Nintendo Wii: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Ghostbusters > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Ghostbusters - Recensione

Inviato il da Gabriele Caruolo
Per chi è cresciuto a cavallo degli anni '80 e '90, una delle fantasie di bambino era senz’altro quella di indossare una zaino protonico e darsi alla folle e demolitiva caccia ai fantasmi. Ghostbusters è, del resto, un film che ha letteralmente segnato una generazione: una delle migliori commedie di sempre, un vero e proprio cult movie. I due film dell’84 e dell'89 sono stati dei veri e propri successi planetari al box office, ed hanno anche riscosso pareri positivi dalla critica. Non altrettanta fortuna hanno avuto i molti videogiochi realizzati sfruttando il brand dei mitici acchiappafantasmi Newyorkesi. Si ricordano per la discreta fattura i videogiochi sviluppati dalla storica Hal Laboratory per Gameboy e Nes, e poi più niente per molti anni. Il 2009 è stato l’anno del ritorno dei Ghostbusters sulle console casalinghe, e che ritorno! Il titolo Ghostbusters The Videogame ha avuto un ottimo successo di critica e pubblico nella sua versione per X360 e PS3. Ora, finalmente, anche i possessori della console della grande N possono dirsi pronti alla caccia di ectoplasmi.
Marshmallow su Time Square
Nonostante Atari, casa di produzione del gioco, abbia deciso di affidare lo sviluppo di questo titolo per Wii alla Red Fly e non a Terminal Reality (che ha sviluppato il titolo per X360 e PS3), l’impianto narrativo è pressoché immutato rispetto alla versione per le altre console. Le vicende narrate nel videogame si pongono come un vero e proprio sequel di Ghostbusters II, sia dal punto di vista cronologico degli eventi sia come sviluppo e ripresa di alcuni elementi della trama cinematografica. E’ il 1991 e in città è stata allestita una mostra su Gozer, la divinità di serie Z resa celebre dai Ghostbusters per via di un epico scontro sul tetto di un grattacielo nei pressi di Central Park. Ovviamente la mostra non riceve il plauso delle entità paranormali Newyorkesi, che si riversano più agguerrite e pericolose che mai su tutta la città. Nel frattempo gli impavidi acchiappafantasmi hanno appena ingrandito il proprio team ingaggiando un nuovo membro, che ha il compito di testare sul campo tutti i nuovi strumenti creati da Egon Spengler, il genio del gruppo. A noi toccherà impersonare la recluta, il cadetto, il pivellino, l’ultimo arrivato. In questa versione Wii potremo scegliere se impersonare un giovanotto bianco e con capelli biondi o una ragazza, anche se questo non influenzerà in alcun modo la storia. A livello qualitativo la trama è di gran spessore, sicuramente degna del grande schermo, così come la sceneggiatura scritta da Dan Aykroyd e Harold Ramis. Tanti i momenti memorabili e cinematografici, si rivive il tipico humor alla Ghostbusters e non mancano i colpi di scena.
Come trasformare un Wiimote in uno Zaino Protonico
La vera differenza tra la versione Wii e quella per le console di casa Microsoft e Sony è ovviamente tutta nel gameplay e nell’utilizzo del wiimote. Il gioco è un action game in terza persona, con una inquadratura alle spalle del protagonista.
L'interfaccia di gioco è chiara e semplice, e con poche icone ci segnala la temperatura dello zaino protonico (che non deve surriscaldarsi), ed il tipo di flusso d'energia che stiamo utilizzando: a nostra disposizione avremo il flusso protonico, il cono d’urto e la melma verde. Accanto a questa icona sarà presente anche l’indicatore della nostra salute, una semplice barra verde che si ricarica gradualmente se non siamo colpiti dai fantasmi. Presente poi sullo schermo un mirino che muoveremo puntando il nostro Wiimote, e che ci servirà per muoverci e per catturare i fantasmi. Il movimento del nostro personaggio è affidato alla combinazione Wiimote e Nunchuk, con una configurazione che riprendere ormai quella classica di molti FPS. La cattura dei fantasmi è ovviamente il pezzo forte del gameplay: per riuscire a mettere in trappola un ectoplasma dovremo seguire praticamente tre fasi. La prima consiste nel colpire con un flusso di energia l’entità soprannaturale, fino a renderla vulnerabile, mentre la seconda fase consiste nell’afferrare il malcapitato spettro con un raggio di cattura, e sbatterlo sulle pareti, sul soffitto o sul pavimento per infiacchirlo. In questo frangente compariranno a schermo delle frecce che ci indicano verso quale direzione muovere il nostro Wiimote, come una sorta di QTE. La terza fase è la più semplice e consiste nell’imprigionamento: tenendo premuto il tasto Z e muovendo il Nunchuk come se stessimo lanciando una palla da bowling lanceremo una trappola; trasportando il malcapitato fantasma sulla trappola questo sarà imprigionato per sempre. Come precedentemente anticipato avremo a nostra disposizione due tipi diversi di raggi e la melma verde: ogni tipo di flusso ha una modalità di fuoco principale che si utilizza premendo il tasto B, e una modalità di fuoco secondaria che si utilizza premendo A, a tutto vantaggio della varietà. Il titolo presenta poi una buona parte “enigmistica”: sfruttando il rilevatore di energia psicocinetica e l’ectovisore, infatti, potremo individuare trappole ed elementi dell’ambiente con cui è possibile interagire tramite le nostre armi. Questa versione Wii presenta un numero di enigmi ben superiore rispetto alla versione sviluppata da Terminal Reality, l’interazione ambientale è davvero una costante in tutti i livelli ed è molto ben realizzata. Dovremo spesso combinare molti elementi per avanzare, ed ogni area presenta almeno un piccolo enigma da risolvere. Red Fly studios, insomma, sembra aver approfondito molto bene questa componente, un po’ trascurata dagli sviluppatori della versione 360 e PS3.
Inoltre, una corposa selezione di extra, che è possibile sbloccare raccogliendo appositi oggetti in-game, riesce a mantenere alta l'attenzione del giocatore per molto tempo.
Gameplay Vario ma...
Come si evince chiaramente da quanto detto fin’ora, in termini di gameplay questo titolo sembra inattaccabile, anche più profondo e vario rispetto alle versione sviluppate da Terminal Reality: ci sono tanti piccoli e curiosi enigmi, molte sezioni esplorative, piccoli extra sbloccabili, e il sistema di cattura dei fantasmi è semplice, efficace, preciso e divertente. Sfortunatamente ci sono due difetti abbastanza evidenti, che inficiano il giudizio complessivo . Il primo è che il titolo ha un ritmo davvero serrato, ed in certi casi il controllo tramite wiimote affatica davvero il giocatore, costretto a ripulire stanze molto popolose e superare sezioni parecchio ostiche mantenendo il braccio sempre in tensione.
L’altro vero difetto riguarda la modalitò co-op: ogni missione può essere giocata in schermo condiviso con un proprio amico, ma ve lo sconsigliamo vivamente perché il tutto diventa paurosamente caotico, difficile da seguire ed il gioco è soggetto anche ad evidenti cali di framerate. Nel complesso Ghostbuster: The Videogame per Wii mostra un gameplay solido e molto vario, e se non fosse per questi difettucci appena elencati sarebbe stato ancora più convincente ed avvincente.
Cartoon Ghostbuster
A livello tecnico il gioco presenta alti e bassi piuttosto significativi. Iniziamo con l’analizzare lo stile e lo sviluppo grafico. A livello visivo il titolo tende un po’ ad incarnare e a concretizzare tutti gli stereotipi che ruotano attorno alla console Nintendo, proponendo una grafica Cartoonesca e leggermente infantile. Si abbandona il realismo delle versioni 360 e Ps3 per passare ad un stile non proprio efficace, imposto forse dai limiti tecnici del Wii. I modelli poligonali dei protagonisti sono poco precisi, in particolare stupisce per bruttezza e per trascuratezza quello di Ray Stantz (Dan Aykroyd), ma non è da meno quello di Peter Venkman (Bill Murray). I personaggi selezionabili dall’utente per l’avventura sono anonimi e privi di carisma, fin troppo stereotipati e neanche personalizzabili. Strano ma vero meno, “paurosi” sono i modelli poligonali degli spettri rispetto a quelli dei protagonisti: abbastanza vari e curati nei dettagli, rendono benissimo nonostante l'impostazione “fanciullesca” del loro look. Buone le texture ambientali, in media con le produzioni Wii. Vero e proprio punto di forza del comparto grafico sono l’illuminazione e gli impeccabili effetti particellari (davvero molto convincenti i flussi di energia protonica). Come già segnalato il gioco è affetto da cali di framerate non molto frequenti ma abbastanza vistosi, anche nel single player. Le cut-scene non sono proprio il massimo: realizzate con la grafica in game spesso peccano anche in fatto di lip-sync. Discorso completamente diverso va fatto per il comparto fisico del gioco: molto curato e preciso, ci assicura un'interazione ambientale di prim’ordine, ed anche il sistema di collisioni è davvero di tutto rispetto. Il level design è davvero ottimo: sorprendono molte sezioni in cui bisogna davvero ingegnarsi e studiare a fondo l’ambiente per avanzare con successo nella nostra avventura; inoltre sono presenti momenti davvero ingegnosi in cui si apprezza a pieno la capacità di sviluppo e la creatività dei programmatori. Il sonoro del titolo è ottimo: musiche originali, effetti perfetti e doppiaggio completamente italiano di ottima fattura, con doppiatori di tutto rispetto.
La scelta di realizzare il titolo con una grafica in stile cartoon non è una scelta sbagliata o errata di principio, colpisce però la scarsa cura artistica con cui sono stati realizzati i vari personaggi del gioco. Graficamente insomma siamo di fronte ad un titolo piuttosto mediocre, senza grandi spunti se non fosse per la cura di alcuni effetti particellari. Per fortuna level design e gameplay sono di tutto rispetto. e di sicuro rendono l’intero lavoro di RedFly ampiamente degno di essere giocato dai tanti fansdel brand. Peccato per la modalità co-op così approssimativa e mal realizzata, molto caotica e soggetta a frequenti cali di frame-rate. Infine, anche se usare il Wiimote come arma che spara flussi di energia protonica può sembrare avvincente, in alcuni frangenti questa operazione è decisamente stancante, ed alle volte addirittura demotivante. Concludendo. Ghostbusters The Videogame per Wii è un buon gioco, che non spicca per via di alcuni difetti piuttosto evidenti e fastidiosi. Plauso ad Atari che ha creato un titolo sinceramente diverso rispetto a quello presente sulle console HD, con le sue specificità e ben lontano da quei porting senza anima che hanno affollato le line up fino a qualche tempo fa.
VOTOGLOBALE7

INVIA COMMENTO

Ghostbusters

Disponibile per: PS3 | PC | PS2 | Wii | XBOX 360 | NDS
Genere: Azione/Avventura
Sviluppatore: Red Fly Studios
Distributore: Atari
Pegi: 7+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: Multiplayer online fino a 4 Giocatori
M. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Online
Data di Pubblicazione:
PS3: 26/06/09   
PS2: 26/06/09   
PC: 6/11/09   
Wii: 6/11/09   
XBOX 360: 6/11/09   
NDS: 6/11/09   
Ghostbusters
6.5
7
7
7.5
174 voti
7
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
lance_blood
Dopo 25 anni di attesa dal secondo film ecco finalmente riapparire i nostri amati acchiappafantasmi, si considera che il gioco stato realizzato di...[Continua a Leggere]
8
Zohar
Diciamola tutta: difficilmente capita nel nostro hobby che un brand cinematografico, ispiri un prodotto videoludico che vada al di la della decenza. L...[Continua a Leggere]
8
axydraul
Ray, Egon, Peter e Winston sono tornati, e il mondo dei videogame non sar pi lo stesso... Sin dal primo trailer i videogiocatori "d'annata" hanno av...[Continua a Leggere]
9
SimonSaint
Gli anni '80 tornano con tutto lo stile che sempre li ha distinti, e lo fa con la fantastica creazione di Ivan Reitaman: Ghostbusters. Egon Spengler,...[Continua a Leggere]
8.5
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD