Playstation Vita: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
MotoGP 13 > Recensione
11 Commenti
Aggiungi ai preferiti / Condividi
+0
     

MotoGP 13 - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
Tra i generi più in voga e che ben si sposano con un sistema portatile, sicuramente non figura quello delle simulazioni di guida. Privi di sistemi input che permettano di gestire il veicolo con precisione e accortezza -fatto salvo per l'intramontabile deriva arcade spesso generosa di prodotti di qualità- tra essi non si annoverano indimenticabili capolavori.
Non senza un po' di sorpresa dunque, ci siamo ritrovati tra le mani una copia del nuovo MotoGP 13 da recensire. Figlio legittimo dell'italianissima Milestone, segna il ritorno alle due ruote del team di sviluppo che in passato si è districato con diverse edizioni di SBK: saga che traduceva in campo videoludico il campionato di Superbike.
Proprio qualche giorno fa vi abbiamo proposto la nostra recensione della versione per Xbox 360, PS3 e PC. Come potete vedere con i vostri stessi occhi abbiamo premiato gli sforzi degli sviluppatori con un convincente otto. Possiamo premiare similmente anche questa versione per PS Vita? Siamo di fronte a uno dei pochi simulatori di guida portatili meritevole di essere acquistato?
Il lungo cammino verso il motomondiale
MotoGP 13 - recensione - PS Vita Se è vero che un televisore di ragguardevoli dimensioni, un home theater come si deve e un volante (anche se dovremmo parlare di manubrio in questo caso) fanno indubbiamente tutta la differenza del mondo, dobbiamo ammettere che l'idea di un gioco di moto portatile ci ha intrigati sin dall'inizio. Trattandosi poi della MotoGP, e non di un arcade qualsiasi, l'ansia e il desiderio di testare il prodotto in prima persona era palpabile.
Neanche il tempo di fare un giro di prova che già la prima buona notizia si era materializzata sullo scintillante schermo della PS Vita sotto forma di un ricco menù principale. Rispetto alla versione casalinga manca qualcosa, lo si nota immediatamente, ma stiamo parlando davvero di piccolezze. Gara Istantanea Gran Premio e Campionato si spiegano da soli e permettono un buon grado di personalizzazione: giocando con le opzioni potrete scegliere il numero di giri per ogni gara, eventuali condizioni meteo, l'usura o meno delle gomme, l'aggressività degli avversari e così via. Sfida a Tempo, modalità attualmente assente nella versione per Xbox 360 e PS3, vi permetterà di fare pratica su ogni circuito e, magari, registrare qualche record da vantare con i vostri amici. Multigiocatore rappresenta il cuore del multiplayer online. Complice un matchmaking che combatte con efficacia la relativa assenza di utenti sui server, avviare una partita è questione di pochi attimi. Sprint Season rappresenta invece una voce piuttosto interessante visto che vi permetterà di imbastire, sempre online, un campionato con un gruppo di amici che, in linea teorica, vi porterà a sfidarvi dalla Moto 3, sino alla classe regina. Naturalmente la riuscita della competizione dipende prevalentemente dall'organizzazione dei partecipanti, visto che una volta scesi in pista il netcode si comporta egregiamente. Non manca qualche minuscolo caso di lag, ma ammettiamo che siamo rimasti piuttosto sorpresi nel constatare come tutto funzionasse così bene.

Conclude questa veloce carrellata sul menù principale l'immancabile Carriera. Creare il vostro avatar non vi regalerà chissà quali soddisfazioni dal momento che le scelte da fare sono davvero pochissime, ma ritrovarsi scaraventati in Moto 3 nel ruolo di Wild Card, a caccia del primo vero contratto, ha un che di emozionante. Ben supportati dal vostro manager, tra una gara e l'altra potrete controllare le mail in entrata tenendo sott'occhio i possibili nuovi ingaggi, sino a diventare pilota ufficiale di qualche team e tentare la scalata sino all'ambita MotoGP. Purtroppo la parte gestionale è praticamente assente. Per mantenere alto l'interesse nei vostri confronti dovrete ottenere determinati piazzamenti e battere un pilota avversario che potrete selezionare tra un breve elenco, ma il tutto si limita a questo. La progressione, supportata dall'onnipresente esperienza da accumulare con cui sbloccare piloti e circuiti da usare nelle altre modalità, c'è e incoraggia l'utente a dare il meglio di sé per inanellare vittorie e successi, ma all'atto pratico le ricompense tangibili sono ben poche. Non aiutano in questo senso le pochissime e brevissime scene d'intermezzo che seguono ogni buon piazzamento.
Al di là di queste piccole sbavature della Carriera, MotoGP 13 si presenta con un menù principale sufficientemente abbondante da garantire una buona longevità. Da questo punto di vista la versione per PS Vita ha davvero pochissimo da invidiare a quella casalinga.
Stick troppo piccoli e incidenti incredibili
MotoGP 13 - recensione - PS Vita Saliti in sella alle moto invece, le differenze si notano. Senza voler creare un diretto paragone tra le edizioni, sarebbe ingiusto e totalmente inutile, il primo limite che si riscontra ha a che vedere con l'hardware. L'analogico sinistro della PS Vita ha dato prove più volte di essere un compagno affidabile e preciso ed anche in MotoGP 13 si comporta piuttosto bene. Complici le sue dimensioni ridotte, tuttavia, non permette quel grip necessario per controllare alla perfezione il proprio mezzo. Soprattutto quando si iniziano a disattivare gli aiuti alla guida, e le cose si fanno progressivamente più delicate e difficili, i palati più fini potrebbero lamentare una cronica imprecisione di fondo.
Questo limite della console si scontra con un sistema di guida tutt'altro che raffazzonato. Ancora una volta dobbiamo sottolineare che non si raggiunge l'eccellenza riscontrata su home console e PC, ma siamo indiscutibilmente di fronte a una simulazione di guida ben realizzata e adatta a tutte le esigenze. Pur non scadendo mai nell'arcade, guidando una 250cc con tutti gli aiuti attivati qualsiasi neofita avrà tutto il tempo di prendere confidenza con la moto senza mangiare asfalto ad ogni curva. Al contrario, per far derapare la vostra potente Honda nei panni di Dani Pedrosa, dovrete azionare indipendentemente i due freni stando ben attenti a non aprire troppo il gas in uscita. Il tutto è insomma piuttosto credibile e lavorando sull'assetto della moto, variando la rigidità delle sospensioni piuttosto che il rapporto delle marce, avrete effettivi riscontri sulle prestazioni.

Anche il motore fisico si comporta più che bene. Se le 250cc si piegano con relativa facilità, con le 1000 sentirete tutto il peso di un "cavallo di razza". Con la pista bagnata, infine, bisogna scordarsi categoricamente di frenare in curva. Messe le ruote sullo sterrato preparatevi a finire a gambe all'aria. L'unico appunto che si può muovere in questa direzione è il non perfetto algoritmo che gestisce le collisioni. Alcune volte i piloti sembreranno ancorati a moto e asfalto, altre, in maniera del tutto arbitraria, verranno sbalzati per metri con una facilità impressionante.
MotoGP 13 si lascia insomma giocare sia dai neofiti, sia chi è alla ricerca di una simulazione dura e pura. Non manca qualche sbavatura naturalmente, ma il problema più grande è rappresentato dalla console stessa: in quanti saranno disposti a rinunciare a tutte le comodità che può offrire una piattaforma casalinga, per affidarsi al brivido del piccolo stick del portatile Sony? Se la risposta sembra scontata, la portabilità dell'edizione per PS Vita potrebbe rappresentare una caratteristica tutt'altro che secondaria in sede decisionale. Ciò che è certo è che il gioco funziona. Non è perfetto, ma farà la felicità di tutti gli amanti di questo sport.
Purtroppo dal punto di vista grafico Milestone non è riuscita a fare un lavoro decoroso. I modelli poligonali sono piuttosto avari di dettagli, texture di piloti e piste lasciano a desiderare, il frame-rate si inceppa spesso quando sullo schermo ci sono più di quattro moto contemporaneamente. Più che di un titolo PS Vita, a dirla tutta, sembra di avere a che fare con uno titolo PSP. A salvare un quadro altresì deprimente ci pensano le buone animazioni e i pulitissimi menù.
Buono invece il sonoro. Gli effetti si difendono, pur non brillando particolarmente; le musiche accompagnano bene il tempo che passerete fuori dai circuiti e uno squillante Guido Meda darà voce a piccoli ragguagli su pista e condizioni meteo prima di ogni gara.
MotoGP 13 fa bella figura anche su PS Vita nonostante qualche perplessità di troppo ne inibisca parzialmente gli entusiasmi. Sistema di guida e motore fisico si comportano alla grande, ma purtroppo il prodotto soffre di una realizzazione grafica non all’altezza e dei limiti fisiologici della console ospitante. Chiunque potrà divertirsi con il titolo Milestone e non mancherà chi preferirà questa versione a quelle per Xbox 360 e PS3 proprio per la portabilità. Tuttavia i puristi del genere troveranno troppo poco preciso l’analogico della PS Vita per affidargli la responsabilità dei propri record su giro.
Ancora una volta insomma, non siamo di fronte a un simulatore di guida per portatile imperdibile. Se però state cercando un bel gioco di moto da gustarvi anche lontani da casa, avete appena trovato ciò che fa per voi.
VOTOGLOBALE7.5
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

MotoGP 13

Disponibile per: PS Vita | XBOX 360 | PC | PS3
Genere: Simulazione di guida
Sviluppatore: Milestone
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 21/06/2013
MotoGP 13
5.5
7.5
7.5
7
4 voti
8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
MotoGP 13: Elenco Topic Ufficiali
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD