Nintendo Wii: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Un'ora in compagnia della beta PS4
You, Me and the Cubes > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

You, Me and the Cubes - Recensione

Inviato il da Adriano Della Corte
Nato sotto l'etichetta FYTO dalla fervida mente di Kenji Eno, musicista e game designer che in passato sotto l'ala Sega ci ha regalato titoli come D2 o Sega Rally, un nuovo puzzle game incentrato sulla fisica dell'equilibrio arriva su wiiWare. Spendendo la cifra di 1.000 Nintendo Points vi porterete a casa You, Me and the Cubes, un piccolo microcosmo formato solamente da cubi semoventi e piccoli esseri che non cercano altro che di rimanere in piedi su di essi, evitando di cadere.
In Bilico
You, Me and the Cubes - recensione - Wii You, Me, and the Cubes vede il giocatore disporre, nei 36 stage che compongono il gioco principale, degli ominidi di ambedue i sessi, chiamati Pincopallo, che andranno ubicati su dei cubi semoventi sospesi nel vuoto. Lo scopo principale è soddisfare le richieste che ogni step del livello ci chiederà di esaudire, ovvero disporre un numero preciso di omini sui cubi, facendo in modo che almeno un Pincopallo sia presente su ogni piattaforma.
Per fare questo utilizzeremo il Wiimote come strumento per generare e lanciare i Pincopallo: scuotendo il Wiimote 2 volte creeremo una coppia di questi buffi personaggi (saremo avvisati da un rumore metallico proveniente dallo speaker del Wiimote), puntando sullo schermo selezioneremo, premendo A, le aree dove lanciare il nostro duo, e simulando un tiro con il controller faremo planare la coppia di Pincopallo esattamente dove abbiamo deciso di porli. Il tasto B è dedicato alla rotazione della visuale, che ci permetterà di osservare i cubi da 4 diverse angolazioni. Ovviamente il terreno di gioco è altamente instabile ed il peso dei Pincopallo, se non disposti in modo da bilanciarsi, farà inclinare pericolosamente i cubi, facendo scivolare gli omini fuori dallo schermo. Ogni quadro del livello avrà un tempo limite in cui potremo disporre i Pincopallo, ed per ogni essere che cadrà giù ci verranno detratti 5 secondi dal tempo rimanente. Ogni step successivo al primo quadro aggiungerà un cubo alla struttura iniziale, e saremo noi a dover scegliere di volta in volta quali siano i punti migliori in cui lanciare i Pincopallo per mantenere l'equilibrio del complesso cuboide. Se saremo precisi nel lanciare i Pincopallo nei punti esatti, faremo una "buona giocata", in cui i Pincopallo resteranno immobili e stabili per un tempo più duraturo. Ovviamente i Pincopallo non sono elementi immobili durante il gioco: una volta disposti infatti incominceranno a muoversi nello stage, e nel caso qualcuno incominci a scivolare, se nelle vicinanze c'è un pincopallo in piedi, capiterà che questo vada in soccorso dell'amico in difficoltà. Una volta disposto il numero di omini richiesto per superare uno stage, si entrerà in modalità verifica, in cui per 3 secondi tutti i Pincopallo dovranno rimanere sul terreno di gioco: se anche un solo essere cade in questa fase, bisognerà ricominciare e disporre nuovamente i buffi personaggi. Se i Pincopallo disposti resteranno in piedi durante la fase di verifica, questi si siederanno e rimarranno su un lato dei cubi, che cambieranno orientamento nello stage successivo; quelli che non sono in piedi invece nel cambio di stage cadranno giù dalla struttura. Alla fine dei sei stage che formano un livello, tutti i Pincopallo che rimarranno sui cubi andranno a costituire il punteggio finale.
Questa è la struttura base del gioco, ma non mancheranno elementi che diversificheranno il gameplay. Oltre ai normali Pincopallo, infatti, a volte capiterà che si formi un singolo Picopallo fantasma, un essere trasparente, che lanciato sul terreno di gioco darà fastidio agli altri personaggi e che potrà essere eliminato solo lanciandogli addosso un altro essere, in determinati momenti dove da trasparente diventerà opaco. Anche una buona dose di varianti saranno applicate ai cubi: oltre al cubo base infatti in diversi stage incontreremo cubi speciali, con determinate caratteristiche. Il cubo ghiaccio -ad esempio- bloccherà l'inclinazione del terreno non appena un Pincopallo ci cadrà sopra, il Cubo Rimbalzo avrà dei tappeti elastici al centro dei suoi lati, che faranno rimbalzare via i poveri Pincopallo che ci cadranno sopra; infine il Cubo Limite presenta dei numeri scritti sui suoi lati, che indicano il numero massimo di esseri che si potranno posizionare su di esso, pena la caduta di tutti i Pincopallo disposti sul cubo.
Oltre alla modalità Single Player, in cui 36 livelli disposti su 6 differenti difficoltà sono a disposizione del giocatore in solitaria, You Me and The Cube offre anche una coinvolgente esperienza a due giocatori, dove ognuni player lancerà un singolo Pincopallo. La differenza dal gioco principale è che per manterene l'equilibrio non solo sarà necessaria la disposizione accurata dei Pincopallo, ma anche il giusto tempismo, che servirà per lanciare contemporaneamente sul terreno i personaggi. Alla fine dei livelli verranno stilati il punteggio e le varie statistiche per i singoli partecipanti, tra cui il grado di affinità reciproca.
L'ago della bilancia
You, Me and the Cubes - recensione - Wii You, Me and Cubes è un titolo fresco, che con pochi semplici elementi riesce a costruire dinamiche coinvolgenti e molto originali. Il creare e disporre i Picopallo velocemente, stando però attenti a dove si posizionano, crea un forte dinamismo, molto coinvolgente: quasi sempre per poter superare uno stage la soluzione vincente è quella di trovare i punti esatti in cui disporre i Pincopallo senza che la struttura oscilli troppo. C'è da dire però che molto spesso, soprattutto in livelli assai complessi, la struttura risulta non essere perfettamente funzionale. Il dover puntare con precisione su piccole porzioni di cubi che non rimangono fermi, e magari dover ruotare la visuale prima di lanciare, risulta assai macchinoso, facendoci perdere secondi preziosi. Appena si commette un errore poi, porvi rimedio non è molto intuitivo: la libertà di movimento dei personaggi, mista alla scelta obbligata di lanciarli sempre e solo a coppie di 2, rende assai confusionario l'ambiente nelle fasi avanzate, ed il giocatore per quanto possa agire per cercare di bilanciare di nuovo la situazione, il più delle volte fallirà oppure riuscirà a salvarsi solo per puro caso.
La curva di difficoltà rimane molto bassa nella prima metà dei livelli, con stage molto spesso privi di variabili, dando a chi gioca l'impressione di affrontare sempre lo stesso stage; nella seconda parte invece la situazione migliora, con strutture più varie e molto più complesse, ma purtroppo a causa della caoticità dell'azione, alcuni livelli risultano difficili da risolvere con cognizione di causa. La vera rivelazione però rimane la componente multiplayer: l'idea di condividere con 2 Wiimote il lancio dei Pincopallo risulta assolutamente vincente, mostrando un lato ancor più coinvolgente del titolo.
Il gioco, sotto il profilo grafico, si fa notare, grazie ad elementi semplici, come i cubi o gli stessi personaggi stilizzati, ma che abbondano di effetti grafici molto belli da vedere. Le tonalità di colori utilizzati vanno dall'oscurità dei fondali, a colori vivi ed accesi usati sia nei modelli per i Picopalli - blu e rosa - che per i diversi cubi. Il comparto audio è un altro aspetto molto curato del titolo, con brani graziosi, fatti da armonie molto semplici, ma estremamente chiare ed orecchiabili, senza mai scadere nella fastidiosa sensazione di ripetitività. Peccato per che la soundtrack sia limitata solo a due tracce.
You, Me and Cube introduce delle idee di gioco molto semplici ma allo stesso tempo molto coinvolgenti. Peccato però che alcune dinamiche non siano perfettamente calibrate a dovere. La complessità e differenziazione dei livelli si nota solo in una fase avanzata di gioco, e nei momenti più concitati il senso di impotenza nell'affrontare una situazione critica, dovuto ad un sistema di controllo non troppo pratico, minano un po' la giocabilità. Nonostante questo, il senso di sfida si fa sentire, la tensione agonistica e l'incedere adrenalinico difficilmente faranno desistere l'utente appassionato del genere.
VOTOGLOBALE8
Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

You, Me and the Cubes

Disponibile per: Wii
Genere: Puzzle Game
Sviluppatore: Nintendo
Distributore: Distribuzione digitale
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SplitScreen
M. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Offline
Data di Pubblicazione: 25/09/09
You, Me and the Cubes
8
7
8
7.5
29 voti
7.2
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD