentalmente un hack'n slash tradizionale con fisionomia alla Diablo, dal quale prende appunto solo riferimenti estetici e nessuna caratteristica da rpg: non esistono classi (vi è solo quella dei maghi), non esistono livelli di esperienza, non esistono abilità o skills classiche dei giochi di ruolo, ma solo un'immensa personalizzazione del set di incantesimi, che combinati tra loro garantiscono migliaia di effetti differenti e rappresentano l'anima del gioco ed il fulcro della sua originalità.
Vi sono ben otto elementi associati alle lettere della tastiera (q,w,e,r,a,s,d,f) e possono essere combinati - quasi - a piacimento dal giocatore, fino ad un massimo di cinque; gli effetti sono innumerevoli e spaziano dai classici proiettili alle arti difensive/curative, passando alla pioggia di meteoriti, fulmini, lastre di ghiaccio e via discorrendo.
Conoscere le proprietà di ciascun elemento e gli effetti che potrebbero avere associati con altri è fondamentale non solo perché vi sono alcuni - semplici - puzzle ambientali da risolvere, ma anche e soprattutto perché talune combinazioni possono essere letali per il giocatore stesso. Certi mix causano poi più danno di altri a seconda del nemico affrontato, ed inoltre è importante considerare se attaccare per area o per target: le possibilità sono così tante ed interessanti che molto tempo lo si passa a sperimentare ed ottimizzare la propria strategia.
E' possibile utilizzare anche un'altra arma associata alle staffe da mago presenti nel gioco, ma l'utilità di una spada - ad esempio - con la pletora di combo elementali è praticamente nulla, anche considerando le orde di nemici che attaccheranno sempre più copiose progredendo nella campagna. Senza contare i classici boss di fine livello, che sono praticamente impossibili da aggredire corpo a corpo.
Abilità, velocità ed ingegno sono le armi principali per venire a capo delle situazioni più intricate, ma cosa ben più importante è la pratica: i comandi infatti non sono molto intuitivi e la situazione diventa particolarmente complicata utilizzando il pad, che pur essendo pienamente compatibile rischia di frustrare i giocatori meno pazienti.
Applicandosi con dovizia e scovando i libri con gli incantesimi più devastanti si diventa delle vere e proprie macchine da guerra, ed il senso di potenza è sicuramente una delle virtù di Magicka, amplificato dalle cruente dipartite dei nemici.
Tecnica
Dal punto vista tecnico il titolo Arrowhead Game Studios mostra tutto il "talento inesperto" dei giovani sviluppatori: nonostante un level/game design riuscito ed una discreta cura per il dettaglio, i modelli dei vari personaggi sono piuttosto spogli ed in termini poligonali Magicka non si impone nel panorama Indie, sfoggiando comunque degli ottimi effetti di illuminazione/particellari relativi agli incantesimi e buone animazioni nel complesso.
Altra magagna del titolo svedese è quella relativa all'ottimizzazione: il framerate è "ballerino" anche con configurazioni molto potenti ed in frangenti che onestamente non ci si aspetterebbe; tuttavia esso non mina affatto la godibilità del prodotto, il cui unico difetto è appunto quello di esser stato impacchettato da un team praticamente amatoriale.
Le numerose patche uscite sino ad oggi hanno in parte risolto bug e glitch grafici di vario genere, così come la divertentissima modalità online che all'esordio era praticamente ingiocabile a causa di crash ed incompatibilità continue.
L'ottima longevità è dovuta anche all'assenza di salvataggi interni ai singoli livelli: si muore spesso e sebbene i checkpoint aiutino è necessario terminare ciascuno dei 13 livelli dell'avventura principale per poter ottenere il preziosissimo savegame (ergo, preparatevi a sessioni di gioco piuttosto prolungate).
Ultimo punto di forza di Magicka è naturalmente il multiplayer cooperativo che aumenta drasticamente il fattore divertimento grazie alla possibilità di giocare in 4, sia online che offline: manca il PVP in senso stretto ma è comunque possibile eliminare i propri compagni per rubarne il prezioso armamentario (azione che di solito scatena il caos soprattutto giocando con sconosciuti in rete).
Chiude il quadro un comparto audio caratterizzato da discrete musichette ed effetti speciali, dove il piatto forte è rappresentato dal curiosissimo e curato doppiaggio che in più di un'occasione regalerà grandi risate ai giocatori più maturi e smaliziati.
DLC - Vietnam
Magicka - recensione - PC A pochi mesi di distanza dal rilascio dell'opera originale i ragazzi del team Arrowhead Game Studios hanno lanciato uno dei downloadable content più eccentrici mai pubblicati (chiamato semplicemente "Vietnam"), la cui locandina pubblicitaria chiaramente ispirata al menù di Bad Company 2 Vietnam ne tratteggia l'ironia di fondo ed amplia quasi all'esasperazione il profilo non-sense di Magicka.
Le citazioni più ardite passano da World of Warcraft ed il Signore degli Anelli a Rambo e a tutti quei film/giochi di guerra ambientati in Vietnam che hanno la medesima impostazione - ben impressa culturalmente - nello stile, nell'iconografia e nei suoni.
Una specie di pizza "mari e monti" di videoludica concezione, dove gli eccentrici e sgargianti maghetti se la vedono con eserciti di orchi, goblin e bestiame vario vestiti da viet-kong ed armati fino ai denti coi classici "ferri" dell'epoca: anacronismo e follia si mescolano in una pietanza dal sapore particolare che purtroppo si esaurisce nel giro di una mezz'oretta di gioco intenso.
Chi sperava di trovarsi innanzi ad una nuova avventura deve mettersi l'anima in pace: una modalità orda ambientata nella giungla vietnamita e la più succulenta challenge "Rescue" sono infatti le due sole novità di questo pacchetto, che per meno di 5 Euro riesce comunque ad accontentare la "fame" dei numerosi appassionati.
In "Rescue", come dice il nome stesso, lo scopo del gioco è salvare la vita di alcuni soldati tenuti prigionieri dai nemici: nuovamente supportati dall'improbabile Vlad in salsa "Full Metal Jacket" verremo proiettati nel campo di battaglia evidentemente stravolto rispetto al titolo originale; laddove sorgevano casette ed ambientazioni di tolkeniana memoria ora scorrono fiumi di napalm e sangue, nella più improbabile (ma comunque credibile) ricostruzione della giungla vietnamita.
Non manca proprio nulla: persino gli elicotteri col muso dipinto a mo' di squalo e la musica rockeggiante "copiata e incollata" dal menù di Battlfield: Bad Company 2; una parodia a tutto tondo, dunque.
La modalità non prevede salvataggi interni e si dispone di un'unica vita, dunque per portare a termine questa sorta di time trial (il cronometro scorre in alto a sinistra) è necessario padroneggiare a dovere le magie del titolo originale, il nuovo attacco al napalm e soprattutto sapersi proteggere e destreggiare attraverso la pioggia di proiettili nemici: l'approccio sarà dunque più strategico e ragionato, tuttavia la potenza e la velocità nel combinare gli elementi sarà ancora una volta l'arma vincente.
Giocabile sia offline che online, il challenge orda non si discosta da quelli originali se non per l'ambientazione e le tipologie di attacco dei nemici, ma nulla di più: stessa cosa dicasi per il comparto tecnico, totalmente assimilabile a quello di Magicka se non per la differente caratterizzazione degli ambienti.
Prodotto da un manipolo di universitari intraprendenti Magicka è sicuramente una delle sorprese più gustose del panorama Indie attuale: ammantato da un'aura di “tradizionale originalità” questo hack'n slash dal fascino incredibile centra il bersaglio sotto numerosi punti di vista, pur mostrando il fianco a critiche più o meno pesanti (con l'uscita delle patches comunque molti problemi sono stati superati) a causa dell'inesperienza dei programmatori.
Eccellente ed articolata gestione degli incantesimi, trama dissacrante e citazioni d'ogni genere sono i punti di forza del prodotto, portati all'esasperazione nella breve - ma intensa - escursione in Vietnam presente nel DLC dedicato. Per chiunque non fosse convinto della bontà di questa piccola perla videoludica consigliamo di testarne la demo presente su Steam.
VOTOGLOBALE8

INVIA COMMENTO

Magicka

Disponibile per: PC
Genere: Azione/Avventura
Sviluppatore: Arrowhead
Costo iPhone: http://a89€
Lingua: Tutto in Inglese
M. Online: Multiplayer online fino a 4 Giocatori
M. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Online
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 25/01/2011
OS: Windows XP/Vista/7 (32- or 64-bit)
Processore: Intel® Pentium® IV 2.4 GHz o AMD 3500+
RAM: 2 GB RAM
GPU: NVIDIA® GeForce 8800 or ATI Radeon® X1900 (Integrated Video Cards non raccomandate)
DirectX®: DirectX 9
Magicka
7
8
7.5
7
31 voti
7.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Magicka: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD