XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
IL-2 Sturmovik: Birds of Prey > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey - Recensione

Inviato il da Gabriele Caruolo
Nell’estate del 1940 il popolo inglese fu vittima inerme dell’attacco in forze della terribile Luftwaffe, la forza area della Germania nazista di Hitler. A difendere l’isola britannica e la democrazia c’era solo uno gruppo di eroi provenienti da tutto il Commonwealth, che formavano la RAF, l’ultimo baluardo per le speranze di libertà e di indipendenza inglesi. Ora, nel 2009, possiamo finalmente rivivere le eroiche gesta dei più grandi piloti della RAF e di tutte le forze aree dell’alleanza che sconfissero nei cieli l’incubo nazi-fascista.  IL 2 Sturmovik: Birds Of Prey, prodotto da 505 Games (non proprio esperta nel genere) e sviluppato da Gaijin Entertainment, porta nei nostri salotti le più grandi battaglie aeree che la storia ricordi, e ci assicura ore di pura adrenalina e divertimento ad alta quota, a bordo di Spitfire e ad altri caccia e bombardieri dell’epoca.
 
Un po' di storia
Sturmovik Birds of Prey è il seguito e insieme l’adattamento per console del famoso titolo per PC edito da Ubisoft nel 2001, Il 2 Sturmovik. In questo nuovo capitolo i programmatori hanno lavorato con grande dedizione per ricreare l’atmosfera carica di ansia e speranza che si respirava durante il periodo della seconda guerra mondiale. A far da supporto all’impianto narrativo ci sono stralci di lettere e diari degli aviatori sul fronte, che ricostruiscono a dovere quelli che erano gli stati d’animo di chi ogni giorno combatteva per la libertà contro un nemico più forte e superiore numericamente. Attraverso la modalità campagna rivivremo dall’alto le fasi storiche della seconda guerra mondiale, dalla difesa delle coste inglesi sui cieli di Dover fino alla presa di Berlino, passando ovviamente per la battaglia di Stalingrado, la liberazione dell’Italia, e l’offensiva delle Ardenne. Un setting di grande impatto, in cui sono stati curati a dovere tutti i dettagli storici.  Molto interessante, a tale proposito, appare la sezione “enciclopedia”, in cui saranno conservati tutti i dati sulle acrobazie, sulle tattiche e sulla storia dell’epoca, che sbloccheremo completando le missioni della modalità campagna. Ottenendo successi sul campo di battaglia riempiremo anche il nostro hangar con vari aerei, di cui potremo apprezzare la ricostruzione poligonale e visualizzare le varie informazioni. Al termine del nostro single player avremo quindi a nostra disposizione una vera e propria enciclopedia sul volo negli anni della seconda guerra mondiale.
Come preferisci volare oggi
Entrando nel vivo del gioco è lecito chiedersi che tipo di prodotto è questo Birds of Prey: è un classico titolo simulativo come il suo predecessore su Pc? E’ un gioco realistico ma non esasperatamente simulativo? Oppure è un arcade semplice ed immediato? Il prodotto 505 Games può essere indifferentemente tutte e tre le cose. Davvero encomiabile l’idea degli sviluppatori di realizzare tre tipologie di gioco completamente differenti tra loro in un solo titolo. In Birds of Prey abbiamo la modalità Arcade per un pubblico meno esperto o semplicemente più votato all’azione, una modalità Realistica per chi non si accontenta di munizioni infinite e aiuti alla guida di ogni tipo, ed infine una modalità simulativa per chi pensa di poter tenere in volo uno Spitfire senza andare continuamente in stallo. I livelli di difficoltà Realistico e Simulativo possono essere sbloccati solo dopo aver completato l’apposito tutorial, pertanto i meno esperti non potranno, neanche volendo, accedere a queste modalità se non hanno acquisito la giusta pratica ed esperienza con i controlli. L’aspetto che di sicuro più preoccupa gli appassionati dei giochi di aerei è sempre quello dei comandi: sotto questo aspetto i ragazzi della Gaijin Games hanno lavorato davvero molto bene e il sistema di comandi appare immediato, facilmente memorizzabile ed efficace in ogni situazione. In breve con l’analogico destro controlleremo la manetta e quindi la velocità dell’aereo (muovendolo lungo l'asse y), ed in più il timone di coda (asse x); con l’analogico sinistro controlleremo invece la cloche di guida. Per far fuoco basterà premere i tasti dorsali e scateneremo l’inferno con le nostre mitragliatrici, sganceremo le pesanti bombe o in alcuni casi lanceremo degli avveniristici (per l’epoca!) missili. L’hud di gioco varia notevolmente, assieme all’esperienza complessiva, a seconda del livello di difficoltà scelto. In primis in modalità arcade potremo utilizzare tutti i tipi di visuale presenti: sia le due in soggettiva che la visuale esterna in terza persona.  Sul nostro monitor sarà indicata altitudine e velocità ed i nostri bersagli verranno segnalati da un chiaro contorno rosso; inoltre apparirà la distanza espressa in Km dal bersaglio. Durante l’ingaggio comparirà oltre ad un mirino, un puntatore dove far fuoco per ovviare al naturale effetto di deflessione che subiscono in aria i proiettili delle mitragliatrici, in più ad aiutarci ci sarà una speciale visuale selezionabile tenendo premuto il tasto L2, che ci permetterà di zoomare sul bersaglio. Le nostre munizioni sono infinite e potremo esibirci in manovre davvero al limite del possibile, senza incorrere il pericolo di finire in stallo e di cominciare a precipitare in avvitamento verso il suolo. Questa modalità è molto immediata e divertente, e garantisce un livello di sfida accessibile per chiunque.
A livello di difficoltà Realistico avremo ancora a disposizione tutte le visuali di gioco e le indicazioni dell’Hud sui nostri nemici; sarà mantenuta la possibilità di zoomare sul bersaglio, ma scomparirà il puntatore che ci indica l’angolo di deflessione dei colpi. Bisognerà dunque fare attenzione a non sprecare colpi, visto che le nostre munizioni non saranno più infinite. Ciò che differenzia maggiormente le due modalità è però l'assenza degli aiuti in volo: con il selettore impostato su “Realismo” si comincia davvero a capire cosa significava pilotare aerei da guerra a quei tempi: un movimento brusco con la cloche e saremo in stallo. E non sarà mai facile recuperare quota! Qualsiasi manovra si vuole compiere bisognerà sempre tener ben a mente altitudine e velocità, e muoversi con la massima delicatezza possibile. Il livello di difficoltà simulativo è un vero e proprio incubo ad occhi aperti! Le visuali disponibili sono solo quelle in soggettiva, l’Hud è ridotto a zero com’era realmente all’epoca, pertanto diventa difficile distinguere i vari puntini che compaiono sullo schermo (saranno aerei nemici o alleati?). Le manovre sono praticamente impossibili, ogni movimento sbagliato comporta una pericolosa entrata in stallo e un probabile schianto. Le munizioni sono limitatissime, l’ingaggio di aerei nemici è complicato, e l’unico aiuto che abbiamo è una mappa dove sono segnati i nostri bersagli. Il livello di difficoltà simulativo è davvero appannaggio per pochi eletti, per chi è votato alle battaglie aeree.
Complessivamente dunque, il titolo si presenta con un gameplay modulare. L'arcade mode si prefigura perfetto per chi non vuole patemi di sorta, e quindi fa in modo che Birds of Prey possa divertire anche i giocatori disimpegnati di questa nuova generazione. Il modello Realistico è un buon compromesso, può interessare chi cerca una sfida impegnativa ma non frustrante, e risulta adeguato per chi ha esperienza con gli altri esponenti del genere. La presenza del livello di realismo “Simulativo” farà felice solamente una nicchia ristretta di giocatori, ma rappresenta un plusvalore non da poco, in un'epoca videoludica che sembrava aver perso la sua anima “HardCore”.
La compresenza dei tre livelli di difficoltà costituisce anche un ottimo incentivo alla rigiocabilità: con un solo titolo, anche i meno smaliziati possono “crescere” fino a diventare ottimi piloti virtuali.

INVIA COMMENTO

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey

Disponibile per: PS3 | XBOX 360 | PC | NDS | PSP
Genere: Simulatore di volo
Sviluppatore: 505 Games
Distributore: Halifax
Lingua: Tutto in Italiano
M. Online: Multiplayer online oltre i 32 Giocatori
Data di Pubblicazione:
PS3: 04/09/09   
XBOX 360: 18/09/09   
PC: 18/09/09   
NDS: 18/09/09   
PSP: 18/09/09   
IL-2 Sturmovik: Birds of Prey
8
8
8
7.5
71 voti
7.6
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
07andry
Senza dubbio i simulatori di volo sono da sempre i giochi pi diffusi in ambito PC. In particolare Il-2 Sturmovik, con prima apparizione nel lontano ...[Continua a Leggere]
8
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD