Playstation Vita: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
In diretta con i ragazzi di Melagodo dal Lucca Comics
Sly Cooper: Ladri nel Tempo > Recensione
13 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Sly Cooper: Ladri nel Tempo - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
Dopo una lunghissima fase di avvicinamento, iniziata addirittura nel 2011 con la presentazione ufficiale nel corso dell'E3, Sly Cooper Ladri Nel Tempo è finalmente pronto a raggiungere i negozi nostrani. La notizia che non sarebbe stata Sucker Punch a curarne lo sviluppo, ma la poco quotata Sanzaru Games, ci aveva inizialmente messo in ansia sulle cure che il progetto avrebbe ricevuto. Fortunatamente i numerosi incontri che abbiamo avuto con il prodotto, restituiti sottoforma di anteprime o hands-on, ci hanno via via rassicurato. Pur avendo sin da subito l'impressione che non ci saremmo trovati di fronte a un capolavoro del genere, è nata sin da subito la speranza e convinzione che si potesse parlare di un action/platform sviluppato con perizia e cognizione di causa, ideale per i fan da troppo orfani del loro beniamino e per un pubblico giovane o poco pretenzioso in termini di profondità.
La prova del nove non ha fatto altro che confermarci quanto preventivato. Per quanto perda un po' di smalto sul lungo periodo, l'avventura nei panni del ladro procione si rivela piacevole e ben confezionata.
 
La storia con i se
Sly Cooper: Ladri nel Tempo - recensione - PSVita Sly Cooper Ladri Nel Tempo è un titolo tutto azione, esplorazione e salti da una piattaforma all'altra.
Controllando diversi personaggi, avrete il compito di portare a compimento le missioni muovendovi, spesso con circospezione, in ambientazioni liberamente esplorabili.
La trama è estremamente semplice, ma non avara di momenti riusciti e di dialoghi divertenti. Sly Cooper, dopo le peripezie narrate nei precedenti capitoli della saga, ha deciso di appendere il piede di porco al chiodo. Coronato il sogno d'amore con la sua ex-rivale, la detective Carmelita Fox, il nostro è però forzatamente richiamato alle armi, quando Bentely, suo alleato da sempre, lo avvisa di una terribile scoperta. Le pagine del Thievius Raccoonus, tomo che racchiude le leggendarie gesta degli antenati del procione, si stanno lentamente cancellando.

Il motivo di un simile misfatto è molto semplice: qualcuno sta alterando il passato, nel tentativo di mettere fuori gioco l'anti-eroe. Dopo aver contattato Murray, l'ippopotamo, la banda si pone come primo obbiettivo quello di rubare un antico pugnale appartenuto a un antenato di Sly, custodito in un museo a Parigi. Il manufatto è indispensabile per attivare la macchina del tempo costruita appositamente da Bentley e tramite la quale il terzetto sarà in grado di viaggiare a ritroso nel tempo per cercare di risistemare le cose.
Premesse molto semplici che fungono da manifesto per una trama dai toni leggeri, per nulla interessata a intersecare tematiche di qualsiasi genere. Ciononostante non fungerà da semplice orpello per concatenare le varie ambientazioni e missioni. La sceneggiatura infatti si difende grazie a dialoghi spiritosi e all'indiscutibile carisma dei vari attori. L'intreccio narrativo non lascerà ricordi indelebili nella memoria dei videogiocatori, ma resta comunque piacevole e adatto al target di riferimento.
Il procione, la tartaruga, l’ippopotamo, l’antenato
Sly Cooper: Ladri nel Tempo - recensione - PSVita Superato il livello ambientato a Parigi, che funge da tutorial, vi ritroverete nel Giappone feudale pronti a prendere contatti con il primo degli antenati di Sly. Come imparerete sin da subito, potrete decidere se dedicarvi alla missione di turno, selezionando il personaggio prestabilito, o darvi al free-roaming. Qualunque sia la scelta che compierete, il terzetto di protagonisti vi imporrà un diverso gameplay: differenze che si faranno sentire tanto più nelle missioni vere e proprie, disegnate intorno alle potenzialità di ciascuno.
Sly Cooper incarna lo spirito stealth del gruppo. Nei suoi sinuosi panni dovrete eludere le guardie, colpirle alle spalle quando necessario ed evitare il più possibile lo scontro diretto. Non stiamo parlando di un Metal Gear: dimenticatevi gadget iper-tecnologici e lunghi appostamenti utili per conoscere gli spostamenti delle guardie. Avrete a che fare con nemici dotati di un'I.A. poco sviluppata, incapaci di vedere molto oltre al proprio naso: non esagerando potrete muovervi senza badare troppo a chi vi sta intorno.
"Sly Cooper Ladri Nel Tempo è un degno action/platform che recupera con efficacia la formula che appartenne alla saga ai tempi della PS2"
Ciononostante, quando verrete scoperti, vivrete momenti di puro panico: attorniati dai rinforzi che non tarderanno a sopraggiungere, noterete come al nostro bastino un paio di colpi ben assestati per finire al tappeto. Per evitare tutto ciò dovrete quindi contare sulle mosse di atterramento istantaneo e, soprattutto, sulle capacità ginniche di Sly. Sfruttando l'interattività dello scenario, imparerete ad affidarvi a grondaie, funi, respingenti e molto altro per divincolarvi da situazioni scomode o raggiungere agilmente i luoghi d'interesse. Non mancano poi costumi alternativi che doneranno speciali poteri all'avatar. L'armatura da samurai è indispensabile per superare indenni le fiamme, la divisa da galeotto vi permetterà di utilizzare la pesante palla al piede per abbattere determinati muri e così via.
Bentley, dal canto suo, rappresenta la mente del gruppo. Fine stratega, è in possesso di numerosi gadget con cui farsi strada tra i nemici. Per quanto anche nei suoi panni sarà sconsigliabile lo scontro diretto, grazie alle bombe potrete fare facilmente piazza pulita di qualsiasi minaccia. Inoltre le sue infiltrazioni informatiche introdurranno speciali livelli. In uno, ad esempio, ci è capitato di controllare una sorta di tank con visuale isometrica; mentre in un altro avevamo a che fare con uno sparatutto bidimensionale a scorrimento orizzontale.
Totalmente diversa la situazione con Murray. Incapace di districarsi con agilità tra piattaforme e appigli, dovrà affidarsi alla forza bruta per abbattere con prepotenza i nemici di turno.
Questa tripartizione, se è efficacissima nel mantenere sempre vivo l'interesse del videogiocatore e non permettergli di scivolare nella noia, mostra il fianco ad una critica in particolare. Le missioni affrontate nei panni di Murray sono generalmente le peggiori di tutte. Complice un combat system limitato, vi affiderete con fin troppo successo al button mashing, sperando che il tutto termini il più presto possibile.
Fortunatamente passerete davvero poco tempo nei panni dell'ippopotamo, ad appannaggio di altre piccole comparse: Carmelita per esempio, ma anche gli antenati di Sly Cooper che arricchiranno ulteriormente la già ricca portata.
Un'altra simpatica introduzione riguarda il Ladro.Net. Nel covo della banda potrete accedere ad un vero e proprio server da cui "scaricare" nuove mosse per i vari personaggi. Pur non essendo presenti abilità in grado di variare sensibilmente l'approccio alla partita, alcune di esse si riveleranno estremamente utili, come quella che dona a Sly un pratico paracadute con cui planare dopo ogni salto.

Sempre relativamente al gameplay va fatto un discorso a parte per quanto riguarda il level design. Le ambientazioni principali, esplorabili anche in assenza di missioni specifiche da completare, sono generalmente riuscitissime. Caratterizzate da un gran numero di elementi con cui interagire, offrono diversi spunti per spezzare l'azione. Purtroppo però il Backtracking di Sly Cooper Ladri Nel Tempo appare un po' spuntato, e ci sono davvero pochi stimoli a tornare nelle epoche che ci siamo lasciati alle spalle per scoprire i nuovi usi dei costumi. Per quanto tra collezionabili da scovare e tesori da riportare al covo della banda entro un certo lasso di tempo, sarete spinti ad esplorare il mondo da cima a fondo, quasi sempre l'operazione risulterà troppo facile e molto poco remunerativa. Va fatto, invece, un applauso agli scontri con i boss. Prima di cambiare epoca storica infatti, dovrete sempre vedervela con un villain. I questo senso gli sviluppatori hanno saputo dare il meglio, imbastendo scontri che prevedono spettacolari inseguimenti in fasi platform e architettando scontri a viso aperto impegnativi e galvanizzati da boss in possesso di numerosi pattern d'attacco.
Dall'altra parte va sottolineato come l'ultima parte dell'avventura perda buona parte dello smalto ostentato all'inizio. Le missioni finiscono con l'assomigliarsi fin troppo (raggiungi il punto X, ottieni l'oggetto Y) a tutto svantaggio della varietà, che ne risente pesantemente. Non ci si annoia mai del tutto, ma l'abbassamento di qualità è tangibile e facilmente ravvisabile.
"Un'altra simpatica introduzione riguarda il Ladro.Net. Nel covo della banda potrete accedere ad un vero e proprio server da cui "scaricare" nuove mosse per i vari personaggi"
Concludendo il capitolo gameplay, Sly Cooper Ladri Nel Tempo è un prodotto sicuramente divertente, che non presenta grossi difetti strutturali. Purtroppo l'ultima fase dell'avventura lascia lievemente a desiderare, abbandonando la ricchezza di idee mostrata in precedenza. Naturalmente non va dimenticato che stiamo parlando di un titolo pensato per giovani o per videogiocatori con poche pretese. Il livello di difficoltà generale è infatti molto basso e i più navigati non si meraviglieranno più di tanto di fronte alle trovate del team di sviluppo.
Quasi superficiali le aggiunte di questa versione per il portatile Sony che puntano a sfruttare attivamente le specifiche della console. E' possibile richiamare la visuale in soggettiva con il touch-screen e certe situazioni lo tirano in causa insieme all'inseparabile compagno touch-pad, ma si tratterà sempre di operazioni totalmente secondarie.
Graficamente il gioco è praticamente identico alla versione per PS3. Proprio per questo, a parità di risultati, ci sentiamo di premiare maggiormente questa versione per PS Vita. Sul vostro piccolo schermo OLED vedrete dipingersi un meraviglioso spettacolo in cell shading. A fronte di un art-design davvero ispirato, dal selvaggio west passando per l'antica Persia tutte le ambientazioni denotano una ricerca artistica notevole, anche tecnicamente il motore grafico si dimostra solidissimo. Grazie a modelli poligonali ben realizzati, texture dettagliate e animazioni convincenti, è difficile puntare il dito contro qualcosa in particolare. Forse alcune ambientazioni risultano un po' ripetitive e non mancano rari casi di compenetrazione tra poligoni ma non si tratta di nulla di grave.
Il comparto sonoro, purtroppo, tentenna. Le voci sono molto caricaturali, quasi sempre espressive ma non sempre con il giusto piglio recitativo. Le musiche restano quasi in disparte, poco incisive anche nei momenti più importanti della trama. Gli effetti sono ripuliti ma riciclati dai vecchi episodi.
Nella media la longevità. Prima di vedere i titoli di coda necessiterete di almeno una decina di ore, mentre per acciuffare tutti i collezionabili (per quanto l'operazione sia poco stimolante) ce ne metterete almeno altre cinque.
Sly Cooper Ladri Nel Tempo è un degno action/platform che recupera con efficacia la formula che appartenne alla saga ai tempi della PS2. Non stiamo certo parlando di un capolavoro, vuoi per il target monodimensionale al quale è indirizzato, vuoi per l’ultima parte dell’avventura non proprio riuscitissima in termini di level design. Ciononostante i fan, i giovani videogiocatori o chi, semplicemente, è a caccia di un’avventura non troppo impegnativa, si lascerà facilmente affascinare dall’epopea temporale della banda capitanata da Sly. La semplicità della formula, la comicità di alcune situazioni e l’efficacia di buona parte del gameplay sono caratteristiche più che sufficienti per consigliare a molti l’acquisto di questo gioco.
In particolare l’edizione per PS Vita potrebbe addirittura apparire più attraente rispetto a quella per PS3 sia per le (superficiali) funzionalità legate all’utilizzo del touch-screen, sia per una grafica che, complici le ridotte dimensioni dello schermo OLED, potrebbe apparirvi perfino migliore.
VOTOGLOBALE7.5
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Sly Cooper: Ladri nel Tempo

Disponibile per: PS3 | PSVita
Genere: Action/Platform
Sviluppatore: Sanzaru Games
Distributore: Sony Computer Entertainment
Publisher: Sony
Pegi: 7+
Lingua: Tutto in Italiano
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 27/03/2013
Sly Cooper: Ladri nel Tempo
8
7.5
7.5
7
7 voti
8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Sly Cooper: Ladri nel Tempo: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD