XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Avatar: The Game > Recensione
67 Commenti
Stampa
+0
     

Avatar: The Game - Recensione

Inviato il da Andrea Vanon
Ultimamente si fa un gran parlare di James Cameron, regista, per chi non lo conoscesse, di capolavori quali Terminator, Terminator 2, True Lies e, ultimo ma non per importanza, il colossal Titanic.
Lo sceneggiatore/regista canadese è infatti impegnato in uno dei più ambizioni progetti degli ultimi anni, l’oramai sulla bocca di tutti Avatar.
Si tratta di un film realizzato per buona metà in computer grafica che promette, oltre a settare nuovi standard per questo tipo di realizzazione, di rivoluzionare la qualità delle proiezioni digitali tridimensionali.
Lo studio di Cameron, per la prima volta in assoluto, ha girato l’intero film in 3D (le ultime pellicole 3D, invece, vengono rese tali in post-produzione), utilizzando tecniche all’avanguardia come il Reality Camera System (due telecamere ad alta definizione incorporate nello stesso macchinario) che pare nessun altro fino ad ora sia stato in grado di sviluppare.
Tutte queste novità apparentemente esterne al mondo dei videogiochi ci riguardano invece molto da vicino, dal momento che Ubisoft, impegnata da qualche anno anche nell’industria cinematografica con alcuni studi di CG, ha deciso di produrre, assieme a Cameron, un promettente tie-in, intitolato per l’occasione James Cameron’s Avatar: Il Gioco.
Quello che in questa sede chiameremo -per comodità- semplicemente Avatar è in uscita per Xbox360, Playstation 3, Nintendo Wii, Nintendo DS e PC il 3 Dicembre, mentre la versione PSP arriverà il 12 Dicembre.
Na'Vi o Pellerossa?
La trama di Avatar segue e per certi versi si sovrappone a quella del film tentando, inoltre, un naturale approfondimento.
 E’ bene precisare, infatti, che su precisa richiesta di James Cameron i giocatori saranno in grado di esplorare Pandora (il pianeta alieno) nella sua interezza; sempre su commissione del regista canadese è stata inserita la Pandorapedia, ovvero un’enciclopedia (aggiornata dalle esplorazioni del giocatore) su flora, fauna e molto altro del Pianeta, in maniera tale da dare precise connotazioni storiche e geografiche su questo mondo inventato, come successe, a suo tempo, con la Terra di Mezzo.
Il gioco come la pellicola è ambientato nel 2154, su un pianeta chiamato Pandora, dominato da gigantesche foreste pluviali ed abitato da una serie di strane razze aliene tra le quali una sorta di umanoidi dalla pelle blu striata, i Na’Vi.
Questi nativi vivono in completa armonia con la natura selvaggia (ricordando molto, molto da vicino gli Indiani d’America), almeno sino all’arrivo dei terrestri (una corporazione chiamata RSD), in arrogante ricerca di risorse minerarie tra le quali spicca l’Unobtainium, materiale capace di generare fortissime cariche magnetiche.
L’intreccio mette il giocatore nei panni di Ryder, tecnico delle comunicazioni giunto su Pandora dopo cinque anni di viaggio criogenico (nuova frontiera umana per affrontare distanze inimmaginabili).
Ben presto il (o “la” a seconda del sesso scelto) protagonista si accorgerà che la sua stirpe sta usurpando con la forza le risorse del Pianeta, affrontando in maniera violenta e del tutto immotivata i nativi, dotati solo di archi, spade e lance.
Imparato a controllare l’Avatar (un ibrido tra Umano e Na’Vi creato per poter esplorare il pianeta senza respiratori artificiali) Ryder dovrà quindi decidere se perpetuare la conquista operata dal suo popolo o allearsi -non senza difficoltà- ai locali, rischiando la sua stessa vita per proteggere l’inalienabile valore della libertà.
Com’è possibile intuire, sebbene contestualizzata in maniera abbastanza interessante, la vicenda non è delle più originali; lo storytelling, inoltre, a dispetto di una soddisfacente recitazione digitale ed un buon doppiaggio italiano, è sin troppo leggero, quasi costretto a non osare assolutamente nulla al di fuori dei bassissimi canoni del tie-in.
Quella che si poteva prospettare quindi come una vera e propria esperienza nella fantasia cameroniana si trasforma perciò in una storiella abbastanza piatta, nella quale, al di là della fredda Pandorapedia consultabile da menù, ben pochi sono gli approfondimenti sull’affascinante civiltà dei Na’Vi.
Non aiuta di certo la caratterizzazione piuttosto povera dei personaggi secondari, facilmente dimenticabili nel giro di una sparatoria.

INVIA COMMENTO

Avatar: Il Videogioco

Disponibile per: PS3 | PC | XBOX 360 | Wii | NDS | PSP | iPhone
Genere: Azione/Avventura
Sviluppatore: Ubisoft
Distributore: Ubisoft
Pegi: 16+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione:
PS3: 03/12/09   
PC: 03/12/09   
XBOX 360: 03/12/09   
Wii: 03/12/09   
NDS: 03/12/09   
PSP: 03/12/09   
iPhone: 13/12/09   
Avatar: Il Videogioco
6.5
7
7.5
6.5
164 voti
6,1
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Vito302
Il mastodontico e magico mondo di Pandora creato da James Cameron per 'Avatar' è pari, per vastità e meticolosità descrittiva, alla Terra di Mezzo di ...[Continua a Leggere]
5.5
platinum
QUESTA RECENSIONE è DIRETTA A JAMES CAMERON'S AVATAR PER LA WII tanto per cominciare. Questo gioco si presenta molto breve e molto rozzo,sei sempre d...[Continua a Leggere]
1
lukax94
Dopo il mega successo nei cinema dell'attesissimo film Avatar di James Cameron, la Ubisoft tenta di lanciare il gioco su tutte le migliori piattaforme...[Continua a Leggere]
6
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD