Resident Evil 2: differenze tra la difficoltà Assistita, Standard e Hardcore

INFORMAZIONI GIOCO

Resident Evil 2 può contare su tre diversi livelli di difficoltà, accessibili sin da subito, denominati Assistita (Facile), Standard (Normale) e Hardcore (Difficile)... cosa cambia esattamente e quali sono le differenze tra i vari livelli di difficoltà?

Difficoltà Facile (Assistita)
Il livello di difficoltà più semplice, consigliato principalmente ai neofiti e a tutti coloro che non hanno molta esperienza con i giochi d'azione ed i survival horror. Presente la mira assistita, la salute si rigenera da sola (ma non totalmente) ed i nemici sono meno resistenti ai colpi, infine è presente il salvataggio automatico.

Difficoltà Normale (Standard)
A livello Normale sono necessari più colpi per uccidere i nemici, inoltre sarà possibile ripristinare la salute solamente tramite medicinali e oggetti curativi. Viene mantenuto il salvataggio manuale senza i nastri d'inchiostro.

Livello Difficile (Hardcore)
In questo caso la sfida inizia a farsi complicata: i nemici richiederanno almeno 10/12 colpi per essere eliminati, la mira assistita è disattivata e i salvataggi saranno consentiti solamente tramite i nastri per la macchina da scrivere, esattamente come nell'originale Resident Evil 2.

Leggi l'articolo completo su Everyeye.it
speciale

Videogiochi e Zombie: storia dei non morti virtuali

Altre guide per Resident Evil 2 Remake

Policy su Cookies

Questa pagina utilizza i cookies, alcuni cookies sono necessari al corretto utilizzo dello stesso, altri sono opzionali. Accetta o Nega l'utilizzo dei cookies opzionali di profilazione Marketing (Weborama). Tutte le info su i cookies le trovate nella nostra Privacy Policy e nella nostra Cookies Policy.