Nintendo Wii U: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 > Recensione
2 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 - Recensione

Inviato il da Andrea Vanon
Forte di un discreto successo ottenuto sin dal primissimo episodio, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici giunge questo 15 Novembre alla sua quarta incarnazione ed al fatidico debutto su Wii U. Per quanto l'occasione sportiva non fosse delle più ghiotte, considerando l'appeal certamente minore dei Giochi Invernali rispetto alle Olimpiadi, a SEGA si presentava l'occasione di sfruttare il tablet controller per svecchiare il gameplay della sua produzione, giunta un po' stanca già all'appuntamento londinese.
Il dev team preferisce invece stare sul sicuro, proponendoci un capitolo che si mantiene in tutto e per tutto sui binari della serie, deludendo chi è alla ricerca di qualche novità. Per fortuna le basi di partenza sono solide, e bastano per fare di Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 il solito, onesto party game sportivo.
 
Mario e Sonic sulla neve
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 - recensione - Wii U Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali si presenta molto bene, forte di una nutrita selezione di discipline e di interessanti modalità di gioco in singolo e, finalmente, anche in multiplayer. Ad attirare immediatamente la curiosità del giocatore è la sezione dedicata alla partita singola, dove pregustare il ricco quantitativo di discipline senza troppi patemi: l'occasione giusta per impratichirsi con le varie meccaniche, o per veloci partite in compagnia. Ottenuta la confidenza giusta con le varie attività, potremo cimentarci in Scontro tra Leggende, una particolare modalità carriera che ci vedrà affrontare in sequenza le singole discipline. Purtroppo non convince del tutto la struttura di questo game mode, che costringe ad affrontare le medesime sfide nello stesso ordine ad ogni partita. Fortunatamente troviamo altre modalità sicuramente più riuscite, come Quiz e Abilità: molto gradevole soprattutto in compagnia, ci presenta una serie di sfide che uniscono un pizzico di strategia alle tante prove sportive del pacchetto. Dovremo ad esempio ricostruire la faccia del nostro Mii lanciando con precisione le stone nel Curling, oppure ricordare la sequenza giusta di colpi alla prova di tiro nel Biathlon: trovate certamente non rivoluzionarie o particolarmente stupefacenti, ma in grado di rendere la competizione ancor più interessante ed aprire possibilità di vittoria anche a chi scarseggia in quanto a riflessi o coordinazione.
Chiude la proposta esclusivamente offline il Delirio Medley, contenitore di pacchetti tematici che rappresentano senza dubbio una validissima alternativa allo Scontro tra Leggende. Oltre ad impostare qualche regola, come la difficoltà della CPU o il numero di round, potremo in questo caso creare mix personalizzati, aggiungendo discipline olimpiche ed eventi sogno a nostro piacimento, e caratterizzando così la nostra personalissima progressione.
Chiude l'offerta di Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 una modalità multiplayer che rappresenta la novità assoluta, ma che non ci ha per nulla convinto. La selezione di discipline è, prima di tutto, troppo povera: SEGA in questo caso si è limitata ad inserire solo quelle dove gli avversari si sfidano gareggiando contemporaneamente, implementando soltanto le leaderboard per Bob, Curling, Pattinaggio e tante altre. Menù dal layout totalmente differente rispetto a quelli principali ed una serie di opzioni inserite in maniera piuttosto confusionaria, non rendono poi agevole la fruizione dei pochi contenuti, gettando nel caos soprattutto il giocatore occasionale al quale il titolo è rivolto. Per fortuna il sistema di matchmaking funziona rapidamente. Anche alla luce di una proposta contenutistica quantitativamente di spessore, dunque, l'offerta di Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 non si mostra sempre in forma, lasciando con l'amaro in bocca chi non vedeva l'ora di sfidare online i propri amici.
Gamepad o non Gamepad?

Cuore pulsante di un prodotto come Mario & Sonic ai Giochi Invernali di Sochi 2014 è l'elenco di eventi sportivi, che in questo caso divertono ma non riescono a lasciare il segno. Un vero peccato, dato che tra Snowboard, Curling, Slalom Gigante, Hockey su Ghiaccio il carnet olimpico è rappresentato pressoché al completo.
Quasi tutte le discipline ufficiali rimangono un po' troppo legate al passato, tentando di simulare tramite Wii Mote e Nunchuck i movimenti dell'atleta a schermo e lasciando pochissimo spazio al GamePad ed alle sue potenzialità. In certi casi, imitando la piega dello sciatore o gli slanci del pattinatore di velocità, le meccaniche "classiche" risultano funzionali; quando invece ci si scontra con attività sportive meno meccaniche, vengono alla luce tutti i limiti di un sistema che non ha saputo rinnovarsi e legarsi alle caratteristiche della nuova console. E' frustrante rimanere praticamente a guardare l'intera prestazione del pattinatore di figura, limitandosi di tanto in tanto ad intervenire con qualche movimento non sempre coerente del Wii Mote. Avremmo preferito piuttosto un mini-game che sfruttasse il touch screen del GamePad alla Ouendan, o comunque una soluzione che ci permettesse di partecipare più attivamente alla competizione; anche perché quando SEGA permette lo sfruttamento del tablet controller in maniera oculata i risultati si vedono immediatamente. Il Biathlon, ad esempio, unisce alla sciata con Wii Mote il tiro al bersaglio puntando il GamePad verso lo schermo, aggiungendo un pizzico di dinamismo e varietà in più ed anche un po' di pepe alla competizione: in multiplayer, infatti, solo il primo a presentarsi alla zona di tiro potrà sfruttare il tablet controller, mentre agli altri toccherà comunque ripiegare sul Remote.
"Tra alti e bassi il quadro dipinto per Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 è quello di un titolo sostanzialmente solido, ma dai valori produttivi totalmente invariati rispetto ai predecessori"
Bisogna d'altra parte ammettere che non sempre il GamePad viene sfruttato in maniera perfetta, andando in qualche caso a rendere eccessivamente complicato lo svolgimento degli eventi. Per fortuna SEGA ha comunque fatto il possibile per rendere piacevole ogni disciplina. Il dev team ha aggiunto un tocco arcade ad ogni evento: nello Slalom Gigante, ad esempio, spingerci al limite e toccare le porte ci farà guadagnare una spinta extra, così come nel Trampolino imparare a muoverci in aria per sfruttare le correnti permetterà all'atleta di atterrare molto più lontano. Aumenta insomma il replay value di certe discipline, e soprattutto chi cerca di abbattere i vari record dovrà metabolizzare al meglio le dinamiche di ogni sfida. Al di là della possibilità di sbloccare oggetti, costumi e nuove tracce musicali, la trovata più carina è l'intervista, da concedere una volta ottenuto un risultato da Guinness. Gli operatori televisivi si avvicineranno e sul GamePad vedremo trasmessa in tempo reale un'edizione straordinaria del notiziario sportivo che ci vedrà protagonisti; tramite touch screen dovremo rispondere ad un paio di domande e decidere se scattare una foto al nostro faccione (reale) da inviare al Miiverse con tanto di commento. Una trovata simpatica per qualche risata in più tra amici.
Se gli eventi classici divertono, la vera delusione sono gli Eventi Sogno, che avrebbero invece dovuto rappresentare la parte più interessante dell'offerta, quella dove spingere al massimo sul pedale della creatività. Si tratta invece di mini-game che si limitano ad incollare assieme due o tre degli sport ufficiali, riproponendoli in sfide scarsamente ispirate e piuttosto monotone. Emblematico in termini di banalità il caso di Campione d'Inverno, che presenterà lungo il percorso una serie di checkpoint dove cambiare randomicamente attrezzo (sci, snowboard, bob, pattini) stando poi attenti alla superficie sulla quale proseguire verso valle. Le cose cambiano ben poco anche in Pattinaggio Spettacolare, che tenta di unire lo sprint al pattinaggio di figura per un evento a metà tra fasi on-rail e di scuotimento frenetico del Remote. Anche se in questa particolare selezione di sfide vengono maggiormente alla luce le caratteristiche dei vari personaggi (forza, velocità, scatto), la struttura complessiva appaiono talmente priva di verve da non permetterci di resistere a lungo.
Passando al comparto tecnico, il titolo si difende bene, anche se non aspira a vette d'eccellenza in termini visivi. La modellazione dei personaggi appare solida, ottima la texturizzazione e di buona fattura le animazioni che caratterizzano gli sport. Spiccano su tutto gli effetti speciali, che sottolineano la vivacità di un quadro come sempre coloratissimo, per un colpo d'occhio assolutamente piacevole.
Meno piacevole, invece, l'accompagnamento sonoro: il riciclo e la ripetizione degli stessi motivetti arriva quasi a sfinire il videoplayer.
Tra alti e bassi il quadro dipinto per Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 è quello di un titolo sostanzialmente solido, ma dai valori produttivi totalmente invariati rispetto ai predecessori. L’esordio su Wii U ha stuzzicato solo in minima parte la creatività SEGA, che ha implementato timidamente le funzionalità del GamePad, mantenendo per il resto una struttura già collaudata e qualche volta un po’ stanca. Deludono in particolare gli Eventi Sogno, che avrebbero dovuto rappresentare una novità ma appaiono troppo sottotono, ed il multiplayer, a lungo atteso ma implementato con troppa superficialità.
Insomma: SEGA non ha voluto rischiare troppo, riproponendo una formula collaudata, che tutto sommato riesce ancora una volta a regalare qualche spensierata serata tra amici. Da consigliare, allora, solo a chi non può proprio fare a meno del party game di turno o è follemente attratto dal fascino dei Giochi Invernali.
VOTOGLOBALE6.5
Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014

Disponibile per: 3DS | Wii U
Genere: Sportivo Arcade
Sviluppatore: SEGA
Publisher: Nintendo
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: Multiplayer online fino a 4 Giocatori
M. Offline: Multiplayer offline fino a 4 Giocatori - SplitScreen
Data di Pubblicazione: 08/11/2013
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014
7
7
6.5
6
4 voti
6.8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD