XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Call of Duty: Black Ops > Recensione
184 Commenti
Stampa
+0
     

Call of Duty: Black Ops - Recensione

Inviato il da Nicolò Carboni
Parlare della serie di Call of Duty significa, per certi versi, tracciare un ritratto dell’attuale generazione videoludica. Pur essendo nata nell’ormai lontano 2003, la saga ha conosciuto la sua massima espressione nel corso degli ultimi quattro anni, quando, grazie agli sforzi congiunti (anche se non sempre armoniosi) di Infinity Ward e Treyarch, Call of Duty si è imposto definitivamente come l’unico FPS multipiattaforma capace di incanalare e canonizzare le tendenze dell’industria.
Al di la delle sterili cifre, che restano comunque impressionanti (con 60 milioni di copie vendute a livello mondiale, 4 miliardi di incasso, migliaia di giocatori online e un aggregato complessivo su metacritic che supera il 90% di review positive), Call of Duty rappresenta una pietra angolare, necessaria par capire il gaming moderno.

Black Ops, il nuovo capitolo della saga, porta con se una doppia responsabilità: da una parte incombe l’ombra del suo predecessore, troppo grande per poter essere nascosta, dall’altra Treyarch, dopo la buona prova di World a War, deve dare la prova definitiva del suo talento.
Con questo carico di aspettative, attese e, perché no, hype da appassionati, Everyeye è volato a Londra, per la review session del gioco, pronto a sviscerare uno dei top title dell’anno nonché il più importante della line up Activision di questo Natale.
Everyeye.it Player
“...ché la guerra è bella anche se fa male..”
C’è stato un tempo in cui le guerre si combattevano sui campi di battaglia; le donne, i cavalier, l’arme e gli amor, ma anche l’eroismo dell’assedio di Stalingrado, la maledizione delle Ardenne, o il fronte carsico della Prima Guerra Mondiale. Tutto era relativamente facile: da una parte c’erano i buoni, dall’altra i cattivi. Alleati contro Asse, Triplice Alleanza contro Triplice Intesa, Churchill, Stalin e Roosevelt contro Hitler, Mussolini e Hirohito. Dopo la caduta di Berlino tutto è diventato più confuso: il secondo dopoguerra ci ha consegnato un mondo grigio, dove la distinzione fra bene e male, fra giusto e sbagliato si è fatta labile come i confini della cortina di ferro. La Linea Rossa fra il Presidente Kennedy e il Segretario Generale del PCUS Kruchev non è mai stata così calda, e noi ci siamo in mezzo: è l’Aprile del 1961, ci chiamiamo Mason e stiamo per sbarcare a Cuba, con un solo obiettivo: uccidere Fidel Castro.

Call of Duty: Black Ops parte con il botto e, pur senza voler svelare alcunché riguardo la trama, ci limitiamo a dire che l’intera vicenda, che di dipana su un arco temporale lungo quasi vent’anni, ci porterà a esplorare alcuni fra i luoghi più evocativi del mondo per prendere parte a momenti che hanno scritto pagine tanto epiche quanto sanguinose della storia moderna. Dal Vietnam dell’Offensiva del Tet al segretissimo Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. L’intera trama ruota attorno ad alcuni misteriosi numeri che, a quanto pare, degli scienziati sovietici ci hanno innestato nel cervello per motivi del tutto ignoti (ma che scopriremo, in maniera sconvolgente, nel finale). La cosa più interessante di Black Ops è che ogni missione prende le mosse da un ricordo di Mason, per cui tutta la vicenda si intreccia, dipana e sviluppa per flashback, permettendo non solo all’utente di tenere sempre la tensione alta, ma dando, molto furbamente, la possibilità ai Treyarch di concedersi dei sani momenti di sospensione dell’incredulità, in cui il realismo cede il passo alla spettacolarità e alcune situazioni straordinarie per regia, impatto emotivo e coinvolgimento appaiono inserite perfettamente nel contesto ludico. Senza comunque perdere di vista le logiche di base che, da sempre, hanno contraddistinto tutti i Call of Duty.
Black Ops porta la narrazione di Call of Duty a un nuovo livello, superando in una volta sola i cliché da action movie bellico e alcune ingenuità che contraddistinguevano Modern Warfare 2. Qui non c’è bisogno di una scena inutilmente forte come il massacro in aeroporto per far passare il messaggio che gli sviluppatori vogliono; Black Ops è più un thriller che un action puro, insegue la riflessione anziché le battaglie campali fini a se stesse. Nel mostrarci quando fu sporca e “calda” una guerra che le grandi potenze hanno cercato di nasconderci, il gioco non lesina, naturalmente, sulle crudezze, ma è anche capace, per la prima volta nella serie, di offrire personaggi ben caratterizzati e dalla personalità complessa. Mason in primis, che da semplice pedina cresce fino a scoprire il lato più oscuro di sé, ma anche il nostro antagonista Dragovich, spietato nella sua mostruosità e, soprattutto, il nostro amico e commilitone Reznov, un esule russo pieno di segreti e con un passato oscuro.
Rinunciando, per certi versi, all’eccessiva retorica che caratterizzava i vecchi capitoli, Black Ops porta la saga di Call of Duty su un livello del tutto nuovo, più complesso degli episodi precedenti e certamente meno banale.

INVIA COMMENTO

Call of Duty: Black Ops

Disponibile per: PS3 | PC | XBOX 360 | Wii | iPhone
Genere: FPS - Sparatutto in Prima Persona
Sviluppatore: Treyarch
Distributore: Activision-Blizzard
Pegi: 18+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: Multiplayer online oltre i 20 Giocatori
Data di Pubblicazione:
Wii: 11/10/2010   
PS3: 9/11/2010   
PC: 9/11/2010   
XBOX 360: 9/11/2010   
Call of Duty: Black Ops
9
9
9
9.5
238 voti
8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
sephiroth97
La saga di Call Of Duty è certamente una delle serie videoludiche più spettacolari dell'intero mondo videoludico e dopo il capolavoro inarrivabile C...[Continua a Leggere]
10
Wild69
Call of Duty ritorna con un nuovo capitolo, questa volta non sarà riguardante la guerra moderana come i due precedenti titoli, ma riguarderà la storia...[Continua a Leggere]
7.5
diablo aka shadow
Dopo la fuoriuscita di Infinity Ward da Activision, tocca al team di secondo piano Treyarch portare avanti il glorioso marchio e ci prova con Black Op...[Continua a Leggere]
9
AdraTheGreat
Come quasi tutti gli anni, poco prima dell'arrivo dell'inverno, un nuovo episodio di Call of Duty esce nei negozi e come sempre, l'attesa per il nuovo...[Continua a Leggere]
10
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD