Playstation 3: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
SuperCar Challenge > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

SuperCar Challenge - Recensione

Inviato il da Stefano "Obi-Wan" Massobrio
Ai videogiocatori di vecchia data il nome System 3 e la firma di Mark Cale non possono che far tornare dolci ricordi di alcuni dei titoli simbolo che hanno contraddistinto il mondo del videogioco negli anni 80. International Karate Plus, la saga di The Last Ninja e MYTH rappresentano pietre miliari della storia videoludica, nonchè il DNA di una software house che ha avuto il merito di attraversare oltre 20 anni di evoluzione del videogioco, senza perdere le propria identità, ma sapendosi anzi adattare alle esigenze di un mercato in costante mutazione.
Per tale motivo dalle arti marziali degli anni '80 Sytem 3 ha deciso di dedicarsi alle quattro ruote e in particolare alla pura simulazione automobilistica con Supercar Challenge, chiara evoluzione di Ferrari Challenge Trofeo Pirelli uscito nel 2007, esordio delle software house europea su Playstation 3.
La pressoché inesistenza di vere simulazioni automobilistiche su Playstation 3, dovuta alla presenza quasi esclusiva di titoli tipicamente arcade e ai tempi biblici di sviluppo di Gran Turismo 5, ha permesso prima a Ferrari Challenge e oggi a Supercar Challenge di porsi come unica alternativa di guida realistica su Playstation 3. Il rovescio della medaglia è sicuramente la responsabilità di inserirsi in un settore ricco di "concorrenza storica" di prodotti pluri blasonati, e la necessità di saziare giocatori davvero esigenti.
Prodotto da System 3 e sviluppato da Eutechnyx, Supercar Challenge punta quindi a migliorare i discreti risultati ottenuti con Ferrari Challenge, ma soprattutto a porsi come la migliore simulazione automobilistica per Playstation 3 e uno degli esponenti più rappresentativi del genere.
L'intenzione, da parte degli sviluppatori, di proporre al pubblico un titolo di qualità è evidenziata sin dalla presentazione, che vede uno degli oltre 40 modelli di auto ottimamente realizzati ruotare al centro dello schermo, mentre in sottofondo salgono le note dei celebri “Carmina Burana”, come a voler sottolineare l'importanza del titolo che stiamo per andare a giocare. Basta premere Start sul pad per passare all'interno del menù a scorrimento (l'impostazione è simile a quella di GT5 Prologue), in cui poter accedere alle varie modalità di gioco disponibili e regolare le impostazioni di per gameplay, grafica e audio.
Dal punto di vista delle possibilità offerte ci troviamo di fronte alle classiche scelte tipiche della maggior parte dei titolo di guida: si può decidere di scendere subito in pista con una gara rapida oppure prendere dimestichezza con le varie auto ed i circuiti selezionando l'intelligente tutorial. Per questa opzione gli sviluppatori hanno studiato una serie di test con vetture diverse su 16 circuiti (Supercar Challenge può contare su alcuni dei più famosi tracciati del mondo, quali SPA, Mugello, Misano, Paul Ricard ecc.), accompagnati dai consigli di Tiff Needell (pilota professionista nonché conduttore di Fifth Gear, una delle più famose trasmissioni inglesi dedicate al mondo dell'auto), che ci guiderà curva per curva segnalando come e quando frenare o come dosare l'acceleratore e lo sterzo.
Tralasciando le immancabili “prova a tempo” e “arcade” l'esperienza ludica di Supercar Challenge si fonda su tre modalità principali: Challenge, Torneo e Online. La più importante è sicuramente la prima, riconducibile alla classica stagione composta da una serie di eventi sbloccabili in successione. Le prestazioni in qualifica e gara permettono di ottenere i punti che rappresentano lo stato di avanzamento del giocatore e sbloccano gli eventi successivi, oltre a una serie di “Sfide a invito” che, se brillantemente superate, danno modo di vincere nuove auto senza doverle acquistare utilizzando i crediti ottenuti con le vittorie.
SuperCar Challenge - recensione - PS3 Proprio alle auto, alla loro modellazione poligonale, all'identità sonora di ogni vettura e alle possibilità di personalizzazione Eutechnyx ha dedicato buona parte degli sforzi di sviluppo. Gli oltre 40 modelli (la maggior parte di provenienza Ferrari, a parte new entry come Zonda, Aston Martin, McLaren F1, Veyron ecc.) sono infatti realizzati assecondando ogni minimo particolare, dagli esterni ai cockpit completamente 3D; il suono proveniente dal motore e dagli scarichi contraddistingue chiaramente ogni auto e l'aggiunta di un completo editor di livree con 51 strati di decalcomanie applicabili dà la possibilità di personalizzare il proprio mezzo come vogliamo.
I bolidi presenti in Supercar Challenge una volta in strada possono essere guidati utilizzando vari livelli di simulazione. Chi cerca un'esperienza non troppo impegnativa potrà scegliere l'impostazione arcade, chi invece vuole la vera sfida ed è possibilmente dotato di un buon volante (tutti i modelli Logitech, dal Driving Force Pro al neonato G27, sono supportati) potrà scegliere di disattivare progressivamente tutti gli aiuti elettronici disponibili, per poter avere il controllo totale di tutte le reazioni che l'auto può avere su pista.
Dal punto di vista simulativo Eutechnyx ha fatto un discreto lavoro per quanto riguarda il comportamento stradale delle vetture: disattivando tutti gli aiuti elettronici la guida deve essere il più pulita e regolare possibile, in quanto eventuali azioni sul volante o sui pedali troppo brusche portano inevitabilmente all'errore e all'uscita di pista. Il tutto si fa ancora più arduo nelle gare sotto la poggia, dove spesso si ha come l'impressione di correre su una lastra di ghiaccio.
Meno buono invece quanto è stato ottenuto dal punto di vista dell'interazione delle 16 vetture su pista, in quanto sia le reazioni dell'auto in caso di contatto, sia la realizzazione dei danni negli incidenti denotano una certa approssimazione e poca cura. Le auto tendono a rimbalzare tra di loro e gli effetti sulla carrozzeria e sulle prestazioni dell'auto in caso di scontro sono molto lievi, anche con l'impostazione dei danni al massimo. Non escludiamo che questa sia stata una scelta precisa degli sviluppatori, dovuta al fatto che l'IA delle altre vetture in pista non sembra essere molto evoluta ed equilibrata: spesso gli avversari non si accorgono della nostra presenza oppure si vanno ad incastrare in modo poco realistico all'ingresso delle curve. Per contro se liberi di correre sono decisamente ostici da battere e sbagliano raramente.
Per quanto riguarda l'aspetto puramente tecnico Eutechnyx ha fatto qualche passo in avanti rispetto a Ferrari Challenge rendendo più stabile il frame rate (anche se rimane fermo ai 30 quadri al secondo) migliorando la qualità dei modelli e dei tracciati grazie a un numero di poligoni maggiore e a texture più definite e realizzando un effetto pioggia su pista estremamente realistico dal punto di vista visivo. Per i possessori di TV Fullhd il gioco esce anche in 1080p anche se non nativi come WipeoutHD o GT5 in quanto in realtà la risoluzione effettiva è 960x1080. Per tale motivo l'immagine tende ad essere molto morbida e a non avere quella definizione tagliente che invece troviamo nei titoli Sony precedentemente citati. Notevole è la realizzazione sonora del titolo e soprattutto se dotati di un impianto home theater sembrerà di essere realmente all'interno di una Enzo o di una Zonda F.
La modalità multigiocatore permette di creare partite fino a 16 giocatori sia online che via Lan e si è dimostrata discretamente realizzata con un netcode sufficientemente stabile e le opzioni essenziali per poter creare una partita con i propri amici.
Supercar Challenge dimostra che Eutechnyx e System 3 stanno lavorando con passione a questa nuova serie: rispetto al loro primo titolo su PS3 alcuni passi avanti sono stati sicuramente fatti, ma resta ancora molto lavoro per arrivare all'eccellenza. Si tratta di un titolo non ancora pienamente maturo, in cui i difetti spesso tendono a sminuire troppo quelli che sono i pregi. Un ottimo modello di guida, sicuramente il più simulativo riscontrabile su PS3, anche a confronto del neoarrivato Shift e dell'atteso GT5, viene minato dai problemi generati da un'IA poco equilibrata e da un'interazione con gli avversari non realistica. Il consiglio è quello infatti di iniziare con l'ottimo tutorial per poter prendere la necessaria dimestichezza con il controllo dell'auto, in modo da dedicarsi alla modalità Challenge e alle eventuali sfide online con l'esperienza utile a sorvolare sui difetti elencati.
Le numerose modalità, le centinaia di gare proposte e la volontà di migliorarsi rendono poi il titolo di System 3 particolarmente longevo e potranno tenere occupati i possessori di Playstation 3 per i mesi che li separano dall'arrivo del quinto episodio della driving game più atteso.
VOTOGLOBALE7

INVIA COMMENTO

SuperCar Challenge

Disponibile per: PS3
Genere: Simulazione di guida
Sviluppatore: System 3
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione: 28/08/09
SuperCar Challenge
6
7
7
8
44 voti
6.9
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
mannaz83
Vi presento questa piccola chicca che tutti i giochi "super-hypati" hanno contribuito a nascondere. Supercar challenge, e lo si legge dal titolo, ...[Continua a Leggere]
8.5
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD