Videogiochi, Cinema, Serie Tv e Tecnologia
I ragazzi di Nvidia presentano il nuovo Shield Tablet
Mondiali FIFA Sudafrica 2010 > Recensione
2 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Mondiali FIFA Sudafrica 2010 - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
Avete mai provato a fare un sondaggio tra i vostri amici, chiedendogli qual è il capitolo della lunghissima saga di FIFA al quale sono più affezionati? Se i vostri amici sono almeno maggiorenni, non dovrete sorprendervi se una buona fetta di loro avrà concentrato la propria preferenza sull’edizione del 98. Lo splendido e allora avanguardistico, Road To World Cup non solo era il secondo e più convincente capitolo in 3D, ma univa l’ebbrezza di affrontare un buon numero di campionati nazionali, al sapore unico offerto dai mondiali che quell’anno si svolsero in Francia. Se a questo andiamo poi ad aggiungere la mitica Song 2 dei Blur come pezzo principale della colonna sonora e il mai sufficientemente compianto campo indoor, è facile capire il perché di tanto amore. Negli anni, lo ben sappiamo, la furba EA ha ben deciso di separare le competizioni tra club, dalle più importanti manifestazioni internazionali creando ora l’edizione per gli Europei, ora quella per i Mondiali.
Come ormai di consueto dunque, eccoci qui ad analizzare l’ennesimo FIFA only Mondiali. 2010 Fifa World Cup South Africa infatti, dopo aver raggiunto le console casalinghe, approda anche su PSP. Vale la pena di abbandonare FIFA Soccer 10, o i suoi equivalenti per le piattaforme maggiori, per buttarsi nella corsa alla Coppa Del Mondo? Scopriamolo insieme.
Tanti modi di vivere la Coppa Del Mondo
Che l’impegno di EA nella creazione delle controparti portatili dei suoi titoli di punta, sia minore rispetto a quello riposto nelle versioni casalinghe, non è certo una novità. Tuttavia è questione di una attimo rimanere stupiti, e quindi abbagliati, dalla ricchezza del menù principale. Tralasciando opzioni, gallerie sbloccabili e non, la classica partita veloce e il poco curato tutorial, per essere un’edizione mono-tematica le modalità disponibili sono comunque più che sufficienti. Si parte con la classica corsa alla Coppa del Mondo. Selezionata una nazionale l’accompagnerete dalle qualificazioni, fino alle fasi finali del torneo. Purtroppo non è possibile personalizzare il cammino della vostra squadra: forzatamente dovrete seguire l’andamento scelto dagli sviluppatori. Altra modalità riguarda il classico, ma sempre efficace, elenco di partite da concludere rispettando determinati obbiettivi. Non subire goal, ribaltare il risultato, vincere in inferiorità numerica e così via. Innumerevoli altri giochi di calcio hanno presentato un sistema simile e certamente 2010 Fifa World Cup South Africa non intende essere un titolo originale, ma la presenza di queste missioni è tutt’altro che spiacevole. Si continua poi con la modalità Captain Your Country. In parole povere creando un giocatore ex-novo o vestendone i panni di uno realmente esistente, vivrete l’intera corsa al Mondiale, controllando unicamente il giocatore scelto. Questa modalità è sicuramente molto stimolante, visto che per mantenere il posto in squadra sarete chiamati a giocare sempre bene. In campo infatti, ogni vostra azione comporterà un aumento o un abbassamento del voto che riceverete a fine partita. Un goal, un assist e ottimi passaggi vi garantiranno un posto sempre più onorevole in squadra. Perdere palla, farsi ammonire e non rispettate la posizione in campo assegnatavi invece, vi garantirà presto tanta panchina. Non solo, ma in proporzione all’indice di gradimento, al termine di ciascuna partita, riceverete un certo numero di punti esperienza da spendere poi per migliorare le caratteristiche del vostro giocatore. Inutile dire che affezionarsi al proprio avatar e fare di tutto per fargli prendere sempre ottimi voti è questione di un attimo. A concludere il relativamente nutrito elenco di voci del menù principale, il multiplayer per due giocatori sia on-line, che in locale. Niente di metafisico o particolarmente riuscito anche in questo senso, ma la sola presenza garantirà qualche pomeriggio passato a vomitare insulti a conoscenti e non.
Come FIFA 98!
Storditi anche dalla bellezza estetica dei chiarissimi menù, con il cuore gonfio di speranza scenderete per la prima volta in campo. Qui, purtroppo, le vostre illusioni si infrangeranno con un gigantesco fragore. Sia chiaro sin da subito: 2010 Fifa World Cup South Africa non è un brutto gioco, tutt’altro. Tuttavia è difficile non sentirsi proiettati dieci anni indietro analizzando l’IA di compagni e avversari e buttando l’occhio anche sulla solo sufficiente veste grafica che soffre spesso di rallentamenti capaci, raramente, di rendere la vita difficile al videogiocatore. Perfino a livelli di difficoltà maggiori e potendo contare su una conoscenza tattica molto ampia, difficilmente potrete disegnare sul campo di gioco intricate strategie e fitte linee di passaggio. L’uno contro uno spesso sarà la soluzione più efficace e non mancano nemmeno strani rimpalli del pallone al limite del paradosso fisico. Piccole sbavature e un gameplay non troppo profondo, insomma, rendono 2010 Fifa World Cup South Africa incapace di lottare ad armi pari con altre iterazioni calcistiche viste su PSP o sul altri formati.
Ritornando inoltre sul comparto grafico è impossibile non deprecarne la semplicità del tutto, modelli poligonali e animazioni in primis, e sulla presenza di rallentamenti. Nulla da eccepire invece sul sonoro. Potendo contare su un’anglofona telecronaca, su brani su licenza e sui soliti e ripetitivi effetti, da questo punto di vista il prodotto è inattaccabile.
Per quanto concerne la longevità, molto dipenderà dalla vostra pazienza. Di carne sul fuoco tra sbloccabili e modalità alternative ce n’è sicuramente, ma difficilmente durerete a sufficienza per vedere tutto ciò che gli sviluppatori hanno creato per voi.
2010 Fifa World Cup South Africa non è assolutamente un gioco mal sviluppato. Non è nemmeno il classico gioco su licenza da evitare a tutti i costi. Il prodotto EA, semplicemente, è un gioco sviluppato di fretta e con un basso budget, che sfrutta un’IA e un motore grafico assolutamente sorpassati.
Tuttavia le tante modalità di gioco, il fascino dei Mondiali e la possibilità di far trionfare nuovamente, almeno videoludicamente parlando, la nostra nazionale azzurra, spingerà sicuramente i fanatici del calcio all’acquisto. Solo non prendetevela se lo troverete poco profondo e se vi annoierete ben prima che i Mondiali, quelli veri, giungano al termine. Da comprare solo usato o se proprio siete schiavi dei giochi di calcio.
VOTOGLOBALE6
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Mondiali FIFA Sudafrica 2010

Disponibile per: PS3 | PSP | XBOX 360 | Wii | iPhone
Genere: Simulazione Sportiva
Sviluppatore: EA Canada
Distributore: Electronic Arts
Costo iPhone: 5,49€
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: 1 Vs 1
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SystemLink
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 30/04/2010
Mondiali FIFA Sudafrica 2010
5.5
6
7
7.5
34 voti
6.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
IMMAGINI NON PRESENTI
diablo aka shadow
Mondiali Fifa Sud Africa 2010 non un semplice titolo dedicato ai mondiali di quest'anno, ma un vero e propio Fifa 11 migliorando Fifa 10 in ogni asp...[Continua a Leggere]
9
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD