GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Risen 2 - Il Tempio dell'Aria > Recensione
5 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Risen 2 - Il Tempio dell'Aria - Recensione

Inviato il da Alessandro Sordelli
Non c'è pace quando si vestono i panni di un pirata, sempre in allerta a scrutare l'orizzonte nella speranza di vedere qualche nave da saccheggiare o un'isola da depredare. Così i ragazzi di Piranha Bytes non demordono, e rilasciano un nuovo pacchetto missione per il bellissimo RPG a sfondo piratesco Risen 2. Questo secondo DLC, che si intreccia direttamente con la trama principale del gioco, ci porta ad indagare su un'isola sperduta e dimenticata, per sventare i loschi piani tramati dalla potente e malvagia Mara, l'acerrima nemica del nostro Eroe.
Il Tempio dell'Aria viene proposto in occasione del lancio di Risen 2 per console, naturalmente disponibile anche per gli utenti PC al costo approssimativo di dieci euro, come per il precedente L'Isola del Tesoro, recensito qualche settimana fa.
 
NAVIGARE NELLA TEMPESTA
Dopo un download un po' più consistente rispetto a quello che ricordiamo per il precedente pacchetto scaricabile, siamo pronti per affrontare una nuova e burrascosa avventura. L'incipit è il medesimo dello scorso DLC: una volta a bordo della nostra nave, ci rechiamo da Patty che con un breve dialogo ci introduce ad una nuova missione. Pare che un druido di nome Eldric, vecchia conoscenza del protagonista durante le vicende svolte a Faranga, si sia fatto vivo sull'isola di Antigua, come messaggero di infauste notizie: le voci raccontano di mostruose creature credute scomparse, che inspiegabilmente hanno fatto ritorno minacciando le città portuali e le isole dei Mari del Sud.
Dopo aver interpellato qualche pirata ubriaco e un barista che non sembra molto contento di vederci, ci mettiamo finalmente sulle tracce di Eldric. Giungiamo appena in tempo, perché nel fitto della giungla il nostro amico è alle prese con una creatura alta due volte un uomo, dai muscoli possenti e con grandi ali da pipistrello: si tratta di un Gargoyle, mostri della leggenda molto comuni durante i tempi antichi. Prima di entrare ufficialmente nel vivo dell'azione, su consiglio del druido avviciniamo qualcuna di queste creature e ne raccogliamo le uova, al fine di raccogliere informazioni più dettagliate su di esse e su come affrontarle al meglio. La tecnica consigliabile per affrontare questi mostri è di sparare dalla distanza con un fucile, per poi equipaggiare una lama non appena il nemico è a portata di braccio. I colpi inferti dai Gargoyle sono lenti ma potenti, impossibili da parare ma relativamente semplici da schivare con una capriola, se eseguita con l'opportuno tempismo.

La missione si struttura come una serie di quest legate tra loro, il cui completamento ci permetterà di accedere al Tempio dell'Aria. Ma non è finita qui, perché i Gargoyle stanno nidificando su isole e terraferma, minacciando la tranquillità e la pace di tutti, pirati e popolani. Ad ogni approdo possiamo infatti interpellare Eldric, per sapere se ci sono stati avvistamenti di creature alate nei paraggi e proseguire quindi nella nostra caccia al mostro. Sapientemente, il DLC ci porta a perlustrare gli angoli inesplorati delle mappe già disponibili, percorrendo sentieri e visitando anfratti che altrimenti non verrebbero ispezionati, con conseguente scoperta di nuovi forzieri o di alcuni nemici ben nascosti. Ma naturalmente è stata aggiunta una nuova area liberamente raggiungibile via nave, la misteriosa Isola della Tempesta. La leggenda vuole che quest'isola sia perennemente sconvolta da uragani, con una spessa coltre di nubi nere che rendono buio anche il giorno più luminoso. L'isola brulica letteralmente di nemici, motivo per il quale consigliamo di affrontare il DLC non prima di aver macinato qualche ora di gioco, con qualche livello sulle spalle e un buon equipaggiamento in dotazione. Oseremmo dire che ci troviamo di fronte ad un contenuto pensato per essere portato a termine poco prima della battaglia finale, non solo per la difficoltà dei nemici incontrati sul percorso, ma anche per un discorso di narrazione della main quest dedicata.
Rispetto al precedente contenuto scaricabile, siamo ora di fronte ad una storia più ispirata e ad un gameplay sicuramente più vario. L'atmosfera che si respira sulla nuova isola è diversa rispetto a qualunque altra cosa vista nel gioco, e si alternano fasi d'esplorazione ad un più classico dungeon crawling. A missione conclusa avremo un nuovo gregario per le nostre avventure, e seppur Eldric non vanti nessuna abilità particolare come gli altri membri del nostro entourage piratesco, durante i duelli il druido si rivela un'ottimo braccio sul quale fare affidamento, resistente e combattivo al pari del nostromo Patty.

Unico neo di un DLC altrimenti ottimo, è il finale un po' insipido, che siamo sicuri avrebbe potuto essere un po' più saporito con l'aggiunta di qualche piccolo dettaglio e qualche scontro in più. Eravamo quasi certi che il Tempio dell'Aria avrebbe racchiuso tra le sue mura una ricca sorpresa, o una sfida di gran lunga più interessante rispetto a quella che abbiamo potuto giocare, ma purtroppo così non è stato. Rinnoviamo anche la nostra perplessità in merito agli insoliti cali di framerate verificatisi in alcuni momenti di gioco, un evidente problema di ottimizzazione che notammo anche in precedenza, durante la ricerca del tesoro di capitan Barba d'Argento.
Il Tempio dell'Aria si dimostra un contenuto ben più interessante del precedente "L'Isola del Tesoro." Oltre ad una nuova area esplorabile possiamo trovare una originale minaccia da sgominare creata ad uopo per il DLC, che ben si sposa con l'incredibile ambientazione creata dal team di sviluppo tedesco. La longevità, che si attesta sulle 3-4 ore a seconda del ritmo di gioco, giustifica senza alcun dubbio i 10 € necessari per portarsi a casa questa nuova avventura. Ci troviamo al cospetto di una side quest che non apporta nulla di fondamentale agli eventi già narrati, ma che sicuramente aggiunge una ciliegina sulla torta a quello che si è dimostrato un grande gioco di ruolo del più recente panorama videoludico.
VOTOGLOBALE7
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Risen 2: Dark Waters

Disponibile per: XBOX 360 | PC | PS3
Genere: Gioco di Ruolo
Sviluppatore: Piranha Bytes
Distributore: Koch Media
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione:
PC: 27/04/2012   
XBOX 360: 03/08/2012   
PS3: 03/08/2012   
Minimi:
OS: Windows XP Servicepack 2
Processor: Dual Core with 2.1 GHz
Memory: 2 GB System RAM
Hard Disk Space: 5.5 GB
Video Card: 512 MB Radeon 3870 / GeForce 8800 GTX
DirectX®: 9.1c
Sound: DirectX compatible soundcard
Additional: Keyboard/mouse or gamepad required Internet Connection required for online activation

Consigliati:
OS: Windows XP (with Servicepack 3), Windows Vista (with Servicepack 1), Windows 7
Processor: Dual Core with 3 GHz
Memory: 4 GB System RAM
Video Card: 1024 MB Radeon 4890 / GeForce GTX 260
DirectX®: 9.1c
Sound: DirectX compatible soundcard
Additional: Keyboard/mouse or gamepad required Internet Connection required for online activation
Risen 2: Dark Waters
ND
ND
ND
ND
32 voti
7.3
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Risen 2: Dark Waters: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD