Videogiochi, Cinema, Serie Tv e Tecnologia
LocoRoco Midnight Carnival > Recensione
4 Commenti
Stampa
+0
     

LocoRoco Midnight Carnival - Recensione

Inviato il da Federico Graziano
Gli allegri LocoRoco, piccoli, morbidi, rotondi e con una spiccata attitudine al sorriso, sono diventati in poco tempo una delle mascotte della console portatile di casa Sony.
Lo stile grafico delizioso, un gameplay semplice ed originale e un sistema di controlli molto immediato hanno dimostrato le potenzialità di una console che, al tempo, era limitata al ruolo di PlayStation 2 portatile. La lezione impartita dagli sviluppatori con quel piccolo capolavoro che fu il primo episodio non ha tuttavia avuto l'effetto che molti speravano, ovvero di fare da rapido apripista a numerose produzioni originali e appositamente pensate per sfruttare le caratteristiche peculiari dell'hardware PSP.
Lo stesso sequel, perduto per ovvi motivi l'effetto novità e la freschezza esplosiva del prequel, si è accontentato di riproporre la stessa formula, senza presentare al pubblico novità importanti e riscuotendo di riflesso un'acclamazione senza dubbio minore.
La qualità e l'unicità del progetto, comunque, hanno consentito alle affamate palline canticchianti di conquistarsi velocemente numerosi estimatori in giro per il mondo, irretendoli con uno stile vincente, spensierato ed immediatamente riconoscibile.
Le storie dei vari titoli della serie sono semplici, tanto da sembrare banali, ma così perfettamente amalgamate con lo stile della produzione da risultare quasi indispensabili: un pretesto ad affrontare i vari livelli che accogliamo sempre molto volentieri.
Stavolta non ci sono alieni brutti e cattivi ad invadere il pianeta, ma esserini dispettosi chiamati BuiBui che hanno rapito i LocoRoco portandoli in una pericolosa festa notturana I nostri teneri blob vegetali non ne sembrano tuttavia spaventati e, anzi, affronteranno com'è nella loro natura i vari livelli con il sorriso. E noi con loro.
Anatomia di un LocoRoco
LocoRoco Midnight Carnival - recensione - PSP Una pallina gelatinosa, morbida e rotonda. No, non è un nuovo tipo di caramelle, ma è la forma e la consistenza di un LocoRoco, protagonista indiscusso della serie di cui questo Midnight Carnival è ultimo esponente. Il piccolo esserino, nella sua estrema semplicità, presenta un carisma unico, frutto di un design geniale. Nella silhouette dei LocoRoco rivediamo un'era in cui un cerchio giallo ed una bocca erano abbastanza per diventare leggenda.
I LocoRoco sono adorabili, simpatici a pelle: non è proprio possibile rimanere indifferenti alle loro buffe espressioni o ai vari gridolini: se probabilmente i Sackboy di LittleBigPlanet sono un prodotto dell'immaginazione, una personificazione dei sogni, i LocoRoco sono felicità, un concentrato di gioia fanciullesca dalla forma tonda.
Le abilità di questi morbidi e simpatici blob vanno a caratterizzare il gameplay del titolo: essi possono rotolare e saltare per superare ostacoli, colpire nemici o raggiungere particolari oggetti da addentare come frutti o liane; tutto questo inclinando semplicemente il piano di gioco con l'ausilio dei soli due tasti dorsali. Rispetto ai precedenti episodi Midnight Carnival introduce poi il “boing”, un salto particolarmente alto ed efficace. Per attivarlo basterà fare due rimbalzi consecutivi che faranno partire un moltiplicatore di punteggio, il tutto mentre il nostro LocoRoco sarà avvolto da un vivace alone colorato, caratterizzato per altro da un riuscito effetto grafico. L'utilizzo di questa abilità è il perno intorno al quale ruoterà tutta l'esperienza ludica del titolo, a partire dal level design studiato proprio per sfruttare le possibilità offerte da questi super-rimbalzi.
Concentrandosi su questo aspetto gli sviluppatori hanno dato una scossa invisibile, ma sostanziale alla progressione, dettandone nuovi ritmi e ampliando in senso di controllo esercitato dal giocatore. Abbandonata quasi completamente è invece la necessità di “dividere” il nostro LocoRoco in tanti esemplari più piccoli per superare passaggi particolarmente stretti. La scelta è probabilmente dovuta alla volontà di concentrare i comandi unicamente sui dorsali, rendendo il gioco ancora più immediato. Con un po' di malizia ipotizziamo che le scelte che ruotano sia intorno ai controlli che alla modalità di distribuzione siano state fatte principalmente in vista della PSPgo: infatti è possibile giocare a Midnight Carnival sulla nuova console anche tenendo lo schermo chiuso.
Il Carnevale di Mezzanotte
Midnight Carnival non è propriamente un terzo capitolo del franchise, ma un episodio di transizione dedicato principalmente ai fan della serie, che propone una struttura ludica interamente incentrata sul completamento dei vari livelli della storia, eliminando tutte le modalità di contorno quali la vecchia Loco House. Il prezzo ridotto (circa quindici euro) e la modalità di distribuzione (solo via PlayStation Store) tradiscono il carattere puramente “budget” della produzione che, alla luce della qualità generale espressa, non può che lasciare nel giocatore un po' di amarezza. È proprio un peccato che non si sia creduto a sufficienza nelle potenzialità del progetto, perchè Midnight Carnival avrebbe potuto ambire a qualcosa di più di un semplice titolo secondario nell'affollata line up di fine anno del portatile Sony.
L'ultimo nato nel brand LocoRoco, comunque, è per l'utente navigato un titolo decisamente più appetibile e divertente rispetto ai precedenti episodi: il livello di sfida superiore, mai eccessivo grazie all'introduzione dei checkpoint, e il ritmo di gioco più sostenuto, dovuto all'assenza di pause all'interno di uno stage, donano più gusto e soddisfazione alla progressione, stabilita con precisione dalla lista dei livelli da completare per sbloccare i successivi.
Una delle novità introdotte è il “Negozio BuiBui”, nel quale potremo acquistare, spendendo i “Pickory” raccolti per i livelli, buffe e simpatiche personalizzazioni per i nostri LocoRoco e la modalità replay, per rivedere o condividere con i nostri amici i replay delle nostre partite preferite.
Infine segnaliamo la presenza, per la prima volta nella serie, di una modalità multigiocatore in locale, nella quale potremo competere con un amico nel completamento di un determinato livello. In verità questa modalità non rappresenta un'aggiunta particolarmente degna di nota a causa del fatto che i due giocatori non potranno interagire in alcun modo tra di loro, ma comunque apprezziamo il tentativo di espandere gli orizzonti ludici del prodotto.
Stile LocoRoco
Loco Roco Midnight Carnival mantiene la carica spensierata che ha caratterizzato ogni episodio della serie, portandola nelle tetre e spettrali ambientazioni notturne. Non vi è però timore o paura a caratterizzare lo stile audiovisivo: i canti gioiosi delle adorabili palline squarciano la mezzanotte, trasformando a suon di rimbalzi uno scherzetto dei dispettosi BuiBui in un festival di esplosioni pirotecniche.
Tecnicamente il titolo non si discosta molto dai capitoli precedenti, offrendo il solito e bellissimo mondo in due dimensioni, impreziosito dal sempre ispirato level design. I vari stage sono davvero riusciti, con una qualità generale molto alta: rotoleremo su impervi sentieri di montagna e voleremo velocissimi sugli scivoli ghiacciati, passando per foreste e ruscelli dispettosi.
Lo stile della produzione predilige, come abbiamo detto, ambientazioni notturne, tetre, e lo fa con grande personalità. I colori sgargianti delle scie luminose dei LocoRoco e le allegrissime canzoncine fanno da forte contrasto all'ambientazione, proponendo un mix davvero riuscito.
Eccellente, come sempre, il sonoro, caratterizzato da musiche ispirate e assuefacenti. Il ritorno dei canti originali dei LocoRoco è graditissimo: i brani mai noiosi e sempre tremendamente simpatici da ascoltare.
Sony ripropone con successo la ricetta del buon umore. Bello da vedere e divertente da giocare, Midnight Carnival è una più che degna evoluzione del brand, che non stravolge, ma anzi perfeziona la già collaudata ed apprezzata formula di gioco, aumentando il livello di sfida e il senso di controllo sugli allegri personaggi. Stile e sonoro come al solito al top della categoria, un numero di livelli non elevatissimo, ma giustificato dalla buona qualità generale.
Con un rapporto qualità/prezzo eccellente questo nuovo LocoRoco risulterà ampiamente soddisfacente per tutti gli appassionati del genere e, soprattutto, della serie.

In questi pomeriggi uggiosi Midnight Carnival è una salvezza ridente e spensierata.
Compratelo, giocatelo, amatelo. E poi rotolate qui a dirci quanto vi è piaciuto.
VOTOGLOBALE8
Potrebbe interessarti anche:

INVIA COMMENTO

LocoRoco Midnight Carnival

Disponibile per: PSP
LocoRoco Midnight Carnival - PSP
Genere: Platform
Sviluppatore: Japan Studio
Distributore: Sony Computer Entertainment
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SystemLink
Data di Pubblicazione: 07/11/09
LocoRoco Midnight Carnival
8.5
9
7
8.5
38 voti
7,4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD