Videogiochi, Cinema, Serie Tv e Tecnologia
Lord of Arcana > Recensione
12 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Lord of Arcana - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
Un paio di settimane fa vi abbiamo proposto un corposo hands-on su una versione praticamente definitiva di Lord Of Arcana. Il titolo sviluppato da Access Games e prodotto da Square-Enix, a fronte di una buona realizzazione tecnico-artistica, ci aveva lasciato qualche perplessità inerente al gameplay e alla sua componente multiplayer.
Entrati in possesso della versione finale del gioco, abbiamo potuto analizzare attentamente e approfonditamente tutte le meccaniche che sorreggono questo emulo di Monster Hunter. Ma attenzione: le brutte notizie sono arrivate non appena abbiamo inserito l’UMD nella PSP.
 
Pietre magiche e eroi smemorati
Lord of Arcana - recensione - PSP Il perché di un incipit così pessimista? Presto detto: come avevamo già pronosticato in sede di hands-on, difficilmente il codice definitivo sarebbe differito di molto da quello preview. Effettivamente, a conti fatti, ci è persino andata peggio: non siamo stati in grado di riscontrare alcuna differenza tra le due versioni. Ma andiamo con ordine, anche per coloro che si fossero persi la puntata precedente.
Lord Of Arcana, come già detto, è un perfetto emulo di Monster Hunter con premesse narrative e mondo immaginario ovviamente diverso.
Il mondo di Horodyn non se la sta passando molto bene. Fondato in tempi remoti dall’omonimo eroe, poi divenuto re, il regno è oggi sconvolto dalla presenza di forze malefiche sempre più potenti e minacciose. L’unica e ultima speranza? Riunire le pietre Arcana, giganteschi cimeli dagli incredibili poteri capaci di qualunque cosa. Poco a sorpresa qui entrate in gioco voi. Voi e il vostro avatar, creato tramite un piuttosto rudimentale e deludente editor. Scelto il nome e il sesso, potrete editarne l’aspetto del volto e il colore della carnagione a partire da un irrisorio set di caratteri preimpostati. Inoltre sarete chiamati a decidere l’arma che, almeno inizialmente, impugnerà. Potrete selezionare la maneggevole spada a una mano, che vi permetterà anche di equipaggiare uno scudo, o se optare per più ingombranti asce, spadoni a due mani e così via. Questa scelta, tuttavia, vi limiterà solo nelle prime fasi dell’avventura, visto che in seguito potrete acquistare liberamente una qualsiasi delle armi presenti nel gioco.
Sempre continuando nel vortice di sorprese legate alla trama, il vostro avatar, di cui pur se ne intuiscono le origini divine o quanto meno metafisiche, si materializzerà nel Regno di Horodyn privo di memoria. Giunto nella città di Porto Carrillo al nostro non rimarrà altro da fare se non iscriversi alla Gilda degli Slayers e buttarsi a capofitto in una lunga serie di quest alla ricerca delle mitiche pietre Arcana.
Come da tradizione per giochi di questo genere, la trama è quasi del tutto assente. Si rimbalza da una missione e l’altra senza che dialoghi o scene non interattive si alternino sullo schermo, salvo quando riuscirete a recuperare uno degli agognati manufatti. Ciononostante non dovete certo aspettarvi che Lord Of Arcana riesca a stupirvi con il suo impianto narrativo, che a conti fatti risulta evanescente, scontato e assolutamente dimenticabile.
Monster Hunter insegna
Andrà meglio dal punto di vista del gameplay, giusto? Purtroppo la risposta non è quella sperata, ma non è nemmeno un lapidario quanto perentorio no.
Fondamentalmente Lord Of Arcana è un RPG action che può essere tranquillamente diviso in due distinte fasi.
La prima di queste vi vede nella pacifica e marittima città di Porto Carillo. Qui, ad attendervi, ci saranno tutta una serie di personaggi non giocanti che vi forniranno diversi servizi. Alcuni saranno al loro posto solo per darvi qualche consiglio, altri al contrario gestiranno alcuni negozi che diventeranno sempre più fondamentali nel corso dell’avventura. Esattamente come accade in Monster Hunter i vari negozi non venderanno solo regolari pozioni, armi e corazze assortite, ma saranno anche in grado di confezionarvi oggetti su misura in cambio delle risorse necessarie per costruirle. Ciò significa che se durante le prime missioni sfrutterete l’inventario messovi a disposizione dai vari rivenditori, presto capirete che per avere la meglio sui nemici sempre più forti sarete obbligati a fabbricarvene di nuovi. Questo meccanismo crea quasi un gioco nel gioco stesso, obbligandovi sempre a tenere un occhio sulla missione corrente e l’altro sui vari materiali reperiti. Inoltre, lo spirito del collezionista che alberga in ognuno di noi, avrà il suo bel da fare vista la quantità quasi straripante di spadoni, asce, elmi e così via che potrete ottenere.
La seconda fase in cui è suddiviso Lord Of Arcana è invece quella relativa alle quest vere e proprie. Ed è proprio qui che va fatta una piccola premessa. Tirando nuovamente in ballo Monster Hunter, è noto come il titolo Capcom valga esattamente il doppio quando giocato online insieme ad altri utenti umani. Il concetto è valido anche per il prodotto Square-Enix: da soli il divertimento è assolutamente relativo, in compagnia invece le cose vanno sicuramente meglio. Tenendo a mente questo concetto, cerchiamo di capire dove fallisce il combat system di Lord Of Arcana.

INVIA COMMENTO

Lord of Arcana

Disponibile per: PSP
Genere: Action RPG
Sviluppatore: Square-Enix
Distributore: DDE
Pegi: 16+
Lingua: Tutto in Inglese
M. Offline: Multiplayer offline fino a 4 Giocatori - SystemLink
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 04/02/2011
Lord of Arcana
8
5
6
7.5
25 voti
5.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD