XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Babel Rising > Recensione
1 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Babel Rising - Recensione

Inviato il da Roberto de Luca
Non sempre vestire i panni di un dio vendicativo e senza pietà può essere divertente o appagante. Ne è un chiarissimo esempio Babel Rising, classico strategico in stile "tower defense", che dopo un fortunato esordio su iPhone, sbarca finalmente sulle piattaforme casalinghe quali Xbox 360 e PS3. Il gioco vi mette nei panni di una potente divinità, infastidita dalla costruzione -da parte dei fedeli- di gigantesche torri di Babele, atte a raggiungere le porte dell'aldilà. Il vostro arduo compito sarà quindi quello di impedire che ciò accada, utilizzando i quattro poteri elementali messi a vostra completa disposizione per eliminare gli ostinati e volenterosi lavoranti. Prima di ogni livello vi sarà data la possibilità di scegliere quale elemento utilizzare in battaglia (acqua, aria, terra e fuoco), e dal momento che sarà possibile sceglierne solo due, la varietà d'azione calerà già dopo i primi minuti di gioco, vedendovi obbligati a premere ripetutamente i 4 pulsanti del pad per richiamare letali saette o giganteschi tornado, cercando di porre fine alla folla suicida che imperterrita continuerà a risalire la torre. Una volta che avrete ucciso un determinato numero di seguaci con la stessa forza elementale, avrete accesso ad una speciale magia che metterà fuori gioco per qualche secondo qualsiasi essere umano impegnato nella scalata: servendovi delle fiamme ad esempio, potrete scatenare una vera e propria pioggia di fuoco su tutto l'ambiente di gioco, eliminando i lavoratori e danneggiando gravemente le infrastrutture della torre affinché possiate rallentarne la costruzione. Ogni potere sarà diviso in due utilizzi: il primo mirerà a centrare con precisione uno o più individui con un singolo colpo, mentre l'altro coprirà una vasta area facendo più danno, ma con un tempo di ricarica più lungo. Sarà fondamentale alternare con astuzia le proprie forze per evitare di restare scoperti nei momenti più concitati della partita. Nonostante i primi livelli siano talmente semplici e ripetitivi da far rischiare più di uno sbadiglio al giocatore, le cose cambiano -anche se non di molto- nei livelli più avanzati, con l'introduzione di alcuni fedeli con abilità particolari, come i predicatori, immuni agli attacchi di un particolare elemento, o i portatori di "urne maledette", che se colpiti bloccheranno l'ultimo potere utilizzato per un breve lasso di tempo. Sfortunatamente queste introduzioni, più che rappresentare una sana e stuzzicante sfida per il protagonista, ben presto riveleranno la loro natura: scialbe distrazioni che tentano invano di recuperare un gameplay monotono e privo di stimoli.
 
Gaming in motion
Babel Rising - recensione - XBOX 360 L'architettura delle Torri da distruggere varierà e si complicherà nel corso della campagna, cambiando spesso punto d'origine dei seguaci o includendone più di uno, spingendo il giocatore a girare vorticosamente la mappa di gioco (sferica) per lanciare i propri attacchi con il giusto tempismo e precisione. Proprio per rendere questo compito il più immediato e spontaneo possibile, Mando Productions ha scelto di rendere Babel Rising compatibile con le periferiche di movimento Microsoft e Sony, rischiando però di incappare in una pericolosa arma a doppio taglio: se dal punto di vista del Playstation Move i controlli appaiono sorprendentemente intuitivi e funzionali, permettendo una gestione ottimale delle proprie abilità, dal punto di vista del Kinect il lavoro svolto in fase di sviluppo rasenta la mediocrità. Il solo navigare tra gli spogli menù di gioco risulta un'ardua impresa: le risposte ai movimenti sono lente, e spesso questi ultimi non vengono decifrati correttamente dal gioco; di conseguenza si finisce per ripetere più e più volte lo stesso gesto solo per colpire il primo dei molti nemici da abbattere. D'altro canto i comandi del joypad rispondono più che bene, considerando che il contesto del titolo è molto più appropriato per mouse e tastiera (o pad perl'appunto). Mirare con le levette analogiche non è certo comodo, ma garantisce l'accuratezza necessaria ai fini della vittoria. La disposizione dei comandi sui tasti è standard, impegnando quindi sia i pulsanti dorsali -adoperati in questo caso per i poteri speciali- che quelli frontali, utilizzati per gli attacchi normali.

La Torre di Babele, pur essendo totalmente tridimensionale (come la maggior parte dello scenario di gioco), può essere controllata solo da una telecamera che vi permette esclusivamente di girarci intorno senza alcuna possibilità di zoomare o di cambiare l'angolo della visuale. Seppur limitante, questo piccolo difetto non mina la giocabilità del prodotto, che si attesta sui livelli della sufficienza. Anche tecnicamente il titolo, anche se non fa gridare al miracolo, si difende bene con una buona modellazione poligonale, textures colorate ed abbastanza definite e curate, ed un comparto animazioni semplice, ma fluido e convincenti. Gli effetti sonori sono piacevoli ed i brani d'accompagnamento ben si sposano con le atmosfere "antiche" a cui si ispira il gioco.
Ciò che compromette il divertimento derivante da un titolo come Babel Rising è senz’altro la ripetitività di una formula poco efficace se non sulle piattaforme portatili. In alcuni casi vi ritroverete a dover sopravvivere ad ondate continue di seguaci sempre uguali per minutaggi che, seppur non troppo elevati, sembreranno non finire mai per colpa della noia incombente. La causa è lo scarso numero di azioni disponibili, unito alla poca varietà di nemici e situazioni di gioco. La versione PS3 di Babel Rising è quella che riesce a regalare maggiori soddisfazioni grazie alla compatibilità con il PS Move. La campagna può essere completata in non più di 3 ore e aldilà di una modalità “Sopravvivenza” Babel Rising ha davvero poco da offrire, soprattutto considerando che per quel prezzo (800 MP o 9.99€) i servizi DD hanno molto di meglio da offrire.
VOTOGLOBALE5
Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Babel Rising

Disponibile per: iPhone | PS3 | XBOX 360
Genere: Tower Defence/Castle Defence
Sviluppatore: White Birds Productions
Distributore: Distribuzione digitale
Costo iPhone: http://a10€
Pegi: 3+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione: 30/11/09
Babel Rising
6.5
5
4
7
16 voti
5.4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD