GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Un'ora in compagnia del racing game open world!
Revenge of the Titans > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Revenge of the Titans - Recensione

Inviato il da Andrea "Zumcens" Centini
Le analisi sul futuro dell'industria videoludica parlano chiaro, il settore digital delivery conquisterà quote di mercato sempre maggiori e l'espansione tentacolare di software house indipendenti è uno dei segnali più evidenti. Ma qual è il genere di giochi che più di tutti sta cavalcando l'onda di questa situazione? Senza ombra di dubbio i Tower Defense, concettualmente semplici ma in grado di esprimere al meglio la fantasia degli sviluppatori e dei game designer Indie.
Il recente Sanctum dei Coffee Break Studios è una delle dimostrazioni migliori poiché grazie alle alchimie ibridate a quelle di un fps ha scardinato la staticità tipica degli esponenti del genere.
Non mancano naturalmente esempi più classici, come il bellissimo Plants Vs Zombies di Popcap, ed è proprio nel filone tradizionale che si inserisce Revenge of the Titans, pur mantenendo un'anima personale ed un profilo per veri hardcore gamers.
Il ritorno dei titani
La storia è sempre la stessa. La terra sta per essere invasa dalla classica minaccia aliena ed il nostro compito è quello di proteggerla: nulla di più scontato e prevedibile. I cosiddetti Titani, giunti dal nostro stesso sistema solare, si preparano ad un attacco in grande stile e sono pronti a vendicare la sconfitta subita in “Titan Attack”, delizioso shooter old style edito dal medesimo studio Puppy Games. E' possibile giocare Revenge of the Titans in tre differenti modalità: la tradizionale campagna principale (composta da 50 livelli ambientati su vari pianeti), una modalità “Relaxing Endless” dove vengono generate situazioni di difficoltà crescente e l'immancabile survival-orda. Gli ingredienti per portare a compimento la missione sono molteplici e l'approccio al concetto strategico dei Tower Defense piuttosto originale. Innanzitutto non vi sono griglie di sorta per posizionare il proprio arsenale, lasciando al giocatore un amplio ventaglio di possibilità e libertà in ciascun livello. I teschi rossi indicano i punti di partenza per le varie ondate nemiche ed è nostro compito creare una rete di trappole e percorsi obbligati per rallentarle e distruggerle. Laddove sarebbe servito un tutorial per spiegare le dinamiche di gioco, le caratteristiche degli alieni o delle decine e decine di upgrades disponibili, Revenge of Titans mostra tutta la propria verve hardcore: sta infatti al giocatore scoprire come vanno impiegate le poche risorse a disposizione, tentativo dopo tentativo.
Al termine di ogni stage viene offerta la possibilità di elaborare un nuovo potenziamento, ma non sapendo le specifiche dei nemici la scelta tra una ricerca in xenobiologia o lo sviluppo di un'arma particolare è quasi del tutto indifferente. Solo rigiocando le medesime missioni più volte ed imparando a conoscere alieni e strumenti si viene a capo delle situazioni più complesse, ulteriormente ampliate dalla continua manutenzione che necessitano le armi durante le battaglie. I nemici sono piuttosto vari e ricordano vagamente una versione cresciuta e “posseduta” dei fantasmini di Pac-Man: ve ne sono di tutte le taglie e dimensioni e ciascuna specie presenta specifici punti di forza e debolezze da scoprire sulla propria pelle. Lo scopo del giocatore è naturalmente quello di impedire l'assalto diretto alla base e non sarà impresa semplice considerando le tattiche d'attacco in sciami e le armi a lunga gittata di cui sono dotati alcuni Titani. Non manca infine il supporto alle classifiche online per confrontare i propri punteggi.
Strumenti di guerra
Come già sottolineato nel precedente paragrafo il titolo Puppy Games offre un arsenale di tutto rispetto, per cui è doveroso elencarne brevemente le caratteristiche. In ogni buon Tower Defense degno di tale nome le torrette rappresentano il cardine della difesa e Revenge of the Titans non fa eccezione: dai blaster semplici passando per raggi multipli, laser ed artiglieria pesante, questa rete di armi consente al giocatore di imbrigliare il nemico nel percorso desiderato.
Ovviamente non poteva mancare l'innesto di svariate tipologie di mine, barricate, scudi e campi di forza, che se piazzati a dovere riescono a sovvertire gli esiti degli assalti più martellanti. Ovviamente le armi non potrebbero nulla se non vi fosse il supporto della ricerca. Sviluppando scienze come balistica, robotica, xenobiologia, chimica e fisica nucleare si influenzano direttamente le nostre capacità offensive e conoscitive. Le tecnologie ed i dispositivi migliori si ottengono elaborando gli upgrades in diversi step, di conseguenza la costruzione di edifici per il recupero e la raffinazione delle risorse naturali è un altro passo fondamentale verso la vittoria.

Revenge of the Titans è uno dei titoli tecnicamente più semplici presenti nella softeca Steam, presentando una grafica bidimensionale da console 8 bit rifinita da maggior pulizia e definizione.
Sebbene tale scelta possa essere in parte discutibile -perché non utilizzare un numero maggiore di colori e sprites più dettagliati?- essa è perfettamente in linea col manifesto della software house sviluppatrice, i cui giochi sono tutti chiaramente ispirati dalla grafica vintage. Al di là del mero aspetto cosmetico è comunque evidente un'ottima cura nel level design che è completamente al servizio del gameplay, il vero punto di forza della produzione Puppy Games. La soundtrack è molto simpatica e propone come tema principale una rielaborazione techno di Toccata e Fuga di Johann Sebastian Bach, mentre gli effetti sonori -anch'essi rimembranze dell'era 8 bit- sono puliti e gradevoli.

Revenge of the Titans è sicuramente uno dei Tower Defense più riusciti e “tosti” degli ultimi anni, nascosto sotto la dura scorza di un impianto tecnico volutamente datato ma piacevole. Se non spaventano le sfide dure ma stimolanti, il titolo dei Puppy Games è ciò che fa per voi, grazie ad un gameplay riuscitissimo ed alla notevole libertà di approccio e azione. In definitiva è un acquisto caldamente consigliato a tutti quelli che han fame di Tower Defense, appassionati e non.
VOTOGLOBALE7.5

INVIA COMMENTO

Revenge of the Titans

Disponibile per: PC
Genere: Tower Defence/Castle Defence
Sviluppatore: Puppy Games
Distributore: Steam
Costo Digidelivery: 14,99
Data di Pubblicazione: 16/03/2011
Minimi:
SO: Windows XP or later
Processore: 1.8GHz single core
Memoria: 512MB RAM
Spazio su disco: 120MB
Scheda video: 128MB VRAM

Raccomandati:
SO: Windows XP or later
Processore: 2GHz Dual-Core
Memoria: 750MB RAM
Spazio su disco: 120MB
Scheda video: 256MB VRAM
Revenge of the Titans
6
8
7
6
8 voti
6.8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD