Nintendo Wii U: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
In diretta con i ragazzi di Melagodo dal Lucca Comics
New Super Luigi U > Recensione
38 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

New Super Luigi U - Recensione

Inviato il da Francesco Fossetti
Quando si tratta di adeguarsi ai modi (ed alle mode) del mercato videoludico, Nintendo ci va sempre molto cauta. Così oltre alle resistenze legate all'integrazione con le piattaforme social ed all'abbandono una struttura online sorvegliatissima, fino a qualche tempo fa su Wii U e 3DS era davvero impossibile sentir parlare di DLC. Poi la politica dei contenuti aggiuntivi via Digital Delivery deve aver fatto breccia anche nel cuore delle dirigenze di Kyoto, che hanno dimostrato timide aperture lasciando che fosse ovviamente il loro prodotto di punta ad aprire le danze. I primi add-on sono arrivati quindi su 3DS, dedicati alla modalità Febbre dell'Oro di New Super Mario Bros 2. Evidentemente i risultati sono stati positivi (nonostante una price policy non troppo lusinghiera), dal momento che adesso l'edizione Wii U del platform bidimensionale saluta l'arrivo di un pacchetto d'espansione densissimo e corposo, fondamentale per ravvivare la line-up estiva della console, ancora un po' rachitica nonostante l'ormai imminente Pikmin 3.
New Super Luigi U, fra l'altro, si presenta come un capitolo extra completamente autonomo, rivendicando una sua totale indipendenza nonostante si appoggi sulla stessa World Map di New Super Mario Bros U. Se l'idea che vi eravate fatti era insomma quella di un pacchetto sussidiario, dovrete ricredervi: l'esuberante esibizione di Luigi ha le sue regole ed il suo design, sebbene sia più concentrata di quella del paffuto fratello. Disponibile al prezzo di venti euro sull'eShop del WiiU, il DLC in verde arriverà anche in una versione retail il prossimo 26 Luglio, nel caso siate più tradizionalisti o vi preoccupi lo spazio disponibile sull'Hard Disk della console.
 
Lo smilzo
Prima di cominciare, pensiamo sia doveroso un piccolo appunto sull'infrastruttura dello shop online di Nintendo e sull'integrazione con il sistema operativo. Dopo sette mesi dall'uscita delle console, i problemi dell'eShop non sono ancora stati risolti. Scaricare un DLC o un titolo completo resta un processo abbastanza singhiozzante, fra controlli degli aggiornamenti e dello spazio disponibile. La gestione dei contenuti archiviati su Hard Disk è tutt'altro che intuitiva, e persino le cautele prima del download sono abbastanza incomprensibili (il DLC non si può scaricare se New Super Mario Bros U non è aggiornato). Fra update dell'hardware e del software, insomma, sembra di esser tornati nella stagione peggiore dei Firmware upgrade di PlayStation 3, con l'aggravante di menù di sistema non facilissimi da consultare e navigare. Se Nintendo vorrà puntare con più convinzione al digitale, pensare una struttura più immediata e reattiva è un imperativo.
Superate le (vane) resistenze della console, New Super Luigi U si installa e si avvia dal menù principale di Super Mario Bros U, un po' nascosto in alto nella schermata iniziale.
Raggiunte le piane del (solito) regno dei funghi nei panni del dinoccolato Luigi, comunque, ad innamorarci di questo DLC ci si mette davvero poco. Appena avviato il primo stage si viene accolti dal segnale sonoro che indica l'esaurirsi ormai prossimo del tempo a disposizione per completare lo stage: 100 secondi appena per raggiungere l'asta ed issare la bandiera.
Temprati da anni di esperienze con i vari capitoli della saga, si innesca un riflesso quasi pavloviano, che ci spinge a correre e impone il ritmo trottante di tutta l'avventura.

Questa urgenza di velocità e prontezza domina quindi tutti gli 83 livelli, profondamente ristrutturati, sparsi sulla mappa di gioco, che si presentano come versioni compatte e miniaturizzate di quelli affrontati nei panni di Mario. Il percorso verso il castello in cui Bowser ha chiuso Peach è sempre lo stesso: si passa dalle piane dei Guardaliti e dai relitti infestati, ma sebbene lo stile e gli elementi costitutivi degli stage siano sempre gli stessi, New Super Luigi U ha uno spirito tutto nuovo.
Che passa anche dalle doti dello snodato Luigi, che salta altissimo e sgambetta a mezz'aria per allungare tutte le parabole, esibendosi in quella che è quasi una planata innaturale. Peccato che poi scivoli a terra come se fosse su una pozza d'olio, rischiando spesso e volentieri di cadere in qualche strapiombo o mancare clamorosamente un power up che consideravamo già nostro.
Ecco: la prima sfida di questo DLC è quella di interiorizzare la fisica tutta scombinata di Luigi, straniante all'inizio ma così importante per la completa riscrittura del level design. Con Luigi il controllo aereo diventa fondamentale, così come una certa audacia ed una buona dose di fiducia nel lanciarsi in schizzi vertiginosi verso piattaforme apparentemente inarrivabili.
Ci vuole un po' per metabolizzare la stravagante mobilità alternativa del nuovo protagonista, ma una volta entrati in sintonia con Luigi il DLC mostra tutti i suoi tesori. Che sono ovviamente i meccanismi perfetti di stage costruiti con il solito puntiglio “artigianale”: piccole perle di level design che si divertono a scomporre le regole interne del platform Nintendo, moltiplicando i vuoti, allungando le altezze, e lasciando costantemente spiazzato il giocatore di vecchia data.
Proprio ai fan incalliti si dedica questo DLC, che sarebbe con tutta probabilità incompreso dai profani: molto difficile soprattutto negli stage avanzati, alle volte quasi criptico, risponde a chi si era lamentato della facilità complessiva di New Super Mario Bros U con stage punitivi, e con la certezza che, superati i primi mondi, diventa davvero facile incappare in un Game Over prematuro.
Ancor più duro è il compito di chi decide di raccogliere tutte le monete stella, disposte con fare machiavellico dal team, che con la “maledizione” dei 100 secondi incalza il giocatore, lo pungola, lo costringe a correre con il rischio di perder per strada vie alternative e dimenticare qualche segreto.

La fretta, l'impazienza, la precipitazione: è questo l'elemento chiave su cui si regge New Super Luigi U, che da il meglio di sé in quei livelli “accelerati” che si completano anche solo con una manciata di salti precisi (“Rotolando tra le sabbie” o la “Corsa sulle fontane”), le cui traiettorie vengono anticipate da cliniche scie di monete. Ci sono ovviamente stage più classici, meno esuberanti, in cui l'operazione di “schiacciamento” appare più limitante che altro, ma nel computo complessivo della produzione risaltano più le eccellenze che le incertezze.
Ovviamente un DLC fatto tutto di livelli condensati, che “bruciano” in poco più di un minuto, non può vantare la longevità del pacchetto di base, neppure considerando la possibilità del multiplayer a 5 giocatori. Che poi New Super Luigi U è un'esperienza più intima che sociale, proprio perchè l'esaltazione per i guizzi del level design si sente quando si è da soli, impegnati a fluttuare da una piattaforma all'altra senza aiuti extra né spintoni.
Il prezzo, anche questo più che dimezzato, giustifica abbondantemente il “ridimensionamento”, ma di nuovo soprattutto agli occhi dei passionisti, che hanno la perspicacia di valutare quanto siano brillanti le corse a perdifiato nel “Castello twompante di Wendy” o le scivolate di “tirata sul ghiacciaio” .
In questo focus insistito sul timing, rotto alle volte dai bellissimi stage che si sviluppano in verticale, c'è come una traccia della componente “ritmica” dell'ultimo Rayman: senza stare a cercare priorità e spulciare cronologie, basi sapere che la tradizione e l'eredità mariesca ne escono arricchite, ma tutt'altro che snaturate.
New Super Luigi U è, più che un'espansione, un'appendice al Platform 2D secondo Nintendo. Una sorta di esperimento che stravolge ritmi e parabole dei salti: toglie gli appigli, allunga le distanze e accorcia i tempi. E' un DLC che dimostra più che mai come la struttura ludica del genere sia tutta un'operazione sul tempismo: un calcolo preciso di percorsi, lanci, gittate.
Nonostante l'avventura di Luigi duri molto meno rispetto a quella del fratello panciuto, la difficoltà maggiore e soprattutto una notevole densità (gli stage sono brevi ma intensi), rendono l'Add-On vivamente consigliato.
Solo i meno esperti o chi si è avvicinato solo ultimamente al mondo di Super Mario potrebbe non cogliere la precisione dei meccanismi interni, o restare scottato da una difficoltà più incisiva.
VOTOGLOBALE8.5
Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

New Super Luigi U

Disponibile per: Wii U
Genere: Platform
Sviluppatore: Nintendo
Publisher: Nintendo
Lingua: Tutto in Italiano
M. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Online
Data di Pubblicazione: 26/07/2013
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD