XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Bellator MMA Onslaught > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Bellator MMA Onslaught - Recensione

Inviato il da Roberto de Luca
L'arte del combattimento misto MMA ha avuto un inaspettato successo negli ultimi anni e i videogiochi basati su questa disciplina hanno riscosso largo consenso dalla critica e dal pubblico. Forte di questi dati lo studio di sviluppo Kung Fu Factory -lo stesso di MMA Supremacy- ha prodotto Bellator MMA Onslaught, primo titolo in digital delivery ad ispirarsi completamente al famoso torneo americano di arti marziali. Pur non essendo uno sport conosciuto da tutti, la decantata immediatezza dei comandi e lo stile del gameplay fortemente improntato sulla scelta arcade, fa di Bellator un gioco pensato sia per i fan sfegatati, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta ad un picchiaduro così particolare. Al suo interno troverete tutti gli atleti più conosciuti, come Pat Curran, "Pitbull" Freire e Joe Warren, ognuno dei quali vanta le proprie micidiali caratteristiche di combattimento, grazie alle quali potrete scegliere lo stile che più vi aggrada. La possibilità di creare un lottatore personalizzato inoltre, dona una maggiore profondità all'esperienza di gioco, permettendo al fruitore di realizzare il proprio alter-ego virtuale, seppur con tutte le limitazioni causate da un editor poco più che sufficiente.
Non è un gioco per femminucce
Bellator MMA Onslaught - recensione - XBOX 360 Lo scarno menù di Bellator MMA Onslaught propone tre modalità principali: "Super Combattimento" che vi proietterà in un classico scontro immediato tra due lottatori - piuttosto arduo da affrontare se si è sprovvisti almeno di un'infarinatura dei comandi di gioco; "Strada verso il Successo" si traduce in quella che più somiglia ad una campagna single-player, con un torneo in cui affronterete diversi avversari di difficoltà crescente, fino ad arrivare alla sfida finale; infine il multiplayer online tra due giocatori, suddiviso in partita personalizzata dove detterete le regole dell'incontro, il numero di round ed il tempo a disposizione, e partita classificata che registrerà i vostri progressi online secondo impostazioni pre-determinate. Tutte queste modalità potranno essere affrontate con il vostro lottatore personalizzato, che migliorerà le proprie caratteristiche ad ogni incontro, dandovi la possibilità di affinarne le tecniche o impararne di nuove utilizzando i punti esperienza acquisiti durante il tempo trascorso a combattere, proprio come nel più classico dei giochi di ruolo. All'interno della palestra il vostro lottatore potrà allenarsi per acquisire esperienza più velocemente ed incrementare le sue capacità in vista di turni particolarmente difficili.
" La frenesia del combattimento è quasi palpabile e la velocità d'esecuzione, accoppiata alla violenza di certi colpi, può lasciare il giocatore inerme. Bisogna possedere una profonda conoscenza delle tecniche di lotta e per questo il tempo passato nella palestra virtuale dovrà essere necessariamente abbondante"
Questo attraverso alcuni minigiochi e prove incentrate su determinate prese o mosse che risultano fondamentali per apprendere correttamente tutte le tecniche vincenti. Qualsiasi mossa può inoltre essere modificata e personalizzata, dando ad ogni jab, montante o ginocchiata uno stile unico. Tuttavia, tutto questo allenamento sembra essere fine a se stesso, a causa dello scarso numero di contendenti che potrete incontrare (in totale 8) e il ricorrente senso di dejavù ad ogni incontro causato soprattutto dalla ripetitività degli scenari. Quando arriva l'ora di scendere in campo si intuisce al volo la vera natura di Bellator: un puro arcade, che fa della velocità e del giusto tempismo la chiave per la vittoria sul ring. Nonostante si possa pensare che l'allontanamento dal realismo, senz'altro apprezzabile in una disciplina quale l'MMA, si possa tradurre in un'eccessiva facilità del gameplay, non è affatto così. Il titolo di Kung Fu Factory è difficile da padroneggiare, soprattutto durante i primi scontri. La frenesia del combattimento è quasi palpabile e la velocità d'esecuzione, accoppiata alla violenza di certi colpi, può lasciare il giocatore inerme. Bisogna possedere una profonda conoscenza delle tecniche di lotta e per questo il tempo passato nella palestra virtuale dovrà essere necessariamente abbondante. Già a livelli di difficoltà medi l'avversario tenderà a parare la maggior parte dei colpi, rispondendo ad un'eventuale esposizione corporale del protagonista con pugni micidiali, finendo per terminare l'incontro con un imbarazzante KO ai primi round (quando la competizione ufficiale ne conta ben cinque). Fallisce miseramente quindi il tentativo da parte degli sviluppatori di proporre un titolo adatto anche ai neofiti, che in questo caso si ritroveranno tra le mani un prodotto complicato e poco accessibile. La maggior parte delle volte si finirà per premere furiosamente i tasti pur di colpire l'altro lottatore, ed in certi casi tattiche come questa produrranno anche risultati positivi; peccato che la stamina -indicata come una barra blu appena al di sotto dell'energia vitale in rosso- scenderà in picchiata, indebolendo il vostro combattente che, non più in grado di parare le percosse avversarie, soccomberà precocemente. Nonostante l'ottima configurazione dei tasti, i comandi non sempre rispondono in maniera impeccabile, spesso compromettendo un'intera azione offensiva. In più, il magistrale utilizzo delle prese da parte della CPU, capace in qualunque momento dello scontro di sovvertirne le sorti e mandare al tappeto il concorrente, tenderà a rendere il giocatore insicuro del proprio successo nonostante un apparente vantaggio. Basterà infatti una piccola distrazione o un avvicinamento eccessivo al rivale che ci si ritroverà a terra bloccati in una morsa di muscoli sudati e sanguinolenti. L'unica chance di resistere sarà quella di parare i numerosi colpi o cercare (fallendo il più delle volte) di liberarsi prima della sopraggiunta del KO.

Tecnicamente parlando, Bellator MMA Onslaught si attesta su buoni livelli, grazie ai modelli poligonali che si ispirano ai veri protagonisti dell'omonimo torneo, tutti perfettamente realizzati, con tanto di abbigliamento personalizzato e tatuaggi finemente riprodotti. Peccato per le animazioni, nettamente al di sotto delle aspettative, che finiscono per compromettere la veridicità del combattimento: una volta in movimento, i modelli sono legnosi, animati da movenze ripetitive e superficiali. Nonostante i ripetuti colpi inflitti o ricevuti (e l'abbondante sangue versato sul ring o ancora appiccicato al torace sudato), i due atleti stenteranno ad accusare la stanchezza o il dolore, impendendo l'immersione in un'esperienza di gioco palesemente fittizia. La buona fluidità che accompagna i round è senza dubbio aiutata dalla povertà di dettagli di contorno, che affligge ognuna delle arene selezionabili, tutte troppo uguali tra di loro e prive di minuzie e particolari distintivi. La totale assenza di un commento sonoro o di un accompagnamento musicale rende l'esperienza di gioco ancora più magra, eccezione fatta per le sonorità insite del combattimento e i classici boati del pubblico presente.
Bellator MMA Onslaught è un tentativo di riproporre una disciplina complessa e vasta come quella delle arti marziali miste in digital delivery, rinunciando in modo plateale a tutta una serie di rifiniture necessarie per decretarne il successo. Tentativo fallito dunque? Sì, a causa di un sistema di controllo impreciso che segna in modo profondo il gameplay. Sì, per la difficoltà eccessiva degli incontri, che possono essere padroneggiati solo dopo un apprendimento completo di tecniche e mosse. Sì, se si conta la povertà dell’offerta, in netto contrasto con il prezzo elevato (1.200 MP per l’XBLA o 12.99€ per il PSN). Kung Fu Factory fallisce quindi questo coraggioso esperimento, mancando gli obiettivi principali e finendo per portare sugli scaffali virtuali del digital delivery un prodotto incompleto che lascerà l’amaro in bocca a tutti gli appassionati di questo sport.
VOTOGLOBALE5
Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Bellator MMA Onslaught

Disponibile per: XBOX 360
Genere: Picchiaduro 3D
Sviluppatore: Kung Fu Factory
Distributore: Distribuzione digitale
Pegi: 18+
Data di Pubblicazione: 04/07/2012
Bellator MMA Onslaught
5
5
4.5
4.5
11 voti
4.4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD