GIOCHI PC

: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Un'ora dal vivo con l'erede di Baldur's Gate
Silent Hunter 5 > Recensione
4 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Silent Hunter 5 - Recensione

Inviato il da Simone Callioni
Sono passati ormai tre anni da quando Ubisoft diede alla luce Silent Hunter 4: Wolves of the Pacific. In un mondo videoludico popolato quasi esclusivamente da titoli capaci di farci vivere mirabolanti avventure, generalmente poco probabili, la simulazione realistica rappresenta uno spiraglio di luce ancora troppo poco sfruttato: titoli come Flight Simulator e Silent Hunter sono da sempre le pietre miliari nel mondo della simulazione estrema su Pc. Il prodotto di Ubisoft rappresenta oltretutto un singolare esperimento unico nel suo genere. Solcare i mari a bordo di un sottomarino Tedesco della Seconda Guerra Mondiale con tanto di equipaggio a disposizione è, almeno nelle premesse, molto singolare e suggestivo.
La campagna, le missioni storiche e il museo
un 'DRM' è per sempre
La volontà di combattere la pirateria informatica ha indotto gli sviluppatori a formulare un nuovo sistema di protezione per il codice. Come già spiegato altrove -nella recensione di Assassin’s Creed 2 per Pc- il Drm della casa francese richiederà una costante connessione alla rete da parte di tutti gli utenti (o almeno quelli più onesti). Emettere un giudizio obiettivo, calcolando i pro e i contro, di tale sistema anticontraffazione, non è per niente facile. Quindi non ci dilungheremo oltre sull’argomento: ci sarà l’opportunità di discutere di questo spinoso tema in Topic creati ad hoc sul nostro Forum.
Il menù di gioco appare molto intuitivo e canonico. La prima voce appartiene alla classica modalità campagna, dove ci verrà affidato il difficilissimo e glorioso compito di rovesciare le sorti della Seconda guerra mondiale a favore della Germania. L’idea, di creare una ‘vita di bordo’ gestibile anche in prima persona attraverso l’interazione coi membri dell’equipaggio, che ha ispirato Ubisoft Romania è sicuramente innovativa e coraggiosa, tuttavia non riesce a trasmettere emozioni capaci di coinvolgere adeguatamente il videogiocatore. È sicuramente vero che, con titoli come Mass Effect 2 in circolazione, è molto difficile poter sviluppare un concorrenziale sistema di interazione con i personaggi non giocanti. Aggirarsi, in qualità di comandante, per gli stretti spazi di un sottomarino in discesa rapida durante una manovra evasiva o aspettare, nell’ombra, mentre osserviamo il bersaglio ancora ignaro, l’impatto di un nostro siluro dovrebbe rappresentare il climax per eccellenza delle emozioni che si possono cercare in un simulatore di tal genere. Sfortunatamente l’aria che si respira a bordo è tutt’altro che intrisa di paura o agitazione. Le azioni, e soprattutto le frasi, che i nostri compagni interpreteranno sono troppo ripetitive e prive di personalità.
L’azione di gioco, poi, a lungo andare si ridurrà a una gestione molto macchinosa, difficile e totalmente ‘periscopica’. Attraverso dei menù contestuali infatti potremo accedere a tutto il necessario per poter manovrare il nostro costosissimo giocattolo bellico, in tutta solitudine sul ponte di comando. Una carta nautica, a dire il vero poco dettagliata, ci fornirà la posizione degli obiettivi e ci permetterà di impostare rotte curate e calcolate attraverso i mari del nord e non solo. I comandi da tastiera, in ausilio a quelli reperibili sullo schermo, sono comodi e abbastanza intuitivi. Scopriremo presto, a nostre spese, che affondare un’imbarcazione nemica sarà molto difficile e richiederà buone dosi di strategie studiate costantemente e in tempo reale, sia sulla carta che sul pelo dell’acqua. Buona la possibilità, a tal proposito, di modificare il livello di realismo attraverso l’attivazione o la disattivazione di determinate voci nel menù delle opzioni: aggiungere a livelli limitati di aria compressa e carburante anche la possibilità di aver guasti ai siluri renderà il gioco molto difficile da completare, aumentando di fatto la longevità generale dell’intero titolo. Oltre alle due modalità (campagna e missioni storiche) single player e a una multiplayer troviamo un vastissimo museo navale che comprenderà tantissime imbarcazioni di ogni nazionalità e tipo: dai mercantili alle portaerei, dagli aerei ai sottomarini.
Un motore grafico pesantissimo
Silent Hunter 5 - recensione - PC Il prodotto è stato collaudato sia su un Pc di prestazioni medio/basse (core duo 2.4 Ghz, 8800GT, 4 Gb Ram) che su uno nettamente più performante (quad core 2.3 Ghz, 4870 x2, 8Gb Ram). Nonostante gli ottimi effetti creati dalle onde del mare in burrasca o dalla sica lasciata dalle nostre eliche non ci sembra ammissibile che, sempre grazie all’onnipresente Fraps, sulla seconda configurazione (a livelli massimi di dettaglio ed a una risoluzione di 1680x1050) i frame non abbiano quasi mai superato il valore di 38 fps. Giocare sul primo computer si è rivelato difficile e abbiamo dovuto a scendere a compromessi molto sfavorevoli. Per mantenere una tale risoluzione abbiamo infatti rinunciato a tutti gli effetti capaci di donare una certa spettacolarità agli sfondi delle battaglie. Abbiamo però notato che abbassando la qualità grafica siamo riusciti man mano ad eliminare fastidiosi crash di sistema. Cerchiamo quindi di leggere attentamente e verificare i requisiti hardware suggeriti (meglio quelli consigliati) prima di acquistare il prodotto, per evitare di incorrere in sgradevoli sorprese.

INVIA COMMENTO

Silent Hunter 5

Disponibile per: PC | iPhone
Silent Hunter 5 - PC
Genere: Azione
Sviluppatore: Montpellier
Distributore: Ubisoft
Data di Pubblicazione: 04/03/2010
Requisiti Minimi:
CPU: Intel® Core2Duo® E4400 / AMD® Athlon™ 64 X2 4000+ o superiori
OS: Windows® XP (con Service Pack 3) o Windows Vista® (con Service Pack 2)
RAM: 1 GB (XP) / 2 GB (Vista)
DVD-ROM: DVD-ROM 4x, lettore dual-layer
Spazio libero su Hard Drive: 10 GB
Scheda Video: 256 MB DirectX® 9.0c (ATI® Radeon HD2600/GeForce® 8800 o superiori)
Scheda Audio: DirectX 9.0c compatibile
DirectX: DirectX 9.0c (inclusa)

Requisiti Consigliati:
CPU: Intel® Core2Duo® E6850 / AMD® Athlon™ 64 X2 5600+ o superiori
OS: Windows® XP (con Service Pack 3) o Windows Vista® (con Service Pack 2) o Windows® 7
RAM: 2 GB (XP / Vista / Win7)
DVD-ROM: DVD-ROM 4x, lettore dual-layer
Spazio libero su Hard Drive: 15 GB
Scheda Video: 512 MB DirectX® 9.0c (ATI® Radeon HD3000 series / GeForce® 9 Series o superiori)
Scheda Audio: DirectX® 9.0c-compatibile
DirectX: DirectX 9.0c (inclusa)
Silent Hunter 5
6.5
6
7
5.5
45 voti
6.5
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Silent Hunter 5: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Dario1981
Come dice il titolo, (questa volta ed ancora una volta) saremo al comando di un sottomarino tedesco alla caccia di navi e convogli alleati, con la dif...[Continua a Leggere]
6.5
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD