XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Guitar Hero : Metallica > Recensione
4 Commenti
Stampa
+0
     

Guitar Hero : Metallica - Recensione

Inviato il da Andrea Vanon

E' giunto, come (quasi) ogni anno, il tempo di una nuova versione di Guitar Hero, il brand musicale capace di rivoluzionare il mondo del social gaming.
Neversoft, dopo la parentesi non troppo soddisfacente dell'anno passato con gli Aerosmith, ha pensato questa volta di scritturare una delle band più famose al mondo, forse quella che, globalmente, ha avuto il maggior successo nel campo Rock/Metal.
Stiamo parlando nientemeno che dei Metallica, la band che ha fatto prendere in mano una chitarra (vera) a migliaia di persone.
Per la realizzazione del titolo, decisamente più accurata e precisa di Guitar Hero: Aerosmith già dalle fondamenta, i “Four Horsemen” di San Francisco si sono prestati ad intense sessioni di motion capture in tutte le salse, in maniera tale da ottenere sullo schermo un effetto “Metallica” quanto più realistico e credibile possibile.
E' stato inoltre garantito a Neversoft l'accesso a materiale esclusivo che ha permesso di aggiungere in Guitar Hero: Metallica molto più del “meglio della discografia della band”, nel tentativo di produrre qualcosa di più convincente di una semplice espansione.
Il gioco, distribuito da Activision-Blizzard, debutterà sugli scaffali italiani il 29 Maggio.

Everyeye.it Player
Succulente novità
Guitar Hero : Metallica - recensione - XBOX 360

Già dai primi attimi seguenti l'inserimento del tray nella console si nota come Guitar Hero Metallica non sia solamente Guitar Hero World Tour con la tracklist dedicata ai Metallica, come molti detrattori avevano sostenuto durante la gestazione del titolo, ma un gioco per molti versi nuovo.
Una breve scorsa ai menù principali ci mostra uno stile grafico totalmente diverso, più aggressivo: l'uso di font arzigogolati ed “appuntiti” si sposa perfettamente con gli artwork dell'albun St. Anger, che fanno costantemente da sfondo.
Opzioni e modalità sono quasi sempre le stesse: troviamo un completo tutorial dedicato ad ogni strumento, l'oramai famoso GHTunes (in stile leggermente rivisitato), le modalità competitive offline, la carriera ed infine, una novità, chiamata Drum Over.
In questa particolare sezione del gioco saremo liberi di “far andare” una delle numerose tracce dei Metallica in sottofondo, suonando -rigorosamente con la batteria- quel che più ci aggrada sopra.
Questa implementazione offre almeno due possibili sbocchi: improvvisare su un brano della band o tentare di riprodurre fedelmente quel che capteranno i nostri padiglioni auricolari, una sorta di trainer per batteristi in erba insomma; non ci sorprenderebbe vedere, nella prossima incarnazione di Guitar Hero, una vera e propria sequenza di lezioni per batteristi, similmente a quanto già proposto -in misura ben più leggera- in Rock Band 2.
Lasciata quest'interessante, nuova, sezione del gioco ci addentriamo, non senza perplessità, nella modalità carriera: come abbiamo detto nell'articolo ad esso dedicato, Guitar Hero World Tour ha stravolto -in negativo- quella che era la base d'appoggio del brand, che eravamo qui sicuri di trovare immutata. Invece no.
La carriera, in GH Metallica, è articolata molto meglio rispetto alla controparte del suo padre naturale, evidente segno dello studio svolto intrinsecamente alle strutture di gioco dai game designer Neversoft.
La progressione all'interno delle scalette non è più legata al ferreo completamento di ciascuna canzone o al raggiungimento di un determinato punteggio, bensì alla quantità di stelle acquisita suonando; tradotto, per passare dal primo al secondo stage, ad esempio, basterà guadagnare dieci stelle, ottenendone cinque in sole due canzoni.
Un breve calcolo ci porta quindi ad accorgerci che per portare a termine il tour mondiale basterà suonare il 40% -circa- delle canzoni presenti, con ottime possibilità di evitare le più ostiche, le meno gradite, o entrambe.
Gli sviluppatori hanno però inserito numerosi incentivi al completamento totale della “campagna”: più canzoni suoneremo più extra avremo la possibilità di sbloccare; dove per “extra” si intendono le riproduzioni digitali degli strumenti e vestiti utilizzati dai Metallica durante le loro performance.
Tutto passa però in secondo piano quando, imbracciata la chitarra -prima- ed impugnate le bacchette -poi-, ci si mette a suonare.
La gran parte del lavoro, a dispetto delle aspettative, è stata fatta proprio a ridosso del gameplay, raffinato ascoltando meticolosamente le lamentele delle community di tutto il mondo: i pattern sono ora molto più credibili e, specialmente a difficoltà più elevate, non ci troveremo quasi mai a suonare note inesistenti o fuori dalla nostra giurisdizione.
La difficoltà è stata bilanciata, ma anche aumentata; i giocatori più esperti troveranno un percorso abbastanza lineare sino alla fine (privo di canzoni impossibili come Through The Fire and Flames, ad esempio), ma i novellini verranno messi costantemente a dura prova dai dinamici riff di Kirk Hammett, dai passaggi adrenalinici di Robert Trujillo e dalle “cavalcate” e controtempi di Lars Ulrich.
Anche alcune meccaniche di funzionamento sono state raffinate: ne è un tanto banale quanto efficace esempio il counter che funge da metro per la valutazione della prestazione.
Anziché lasciare al giocatore il patema d'animo fino al completamento della canzone un indicatore si riempirà in seguito all'incremento del punteggio, segnalandoci quanto lontani saremo dalla successiva stellina.
Al di là di tutte queste limature, però, il pregio più grande dell'ultima produzione Neversoft risiede nelle tracce, in come esse risultino incredibilmente coinvolgenti ed adatte ad un gioco musicale, nemmeno i Metallica le avessero scritte apposta. Che Bob Rock -ai tempi- abbia consultato qualche oscuro scritto di Nostradamus per prevedere il futuro del marketing?
A parte gli scherzi la potenza della tracklist è fuori dal comune: GH Metallica riuscirà ad esaltare e coinvolgere anche i meno avvezzi al genere hard rock (o trash, che dir si voglia) della band.
Per la prima volta un gioco musicale riuscirà a coinvolgere tutto il corpo del giocatore, facendogli sentire davvero l'adrenalina del palcoscenico.
Nonostante la produzione sia, come detto, appetibile a tutti chi ne trarrà il maggior giovamento saranno senza dubbio i fan, e non solo per i contenuti musicali.
Neversoft ha infatti inserito una spropositata serie di contenuti extra da accompagnare alle canzoni: una volta completato un brano potremo visualizzare la corrispondente sessione di motion capture, video tratti da live tour della band, foto esclusive del backstage o visualizzare i Metallifatcs.
Quest'ultima opzione permetterà di osservare le incarnazioni digitali di James, Kirk, Lars e Robert intente a suonare uno dei loro pezzi, mentre una serie di pop-up spunterà sullo schermo ad indicarci le più stravaganti curiosità sul pezzo stesso.


INVIA COMMENTO

Guitar Hero : Metallica

Disponibile per: PS3 | PS2 | XBOX 360 | Wii
Genere: Musicale
Sviluppatore: Neversoft
Distributore: Activision-Blizzard
Pegi: 12+
Lingua: Tutto in Italiano
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 22/05/09
Guitar Hero : Metallica
7.5
9
8
9
85 voti
7,8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
M@xy83
Guitar Hero torna e stavolta come protagonisti troviamo la band Californiana dei Metallica. Per gli amanti del genere musicale metal, ma anche per i m...[Continua a Leggere]
9
Sir AleX
Reduci dall'incredibile successo di Death Magnetic, album che ha segnato un ritorno alle origini, i Metallica approdano su Guitar Hero più carichi che...[Continua a Leggere]
8
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720 - Playstation 4
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD