Nintendo Wii: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Un'ora di gioco dal vivo
Spore Hero > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Spore Hero - Recensione

Inviato il da Roberto "Johnny Cicala" Ingrosso
Annunciata da Will Wright sin dal 2007, è finalmente arrivata la versione per Wii di Spore, il famoso simulatore di forme di vita pubblicato su PC lo scorso anno. Non si tratta in realtà di un porting quanto di uno spin-off, un episodio che pur mantenendo le caratteristiche distintive del titolo originale se ne discosta per quanto riguarda la tipologia di gameplay e molti altri aspetti minori.
Spore Hero eredita solo una delle 5 fasi del titolo originale, quella denominata Creatura, arricchendola di una struttura adventure prima totalmente assente.
Analizziamo dunque il titolo andando a vedere se il cambio di rotta abbia giovato alla serie o quantomeno risulti più adatto alla console Nintendo rispetto al primo Spore.
Due braccia.. quattro braccia! Ma sì, abbondiamo!
Spore Hero - recensione - Wii Come abbiamo già detto, Spore Hero attinge a piene mani dai canoni classici dell'adventure. Le vicende hanno inizio quando su di un pianeta ricco di vegetazione e forme di vita diverse si schiantano due gruppi di meteoriti provenienti dallo spazio profondo. Se quelli di colore rosso hanno l'effetto di corrompere e far impazzire le creature con cui vengono in contatto, quelli blu hanno un effetto benefico, ed anzi permetto alle forme di vita di evolversi con una rapidità straordinaria. A questo si aggiunga che da uno dei meteoriti blu viene liberato un uovo, dal quale nascerà il nostro protagonista, l'eroe in grado di ripulire il pianeta dai pericolosi meteoriti rossi.
Trattandosi di uno Spore, non poteva essere assente l'editor di creature che contraddistingue la serie e ne rappresenta l'elemento di maggior fascino. Anche in Spore Hero il nostro protagonista potrà essere personalizzato a piacimento del giocatore, utilizzando un Creature Creator quasi analogo all'originale; largo spazio alla fantasia dunque, nei limiti dettati dalle parti sbloccate, dalla complessità massima permessa e tenendo sempre d'occhio le abilità fornite dai diversi "pezzi". Il lavoro svolto dagli sviluppatori in questo ambito è decisamente apprezzabile, visto che è possibile ricreare qualsiasi creatura vista nella versione PC, seppur con alcune eccezioni: non è possibile ad esempio realizzare creature striscianti (cioè prive di gambe) o decidere autonomamente la conformazione del tronco della creatura, limitandosi a scegliere fra alcune alternative preimpostate. L'editor delle creature trae del resto vantaggio dall'utilizzo dell'accoppiata Wiimote e Nunchuck che rappresenta l'unico possibile metodo di controllo del gioco. Il puntatore del telecomando sostituisce egregiamente il mouse, e quando il posizionamento delle varie parti richiede maggiore accuratezza è possibile zoomare in modo da operare con la massima precisione; la regolazione delle dimensioni e dell'orientamento delle componenti appena installate è gestita poi dai tasti disponibili sui due controller, risultando per altro più comoda rispetto all'utilizzo del solo mouse.
Un altro merito da riconoscere ai realizzatori del titolo riguarda il comparto grafico di Spore Hero. Il design caratteristico e immediatamente riconoscibile delle creature è rimasto invariato, mentre le scelte stilistiche riguardanti gli ambienti hanno dato vita ad un mondo di gioco dalle tinte pastello e dalle forme morbide, ma senza risultare per questo infantile. Il tutto è retto da un motore tridimensionale che, pur soffrendo di cali nel frame rate piuttosto frequenti in determinate aree di gioco, fornisce un colpo d'occhio raramente riscontrabile nei titoli Wii prodotti dalle terze parti. Particolarmente piacevoli la realizzazione dei fili d'erba nelle zone pratose e quella della superficie degli specchi d'acqua.
Repeat while
A rappresentare un punto a sfavore per Spore Hero è purtroppo il gioco in se. Certamente comprensibile risulta la scelta di realizzare un'avventura invece di un gestionale puro, e di concentrarsi dunque sulla fase evolutiva che maggiormente si presta al genere; del resto, la maggior parte del fascino dell'originale Spore risiede nella fase Creatura, quella che sfrutta maggiormente la feature vincente della saga, ovvero la creazione delle stravaganti forme di vita. Purtroppo però il titolo non gode di una realizzazione particolarmente ispirata. L'intera esperienza di gioco consiste nel girovagare per le diverse aree alla ricerca di missioni da svolgere, senza una motivazione forte che spinga il giocatore a vedere “cosa c'è dopo” se non l'acquisizione di nuove parti per la creatura. Le nuove componenti possono essere ottenute raccattando i mucchi d'ossa sparsi qua e la o eseguendo i compiti affidatici dalle creature autoctone del pianeta. Le missioni variano dal classico trova l'oggetto o elimina un particolare nemico fino al dover aiutare una creatura ad evolversi nel modo giusto per raggiungere uno scopo prefissato: sarà necessario ad esempio rendere temibile un bestione attualmente ricoperto da graziosi fiori di campo o dare la possibilità di volare ad una creatura tozza e senza ali. Queste missioni, divertenti e che sfruttano bene il Creature Creator, sono purtroppo pochissime rispetto alla pletora di compiti ripetitivi da portare a termine.
Alcune di queste sono poi rappresentate da veri e propri minigame dal dubbio valore ludico. Nel fare colpo su di una creatura grazie alla danza dovremo scuotere Wiimote e Nunchuck a tempo secondo quanto riportato a schermo, mentre cimentandoci nel canto saremo chiamati a inclinare il telecomando in diverse posizioni e premere il pulsante A. Questi minigame a dir poco ripetitivi vanno poi eseguiti diverse volte di fila per finire una singola missione. Un discorso a parte va fatto per quanto riguarda il combattimento fra creature, una feature assolutamente primaria in Spore Hero. Se si decide di approcciarsi in maniera bellicosa ad un'altra forma di vita si viene proiettati all'interno di un'arena, in uno scontro 1 vs 1 a la Street Fighter. Le creature possono eseguire gli attacchi associati alle parti del corpo che possiedono (ad esempio le ali permettono di effettuare un attacco in picchiata) ed eseguibili mediante particolari combinazioni di tasti e movimenti dei controller. La realizzazione di queste parti del titolo appare semplicemente raffazzonata: le varie animazioni generate dall'engine del gioco in base alla conformazione delle creature mal si adattano ai concitati combattimenti, ed il sistema di controllo scelto porta ben presto il giocatore a dimenarsi come un ossesso pur colpire l'avversario in anticipo.
A risentire della ripetività e della mancanza di verve nell'azione di gioco è la longevità di Spore Hero. Le già non eccessive ore di gioco di cui si compone l'avventura, dopo un inizio scoppiettante in cui l'eccitazione nel costruire la propria creatura in maniera fantasiosa e stravagante è alle stelle, finiscono con l'annoiare il giocatore per mezzo di infinite sequenze di combattimenti ed estenuanti “distruggi tutti i cristalli rossi nell'area”. Oltre all'avventura principale poi Spore Hero offre davvero pochissimo: l'unica possibilità è quella di combattere contro la CPU o contro un amico utilizzando le creature creabili in ogni momento all'interno della Sporepedia (sempre limitatamente alle componenti sbloccate nella modalità storia). Se già come detto i combattimenti fra creature non rappresentano il massimo del divertimento, un'ulteriore occasione sprecata è la mancata possibilità di condividere le proprie creature on-line, feature primaria nell'originale per PC.
Tirando le somme, Spore Hero non è un gioco da buttare, ma certamente un'occasione mancata da parte di Electronic Arts. Il fascino innegabile del Creature Creator ed un comparto grafico pregevole (seppur coi suoi difetti) vengono vanificati da una struttura di gioco ripetitiva e poco ispirata, in cui un elemento principale come il combattimento soffre di una realizzazione approssimativa.
Spore Hero può rappresentare in definitiva un buon passatempo fra un titolone ed un altro e certamente un titolo dal fascino irresistibile per i più piccoli, ma nulla di più.
VOTOGLOBALE6

INVIA COMMENTO

Spore Hero

Disponibile per: Wii
Genere: Avventura
Sviluppatore: Maxis
Distributore: Electronic Arts
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SplitScreen
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 09/10/09
Spore Hero
7.5
6.5
5.5
6.5
20 voti
6.4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD