XBOX 360: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Nexuiz > Recensione
9 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Nexuiz - Recensione

Inviato il da Roberto de Luca
Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando Unreal Tournament III, nell'ormai lontano 2008, segnava la fine di quella branca di sparatutto in prima persona totalmente focalizzati su scontri rapidissimi in arene circoscritte. Almeno fino al recente avvento di Nexuiz, FPS disponibile in digital delivery su XBLA, PSN e PC, che ricalca fortemente lo stile frenetico e rocambolesco di Quake III e simili, facendo felici tutti quei videogiocatori nostalgici che nella nuova generazione hanno faticato a trovarne un erede degno. Come altri videogiochi prima di esso, Nexuiz non vi offrirà una trama troppo accattivante, né improvvisi colpi di scena; attraverso una veloce presentazione iniziale verrete a sapere che ci sono due grandi e antiche razze aliene che si contendono il destino dell'intero universo sfidandosi in battaglie all'ultimo frag. Voi dovrete scegliere da che parte stare. 
 
Frag che passione
Lo scarno menù di gioco vi metterà davanti solamente due scelte: il Multiplayer Online, che vi catapulterà direttamente nello scontro con altri giocatori connessi e l'Allenamento Bot che -come suggerisce il nome- vi permetterà di prendere la mano con i comandi e con l'interfaccia di gioco attraverso la simulazione di partite a squadre con la CPU.
Il punto focale dell'intera produzione è, chiaramente, il multiplayer online, diviso in appena due modalità: deathmatch a squadre e cattura la bandiera. Nonostante il gioco punti tutto sul comparto online, il numero massimo di giocatori presenti in una partita è 8. Da questo si può dedurre che il team di Illfonic ha voluto ricreare con precisione non solo le modalità più ricercate dei First Person Shooter arcade vecchio stile, ma anche l'esiguo numero di giocatori e la vastità piuttosto contenuta delle mappe che li caratterizzavano. Anche in Nexuiz, infatti, le 9 mappe presenti sono tutte molto piccole, non concedendo alcunché ad una possibile organizzazione tattica della vostra squadra, ma mettendo in risalto gli scontri ravvicinati e premiando in alcuni casi le azioni fulminee o le serie di uccisioni continuative. Le location saranno pertanto suddivise a seconda della modalità: in "deathmatch a squadre" offriranno larghi spazi centrali dove convogliare tutta la sanguinosa azione degli scontri, con pochissime coperture e ancor meno corridoi isolati; viceversa in "cattura la bandiera", stretti cunicoli e uno sviluppo verticale offriranno maggiori vie di fuga e riparo. La presenza di teletrasporti e rampe, in aggiunta al consistente arsenale a disposizione, caratterizzerà inoltre una certa varietà, rendendo spesso imprevedibili gli scontri. Distribuiti equamente nelle arene di gioco troverete i cosiddetti "mutators", ossia degli insoliti power-up che attivati potranno aiutare il vostro team o debilitare la squadra nemica. Ad esempio sarà possibile attivare i jet pack per raggiungere sommità prima inarrivabili o aumentare la rigenerazione della salute per un breve periodo di tempo, migliorando la sopravvivenza globale del gruppo. Dall'altro lato si potrà confondere la visuale nemica, rendendo lo schermo avversario monocromatico, in modo da non discernere rivali e compagni. Ci sono decine di mutators, alcuni sparsi nei differenti livelli di gioco, altri attivabili grazie ad azioni particolari come la cattura di una bandiera o il raggiungimento di un punteggio molto elevato. Di sicuro l'introduzione di questi particolari power-up vi garantirà quegli spunti sempre differenti e vari, a dir poco necessari in un titolo che offre solo due modalità di gioco, peraltro esclusivamente online. Soprattutto se utilizzati a beneficio dell'intera squadra, i mutators potranno rivelarsi decisivi per il buon esito della partita, modificando un andamento nefasto anche a pochi minuti alla fine.
Ad una prima e superficiale occhiata, la capacità dei mutators di cambiare così velocemente le sorti di una battaglia o di rendere il più inesperto dei giocatori una vera e propria spina nel fianco parrebbe poter squilibrare pesantemente il gameplay. Uno sguardo più approfondito rivelerà invece, grazie alla breve durata e (in alcuni casi) il difficile raggiungimento dei requisiti necessari per attivare i potenziamenti più forti, il buon bilanciamento raggiunto dalla loro introduzione e dalle loro caratteristiche, specialmente in uno shooter come Nexuiz. Ben studiato anche il bilanciamento del vasto arsenale presente, con armi dotate di fuoco primario e secondario dagli effetti altamente spettacolari. L'arma di default sarà il classico shotgun, letale a corto raggio, ma inefficiente sulle lunghe distanze obbligando ad andare alla ricerca di qualcosa di diverso. Tra lanciarazzi, fucili di precisione ad alto potenziale e devastanti mortai portatili ci sarà solo l'imbarazzo della scelta. Ognuna delle armi proposte come già detto disporrà di un fuoco secondario eseguibile tramite la pressione del grilletto sinistro; ciò contribuirà al bilanciamento generale di ogni match e vi darà la possibilità di avere sempre l'asso nella manica indispensabile contro un nemico meglio equipaggiato.
I frutti del Cry-Engine 3
Nexuiz - recensione - XBOX 360 Nexuiz ha destato l'attenzione dei più non solo per la forte personalità del gameplay, liberamente ispirato agli sparatutto online per PC, ma anche per l'utilizzo del Cry-Engine 3, motore grafico utilizzato per lo sviluppo dello splendido Crysis 2.Pur non raggiungendo gli incredibili livelli del già citato sparatutto Crytek, il lavoro compiuto dal team Illfonic è magistrale. Il level design si districherà attraverso numerose variazioni ambientali (città futuristiche, antiche rovine, cattedrali stilizzate e quant'altro) dotate di un'illuminazione dinamica e una mole poligonale di tutto rispetto, pur non raggiungendo vette d'eccellenza. Non troverete nessuna particolare interazione con l'ambienta circostante, ma vi sorprenderà il lodevole utilizzo dei colori e della prospettiva, in un titolo che vuole restare comunque fedele ad uno stile leggermente sopra le righe che enfatizza i modelli poligonali dei personaggi e quelli del loro equipaggiamento. Costante è anche la fluidità del frame-rate, assolutamente vitale in giochi adrenalinici come Nexuiz, in cui la prontezza di riflessi associata ad un netcode stabile e regolare, vi assicureranno le migliori prestazioni. Peccato per la totale assenza di matchmaking, che stravolgerà spesso e volentieri gli attenti piani di bilanciamento così ben incastrati nel gameplay complessivo. Le squadre saranno organizzate in maniera totalmente arbitraria, rendendo di fatto inutile qualsivoglia strategia e finendo con lo sperare di capitare con persone dello stesso livello. Anche le lobby pre-partita sono inefficaci: impediscono l'avvio se non vi sono almeno 6 giocatori collegati e se malauguratamente uno di essi perde la connessione, il suo posto  verrà riscattato solo alla fine del match in corso, andando a compromettere tutto il lavoro svolto dalla squadra numericamente inferiore. Piccoli difetti che pesano nell'economia globale del prodotto, ma che per fortuna non ne intaccano troppo la qualità generale. Il sonoro si mantiene su buoni livelli, accostando ad ogni partita un sottofondo musicale futuristico, dalle note fortemente elettroniche, che ben si amalgama con la struttura dell'intera produzione.
Lo sparatutto in prima persona targato Illfonic rappresenta il perfetto connubio tra velocità e immediatezza, capace di catturare l’interesse dei giocatori più navigati e dei neofiti interessati ad un’esperienza totalmente differente rispetto agli ultimi shooter in circolazione. L’introduzione dei mutators, affiancati ad un vasto arsenale di bocche da fuoco e 9 mappe differenti, garantiscono ore di puro divertimento in stile Quake III, con qualche gradita novità a scapito di una non vasta scelta di modalità di gioco. Sono presenti piccoli problemi durante le partite online che potranno far storcere il naso ai più pignoli, ma sono minuzie in confronto all’ottima rappresentazione del “run'n gun FPS” di cui Nexuiz è un fiero esempio.
VOTOGLOBALE7
Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Nexuiz

Disponibile per: PC | XBOX 360 | PS3
Genere: FPS - Sparatutto in Prima Persona
Sviluppatore: Illfonic
Distributore: THQ
Costo Digidelivery: 9.99
M. Online: Multiplayer online fino a 8 Giocatori
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione:
XBOX 360: 29/02/2012   
PC: 03/05/2012   
Nexuiz
7
7
7
6.5
14 voti
6.4
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Nexuiz: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC - Partita Iva :05619350720
Link Utili: Redazione | FAQ | Contatti | Lavora | Adv | Partners
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD