Playstation Vita: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Ultimate Marvel vs Capcom 3 > Recensione
14 Commenti
Stampa
+0
     

Ultimate Marvel vs Capcom 3 - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
E’ difficile trovare un genere ignorato in questo gigantesco e trionfale lancio della PS Vita. Nonostante le vendite in Giappone stiano preoccupando pubblico e sviluppatori, nel nostro continente non possiamo che goderci, soddisfatti e gioiosi, una line-up completa e, cosa ancor più importante, generalmente competitiva su ogni fronte. Dove gli adventure hanno il loro Uncharted: Golden Abyss, i giochi di guida WipEout 2048 e gli sparatutto Unit 13, anche i picchiaduro classici potranno contare su un fiero e decoroso rappresentante sin dal day one. Naturalmente non ci stiamo riferendo a Reality Fighters: il deludente picchiaduro di Sony che sfrutta la realtà aumentata è stato giudicato con una netta insufficienza. Stiamo parlando di Ultimate Marvel vs Capcom 3. Già pubblicato sulle console casalinghe HD, rappresenta il terreno ideale per verificare l’effettiva affinità della PS Vita con i picchiaduro e per saggiare le sue capacità tecniche.
Everyeye.it Player
Il porting di un crossover: un portover!
Ultimate Marvel vs Capcom 3 - recensione - PS Vita Trattandosi di un porting, ci sono due facce della medaglia, che resta comunque scintillante. La prima raffigura un adattamento quasi perfetto: Ultimate Marvel vs Capcom 3 non rinuncia a nulla in questa sua declinazione portatile. Dall’altra parte si deve denunciare una cronica, per quanto comprensibile, mancanza di nuove feature e contenuti, se si esclude una modalità nuova di zecca pensata per sfruttare il touch-screen della console.
La sostanza è rimasta assolutamente invariata: scontri tre contro tre, scegliendo tra un ampio roster di lottatori presi dagli universi immaginifici di Capcom e Marvel. Trattandosi dell’edizione Ultimate, affianco ai vari Ryo, Wolverine, Spider-Man e Chris Redfield, troviamo anche le dodici new entry, sei per parte, rispetto alla versione originale del gioco. Il risultato finale è un roster composto da ben quarantotto lottatori, un risultato assolutamente ragguardevole tanto più se si considera che è estremamente difficile trovarne due dagli stili di combattimento simili.
Facendo una veloce e generica panoramica sul gameplay, il titolo rifugge dagli eccessivi tecnicismi tanto cari ad alcune serie più vetuste, come lo è King Of Fighters per fare un esempio, ma non per questo si presenta con un combat system poco profondo e approssimativo: tutt’altro. Ultimate Marvel vs Capcom 3 ha il raro pregio di essere godibile a più livelli. I giocatori più occasionali potranno dedicarsi a un occasionale button mashing, tra una semplice mossa e l’altra, riuscendo a mettere al tappeto qualsiasi nemico controllato dalla CPU a un livello di difficoltà non troppo alto. Al contrario i puristi avranno il loro bel da fare quando si tratterà di impadronirsi completamente del parco mosse di un selezionato manipolo di eroi, al fine di testare la loro abilità contro gli avversari più forti ed esperti.
Le mosse a disposizione di ogni lottatore non sono moltissime, se si fanno paragoni con altri giochi del genere, ma la componente tattica è comunque assicurata da alcune feature. Innanzi tutto dovrete imparare a sfruttare a dovere le hyper combo. A mano a mano che le darete di santa ragione, nella parte bassa dello schermo una barra comincerà a riempirsi. Attivando specifiche mosse, potrete beneficiare dello stato di carica raggiunto in un unico e devastante attacco capace di ribaltare perentoriamente la situazione. L’altro indicatore da tenere sotto controllo è quello relativo al Fattore-X. Una volta attivato, questo potere regalerà al vostro personaggio velocità e forza extra. Anche in questo caso sarà importante capire quando è il momento migliore per rivolgersi a questa tecnica.
L’ultima feature in grado di regalare spessore tattico ad ogni partita è la possibilità di sostituire l’avatar con gli altri due della squadra o di farsi dare una mano per il tempo di una breve, ma utile mossa con cui colpire l’avversario di turno. Basta una breve pressione di uno dei due trigger per attivare il così detto assist, mentre tenendolo premuto si chiamerà la sostruzione, utile per riguadagnare un po’ di salute e rispondere con un personaggio più adatto all’avversario.
Se il gameplay risulta bilanciato e sufficientemente malleabile, anche il sistema di input non sfigura affatto. In molti mettevano in dubbio le capacità della croce direzionale e dello stick sinistro della PS Vita in un gioco simile, ma alla prova dei fatti la piccola di casa Sony può essere promossa a pieni voti. Certo non si raggiungono i risultati e la comodità di un arcade stick, così come è innegabile che ogni tanto ci si inceppa e si sente il bisogno di appoggiare la console su una gamba, ma si riesce sempre ad effettuare le mosse che si hanno in mente con precisione e puntualità.
Sempre relativamente al sistema di controllo è doveroso soffermarsi sui due modelli alternativi rispetto a quello classico. Il primo assegna ai quattro pulsati frontali attacchi predefiniti, in modo da permettere anche ai meno abili di esibirsi in spettacolari e devastanti combo. L’altro sistema tira in ballo il touch-screen e permette, semplicemente toccandolo, di attivare in serie mosse prestabilite. Se da una parte può far piacere vedere il proprio personaggio esibirsi in attacchi intricati, dall’altra si finisce col diventare degli spettatori intenti a seguire con gli occhi le acrobazie dell’avatar e a toccare in modo del tutto casuale lo schermo. Trattandosi di un extra è difficile biasimare il concept di questo sistema, che pur trova una sua dimensione quando si decide di alternare il tocco a qualche mossa realizzata con pulsanti e croce direzionale: un modo piuttosto efficace per integrare le proprie abilità con le facilitazioni offerte.
Splendide botte da orbi
Ultimate Marvel vs Capcom 3 - recensione - PS Vita Dal punto di vista contenutistico è difficile muovere critiche, nonostante già nella versione casalinga fosse possibile avanzare qualche appunto.
Il single player si compone dell’avvia modalità Arcade, con cui sbloccare e assistere agli epiloghi dei diversi personaggi, Allenamento, che si spiega da solo, e Missioni: limitate al farvi prendere la mano con tutte le mosse dei vari lottatori.
Difficile lamentarsi per quanto riguarda il multiplayer. Non manca la possibilità di sfidare amici e non sia in locale che online. In rete è garantita una gran quantità di giocatori sempre disponibili a una partita e i casi di lag riscontrati nelle prove effettuate sono stati minimi.
Presente anche la modalità Eroi & Araldi che mescola single e multiplayer, aggiungendo una stuzzicante feature strategica ad ogni scontro. In pratica si tratta di lottare in solitaria contro tutta una serie di avversari controllati dalla CPU al fine di guadagnare delle carte sempre più potenti. Queste hanno la capacità di elargire specifici poteri ai tre personaggi del vostro team. Si va dalla capacità di riempire istantaneamente la barra dell’hyper combo ai classici danni e velocità superiori al normale. Quando vi sentirete abbastanza pronti, potrete far esordire il vostro team e mazzo online. Dopo aver deciso se affiliarvi con gli eroi o con i cattivi, potrete affrontare gli utenti dello schieramento avverso al vostro, concorrendo all’andamento della classifica generale che ogni settimana decreterà la squadra vincitrice.
Le modalità vere e proprie si fermano qui. Come già detto non sono moltissime, ma Capcom si è preoccupata di ovviare a questo problema creando un ampio numero di sbloccabili e obbiettivi da raggiungere che in parte risolvono questa lieve pecca. Del resto è pur vero che riempire ulteriormente la scheda di memoria del gioco sarebbe stato difficile, almeno per un titolo di lancio.
Altra intrigante caratteristica del gioco è rappresentata dalla feature chiamata Controller Ultimate: forse il primo vero esempio di connettività tra PS3 e PS Vita. Fondamentalmente possedendo entrambe le versioni del gioco, eventualità di difficile realizzazione a dire il vero, è possibile giocare all’edizione casalinga usando il portatile come controller. Il vantaggio rispetto al Dualshock 3 è dato da una serie di icone sullo schermo, che toccate attiveranno automaticamente poteri speciali e combo predefinite. Sicuramente non sarà un motivo sufficiente per spingervi all’acquisto del titolo, ma si tratta pur sempre di uno stuzzicante extra.
Graficamente Ultimate Marvel vs Capcom 3 è un fulgido esempio delle potenzialità della PS Vita. Sarebbe una falsità dire che non si notano differenze con la versione casalinga, ma il tutto resta comunque semplicemente sbalorditivo. Si sono persi un po’ di dettagli delle ambientazioni, ma i modelli poligonali dei lottatori, le loro animazioni, il granitico frame-rate e la marea di effetti speciali vi imbamboleranno come bambini di fronte a una vetrina ricolma di giocattoli. Basta il magnifico video iniziale, graziato dall’alta definizione dello schermo OLED della PS Vita per restare stregati. Se questi sono solo gli albori della console, ne vedremo sicuramente delle belle.
Splendido anche il comparto sonoro: copia perfetta dell’edizione casalinga. Le musiche si sprecano mentre gli effetti sonori rimbombano nella testa con la giusta intensità.
Parlando di longevità il discorso si fa lievemente più spinoso. E’ vero che le modalità non sono tantissime e le novità assolute quasi inesistenti, ma la qualità dell’esperienza è di prim’ordine e non mancano affatto sbloccabili in quantità industriale.
Ultimate Marvel vs Capcom 3 è un titolo praticamente imperdibile per chi cerca un buon picchiaduro portatile. E’ pur vero che trattandosi di un mero porting non attirerà l’attenzione di chi già ha la fortuna di possedere la versione casalinga, ma resta comunque un prodotto realizzato con i fiocchi. Il gameplay sa venire incontro sia ai neofiti che ai giocatori più pretenziosi, il comprato grafico è semplicemente da urlo e anche il multiplayer, in locale e online, funziona a meraviglia.
Tra i tanti titoli al lancio di PS Vita, la proposta Capcom è sicuramente una delle più allettanti. Se avete mancato l’appuntamento con l’edizione casalinga, è sicuramente arrivato il momento di recuperare. Non avrete la comodità del divano e del vostro 50 pollici, ma potrete darle di santa ragione ovunque vi troverete.
VOTOGLOBALE8
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Ultimate Marvel vs Capcom 3

Disponibile per: XBOX 360 | PS3 | PS Vita
Genere: Picchiaduro 3D
Sviluppatore: Capcom
Pegi: 12+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: 1 Vs 1
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SystemLink
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione:
XBOX 360: 18/11/2011   
PS3: 18/11/2011   
PS Vita: 22/02/2012   
Ultimate Marvel vs Capcom 3
9
8.5
7.5
8
26 voti
7,2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD