XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Domande e Risposte con i ragazzi di Parliamo di Videogiochi
G.I. Joe: The Rise of Cobra > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

G.I. Joe: The Rise of Cobra - Recensione

Inviato il da Francescostefano ''IoriYagami'' De Ponti
Periodo molto florido per le “riesumazioni” di alcuni gloriosi brand provenienti dagli anni '80: dopo l'exploit di Transformers 2 nei botteghini di tutto il mondo, tornano (o almeno cercano di tornare) sugli scudi i G.I. Joe, cartone animato (da cui vennero tratti gli omonimi giocattoli) in cui venivano narrate le vicende di un super team d'elite dell'esercito americano, i G.I. Joe appunto, in sempiterna lotta contro la malvagia organizzazione Cobra, fra le cui fila militano fra le altre cose alcuni ex membri proprio dei G.I. Joe. Oltre a poter contare sulle indubbie qualità fisiche ed intellettive, i soldati di G.I.Joe avevano dalla loro mezzi militari ed un arsenale bellico di primissima fascia, oltre che su degli esoscheletri metallici sperimentali in grado di trasformare i soldati in veri e propri carriarmati umani. Come detto dunque, gli oscuri meccanismi che regolano il mercato del cinema (e soprattutto il settore merchandising di Hasbro, uno dei leader nel settore dei giocattoli) hanno deciso di rispolverare dalla soffitta i vari Duke, Scarlett e compagnia bella, lucidandone le armature e gli arsenali con un budget in linea con gli altri action pieni di effetti speciali ed affidandone la regia a Stephen Sommers, già autore di diversi blockbuster come La Mummia, Van Helsing ed Il Re Scorpione. Il passaggio piuttosto ovvio da celluloide a silicio non si è fatto di certo attendere: G.I. Joe: la nascita dei Cobra (questo anche il titolo del film) è da poco disponibile in tutti i negozi di videogiochi per le principali piattaforme di gioco. Le similitudini fra il gioco ed il film si fermeranno però solo al titolo: per l'occasione infatti Double Helix (il team di sviluppo del titolo) ha approntato un plot narrativo esclusivo in cui i nostri impavidi super soldati dovranno respingere gli attacchi dei Cobra e mandare a carte quarantotto l'ennesimo piano di conquista della terra da parte di Commander Cobra, impegnato questa volta con il misterioso progetto M.A.R.S.
Vintage anche nella sostanza
G.I.Joe: la nascita dei Cobra si presenta al pubblico con l'oramai collaudato ed inflazionato sistema di gioco dello sparatutto: il nostro scopo sarà infatti quello di farci largo attraverso 20 livelli di gioco racchiusi in quattro scenari molto generici (antartide, giungla, deserto e tundra) acquisendo di volta in volta le linee guida tramite alcuni brevi dialoghi con il campo base, il quale ci aggiornerà sul prossimo bersaglio da ridurre ad un fumante cumulo di macerie. Al termine di ciascuno scenario dovremo poi affrontare il più classico boss di fine livello, che nella fattispecie sarà rappresentato di volta in volta dai più famosi avversari dei G.I.Joe: Baroness, Destro e Firefly.
Durante il nostro incedere negli stage incapperemo in una serie di collezionabili che, oltre a darci tutta una serie di info sulla trama e sui vari protagonisti, ci permetteranno di sbloccare nuovi personaggi da acquistare nell'apposito menù squadra. Sebbene la sommaria descrizione appena data potrebbe dare da pensare ad un mero clone di Gears Of War, la realtà dei fatti è leggermente diversa: G.I.Joe infatti, quasi a voler marcare ancor di più la sua anima retrò, attinge a piene mani dal gameplay di alcuni storici titoli del passato come Ikari Warriors, Commando e Gun Smoke, tratteggiando dunque più i contorni dello sparatutto a scorrimento multidirezionale che quelli della naturale evoluzione del genere, ossia il Third Person Shooter. Azione incessante e senza sosta, nemici su nemici da affrontare e, soprattutto, un high score (particolare oramai in via di estinzione da qualche anno a questa parte) grazie al quale potremo acquisire anche un certo numero di stemmi del team, stemmi utilizzati come merce di scambio per acquistare i già citati altri membri della squadra. La natura vintage del titolo viene accentuata anche da due altri fattori, ossia sistema di controllo e telecamera. Per quel che concerne la prima voce, in G.I.Joe potremo tranquillamente mettere da parte i rudimenti e le evoluzioni a cui siamo abiutati normalmente per tentare di acquisire la miglior mira possibile: nel gioco infatti sia il movimento che il puntamento della nostra bocca di fuoco saranno gestiti dal solo stick analogico sinistro, un po' come accadeva nei già citati “antenati” sparatutto. Per quel che concerne invece la questione telecamere il titolo Double Helix si presenta con un sistema di inquadrature fisse, cambi di campo e scarrellate che ci hanno riportato alla memoria le lunghe sessioni passate sui primi Resident Evil e che in teoria dovrebbero acuire l'azione e conferire al gioco un taglio squisitamente cinematografico. Nella realtà dei fatti però queste due caratteristiche emergono solamente come due dei tanti problemi che affliggono G.I.Joe. Il sistema di puntamento molto impreciso in più di una occasione tende infatti ad agganciare il bersaglio più vicino al nostro G.I.Joe, finendo quasi sempre a focalizzare i colpi dell'arma su alcune inoffensive strutture o ancor più innocue casse, lasciandoci in balia così del fuoco nemico. A tale fastidiosissimo problema (cui dovremo portare continue correzioni cambiando bersaglio tramite lo stick destro, unica funzione adibita alla levetta) vanno ad aggiungersi le già citate inquadrature, le quali molto spesso andranno a posizionarsi in maniera del tutto astrusa sul campo di battaglia, non focalizzandosi dunque sull'azione e costringendoci o a sparare alla cieca oppure a girovagare nel vano tentativo di avere una visuale più chiara, spezzando così le gambe al gameplay, confusionario e frammentato. Come se ciò non bastasse, vanno ad aggiungersi a tali gravi problemi un'intelligenza artificiale che potremmo definire insulsa (in più di un'occasione potremo tranquillamente sparare a tutto e a tutti senza ricevere un singolo colpo) ed una conseguente difficoltà del tutto nulla: per finire l'intera avventura basteranno quattro o cinque ore, esaurite le quali il prodotto può essere tranquillamente riposto sulla mensola a prendere polvere. G.I.Joe infatti non presenta il benchè minimo segno di “replay value”, mancando del tutto di qualche extra da sbloccare o di una modalità multiplayer online. L'unica possibilità di potere condividere le nostre sventure con un nostro amico sarà possibile facendoci spalleggiare in cooperativa locale.
Dove tutti gli altri falliscono, noi vinciamo...
Ultimo, ma non per ultimo, anche il lato tecnico di G.I.Joe risulta essere estremamente carente e talmente datato da poter ricevere il non certo esaltante appellativo di gioco appartenente alla scorsa generazione di console. Ad iniziare dal comparto tecnico, povero sotto tutti i punti di vista (modellazione poligonale, qualità delle texture, delle animazioni e degli effetti speciali) e proseguendo per il sonoro in cui il filo conduttore sarà una cacofonica sequenza di esplosioni, voci dalla pessima impostazione recitativa e insulse musichette, nel prodotto di Double Helix non siamo riusciti a trovare il benchè minimo aspetto positivo in grado di rasserenare un quadro critico dai toni estremamente cupi.
C'è veramente poco da aggiungere su quanto detto in sede di recensione. G.I.Joe: la nascita dei Cobra è un prodotto pessimo sotto tutti i punti di vista, sia tecnici che di gameplay. Un gioco il cui unico scopo è quello di sfruttare l'onda lunga del blockbuster uscito nelle sale cinematografiche da cui però tenersi alla debita distanza.
VOTOGLOBALE3.5

INVIA COMMENTO

G.I. Joe: The Rise of Cobra

Disponibile per: NDS | PSP | XBOX 360 | PS3 | Wii
Genere: Sparatutto in Terza Persona
Sviluppatore: Double Helix Games
Distributore: Electronic Arts
Pegi: 12+
Lingua: Tutto in Italiano
Data di Pubblicazione: 11/09/09
G.I. Joe: The Rise of Cobra
4
4
3
3
52 voti
3.5
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
IMMAGINI NON PRESENTI
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD