Playstation 3: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
One Piece: Unlimited World R > Recensione
25 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

One Piece: Unlimited World R - Recensione

Inviato il da Alessandro Trufolo
A diciassette anni dalla sua prima pubblicazione nella Terra del Sol Levante, sono pochi gli aggettivi con i quali è possibile descrivere il successo della serie One Piece: con l'astronomica cifra di più di trecento milioni di copie vendute, l'opera di Eiichiro Oda detiene una saldissima prima posizione nella classifica dei manga più venduti di sempre; per cercare di dare una dimensione alla popolarità di Cappello di Paglia & company potremmo raccontarvi di come nomi del calibro di Dragon Ball, Naruto, Slam Dunk e Hokuto no Ken rimangano bel al di sotto del podio della stessa particolare classifica, ma ancora non ci avvicineremmo al culto che la strampalata ciurma di pirati ha costruito intorno a se: sul suolo giapponese (ma non solo) il nome di One Piece è ormai sinonimo di successo commerciale per qualsiasi prodotto riesca ad accostarvisi e, ovviamente, il settore videoludico non fa eccezione. Durante gli anni, infatti, sono stati numerosissimi i tentativi di trasporre su console, portatili e non, le avventure di Rufy e compagni ma, come spesso accade in questi casi, la qualità generale delle produzioni legate al franchise piratesco è stata a dir poco altalenante. Su PS3, in particolare, si ricordano due onestissimi spin-off della serie Dinasty Warriors che, per sua stessa natura, ben si è declinata al massacro indiscriminato di marinai proposto dalle pagine del manga, pur lasciando l'amaro in bocca ai meno appassionati a causa di una struttura di gioco fin troppo classica e iterativa. Ad invertire quindi la rotta qualitativa del franchise, ci prova oggi (o meglio, dal prossimo ventisei giugno) One Piece: Unlimited World R, porting riveduto e corretto del titolo sviluppato da Ganbarion e pubblicato da Namco Bandai su Nintendo 3DS lo scorso novembre.
 
KAIZOKU ONI ORE WA NARU!
One Piece: Unlimited World R - recensione - PS3 Il primo punto di forza della 'nuova' produzione Namco Bandai è la collaborazione con il Maestro Oda in persona, che ha arricchito questo nuovo capitolo videoludico della sua creatura con tre personaggi nuovi di zecca; la trama ruota infatti intorno al rapimento dell'intera ciurma di Cappello di Paglia proprio mentre alla ribalta della scena piratesca mondiale si sta affermando il temibile Patrick 'Conte Rosso' Redfield, con due nuovi amici (il procione Pato e la locandiera Yadoya) che sembrano voler aiutare Rufy nella ricerca dei suoi compagni di viaggio. Senza ovviamente rivelarvi alcun ulteriore dettaglio circa la vicenda che verrà raccontata durante l'avventura, possiamo anticiparvi come l'atmosfera che si respirerà lungo tutto il gameplay sia paragonabile a quella di uno dei tanti film animati che hanno accompagnato One Piece lungo tutta la sua lunghissima carriera: il pretesto narrativo sarà quindi sfruttato per riportare i giocatori e gli appassionati del fumetto su isole inedite ma anche in location storiche della serie, ricche di personaggi amati/odiati che evocano un effetto nostalgia sicuramente di grande impatto per lettori più affezionati.
Tra le novità più importanti di questa nuova edizione di Unlimited World R, troviamo sicuramente anche la modalità Arena: all'interno di una perfetta trasposizione digitale del famoso Colosseo di Dressrosa potremo ora partecipare ad uno spietato torneo ad eliminazione organizzato da Doflamingo in persona, nel quale, dopo un 'test d'ingresso' piuttosto semplice, potremo affrontare nemici dalla difficoltà sempre crescente per portarci a casa un premio ancora avvolto nel mistero. Prima di ogni combattimento potremo scegliere se affrontare un gruppo di nemici in stile 'Royal Rumble' o dedicarci ad un avversario singolo nella modalità 'Duello': alla fine di ogni scontro un punteggio valuterà la nostra prestazione e ci permetterà di scalare una classifica composta da tre livelli, ai quali equivalgono nuovi e sempre più forti nemici da mettere al tappeto. Gli spunti più interessanti di questa modalità sono dati sicuramente dalla possibilità di cimentarsi nella scalata al posto di Vincitore del Colosseo con un numero di personaggi sempre in aumento tramite il raggiungimento di determinati obiettivi (promozione in una determinata Lega, numero di vittorie con uno specifico personaggio in squadra e cosi via) e dalla modalità co-op che permette di partecipare alle sfide in compagnia di un amico. Quest'ultima modalità (fino ad un massimo di quattro giocatori) rimane presente anche nel più classico Story Mode, che compone la sezione principale del gameplay di One Piece Unlimited World R: al suo interno il saremo chiamati ad esplorare delle mappe piuttosto lineari e spoglie (se non per qualche elemento che, una volta distrutto, elargirà oggetti utili durante le visite al proprio HUB, di cui parleremo tra poco) lungo le quali i veri protagonisti saranno i combattimenti che ne animeranno le diverse aree.

Durante gli scontri avremo la possibilità di controllare un party di tre personaggi a nostra scelta (tra quelli via via liberati da Rufy e la sua ciurma), liberamente intercambiabili in qualsiasi momento tramite la pressione del tasto Select, in modo da sfruttarne le diverse mosse speciali e caratteristiche durante i combattimenti. Nonostante il tentativo di diversificare lo stile di combattimento dei personaggi in alcuni casi non raggiunga l'obiettivo prefissato, è comunque apprezzabile la varietà di modalità di attacco che gli sviluppatori hanno voluto conferire al gruppo: Usop, ad esempio, potrà sfoderare tutta la propria abilità di cecchino tramite una modalità in prima persona con la quale sfoltire le fila nemiche a colpi di fionda, mentre il possente Franky avrà un incedere sul campo di battaglia degno della sua stazza, e così via. Oltre ad una discreta lista di colpi speciali (eseguibili anche in tag con i propri compagni di party) e al fondamentale utilizzo (tramite il giusto tempismo) dei contrattacchi mappati sul tasto cerchio, fa il proprio ingresso in campo la modalità chiamata 'Scatto': tramite l'esecuzione di una lista di combo che il gioco ci mostrerà sullo schermo, potremo attivare un bonus temporaneo per i nostri attacchi standard e speciali, esaurito il quale una diversa lista di combo apparirà per essere sfruttata allo stesso scopo. Il combat system nel suo insieme ed i set di combo disponibili per ognuno dei nostri eroi ricordano molto, per semplicità di esecuzione e numero di opzioni, quelli conosciuti all'interno dei capitoli 'musou' del franchise, così come un livello di sfida mai stratosferico potrebbe scoraggiare i giocatori più esigenti da questo punto di vista: dopo un inizio decisamente in discesa le cose, infatti, si faranno via via più ostiche ma senza mai impensierire quei giocatori navigati che decideranno di porre particolare attenzione allo sviluppo dei propri personaggi.
La crescita di questi ultimi avviene tramite l'utilizzo di tre tipologie di 'Parole' che potremo trovare lungo le aree di gioco: oltre che a sbloccare determinate zone delle mappe, infatti, questi particolari 'motti' appartenenti ad ognuno dei nostri eroi potranno dividersi in Parole Abilità, Personalizzazione e Oggetto. Mentre le prime (una volta equipaggiate in appositi slot a mo di equipaggiamento) andranno semplicemente a migliorare le statistiche dei nostri compagni di viaggio, le seconde aumenteranno danno ed efficacia delle loro abilità speciali; categoria a sé faranno invece le Parole Oggetto, posizionabili all'interno del proprio inventario rapido per sfruttarne i benefici come fossero un normale oggetto consumabile soggetto ai propri tempi di ricarica.

Ad inframezzare un'azione altrimenti fin troppo monocorde troveremo anche due semplici mini-giochi di pesca e caccia agli insetti: equipaggiando la nostra fedele canna da pesca o un retino nei pressi di apposite aree, potremo infatti dedicarci ad una deviazione in salsa rhythm game rispetto alla formula di gioco classica, andando ad aumentare la varietà ed il numero di oggetti collezionabili all'interno del gioco.
Più che discreta sarà anche l'offerta di attività collaterali che l'HUB di gioco ci offrirà: partendo dalla locanda gestita dalla new entry Yodaya, infatti, potremo ampliare la piccola isola di Trans Town con una serie di attività che andranno ad arricchirne tanto l'economia quanto le possibilità per il giocatore; una volta raccolti lungo le mappe di gioco i materiali necessari a completare una o più 'botteghe' potremo dare il via alla costruzione di farmacie, empori, fabbriche e molto altro nelle quali il giocatore potrà potrà migliorare la qualità dei propri attrezzi da caccia e pesca, comprare oggetti curativi, far crescere piante dagli effetti particolari, ammirare tutto il bestiario catturato tramite il proprio retino e così via. Per quanto strutturata in modo semplice, insieme alla lunga campagna offerta dallo Story Mode l'offerta di attività e missioni secondarie (con obiettivi come la raccolta di particolari oggetti, l'eliminazione di determinati nemici e molto altro ancora) disponibili a Trans Town è tale da riuscire impegnare i maniaci del completamento per una quantità di ore più che buona.
UN TESORO ANCORA LONTANO
One Piece: Unlimited World R - recensione - PS3 Sul versante tecnico, forse a causa di un porting fin troppo fedele all'originale per Nintendo 3DS, Unlimited World Red svolge il proprio compito senza stupire in particolari ambiti: texture e modelli poligonali de sono stati ovviamente rifiniti e migliorati per giustificare il salto di piattaforma subito dal titolo Namco Bandai, ma ciò che ancora non riesce a convincere in pieno è in particolare il reparto animazioni. Nonostante il buon lavoro effettuato sul dettaglio dei nostri eroi, infatti, il loro movimento in alcuni casi può essere considerato un passo indietro rispetto agli spin-off della serie Dinasty Warriors, per quanto la fedeltà alle pose e alle movenze viste negli anime rimanga comunque di alto livello.

Per quanto anch'essi autentici al materiale d'origine, poi, gli ambienti di gioco appaiono decisamente poveri sul fronte della complessità poligonale e, in alcuni casi come il deserto di Alabasta, troppo monotoni e ripetitivi, al punto di disorientare il giocatore pur nella loro linearità. Di primissimo piano, invece, l'accompagnamento sonoro, con brani inediti in perfetto stile One Piece ed il ritorno del cast di doppiatori originali della serie che non potrà che soddisfare pienamente tutti gli amanti della serie, ormai affezionatisi ad ognuna delle diverse e particolari sonorità dei propri eroi. Molto apprezzabile, infine, anche la presenza di un'opzione di cross-save tra le versioni PS3 (da noi testata) e PS Vita del gioco.
Gradito avvicendamento rispetto alla classica formula 'musou' che fino ad oggi ha contraddistinto i capitoli videoludici della saga di One Piece su PS3, Unlimited World R parla ovviamente una lingua comprensibile ai soli appassionati dell'epopea piratesca di Eiichiro Oda, o quasi: un livello di sfida crescente ma mai realmente in grado di impensierire quei giocatori abituati ad una competizione dall''anima più scura' ed il forte ritorno di ambientazioni e personaggi conosciuti lungo la lettura delle avventure cartacee, rendono Unlimited World R un titolo prevalentemente fan-service. Una ancor più marcata diversificazione degli stili di combattimento, un'interazione ambientale maggiore ed un comparto tecnico più curato (anche nei suoi elementi di contorno) avrebbero potuto finalmente regalare a tutti i fan un titolo del quale andare fieri anche con i profani del verbo di Oda; così com'è, invece, Unlimited World R offre solamente un viaggio lungo un inedito arco narrativo, in grado di intrattenere i propri giocatori con due diverse modalità di gioco (Storia e Arena) e tutta una serie di attività secondarie votate al collezionismo: se per i fan più sfegatati (come chi vi scrive) ciò potrebbe rivelarsi più che sufficiente per impegnare il proprio tempo libero, a tutti gli altri consigliamo di soddisfare la propria voglia di azione rivolgendosi prima altrove.
VOTOGLOBALE7
Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

INVIA COMMENTO

One Piece: Unlimited World R

Disponibile per: 3DS | PSVita | PS3 | Wii U
Genere: Azione/Avventura
Sviluppatore: Ganbarion
Distributore: Bandai Namco
Publisher: Bandai Namco
Pegi: 12+
Lingua: Inglese con Sottotitoli in Italiano
M. Online: Multiplayer online fino a 8 Giocatori
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 27/06/2014
One Piece: Unlimited World R
6.5
7
7.5
8
8 voti
7.4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
One Piece: Unlimited World R: Elenco Topic Ufficiali
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD