Anteprima Amped Freestyle Snowboarding 2

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Amped Freestyle Snowboarding 2 - 266

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • Amped sicuramente è uno dei migliori giochi
    di snowboard di sempre, ed è stato un ottimo gioco per il lancio di Xbox. Adesso
    il sequel sta per arrivare fra gli scaffali dei nostri negozi, vediamo un po’ di
    fare il punto della situazione su quelle che sono le novità.

    Prima il nulla... poi Amped 2!!!

    Uno dei
    principali difetti dei quali veniva tacciato Amped 1 era l’eccessiva difficoltà,
    quasi frustrante a volte, dell’esecuzione dei suoi trick. E’ quindi normale
    aspettarsi che in Amped 2 il team di sviluppo abbia fatto sforzi in questa
    direzione; ed è infatti quello che è successo. La sezione base in un gioco di
    snowboard, la sezione trick, è stata ampiamente migliorata. Da un lato abbiamo
    una quantità abnorme di nuovi trick e nuove combinazioni, poi abbiamo il nuovo
    “butter” system, che permette di fare ulteriori link fra trick diversi, abbiamo
    gli slow trick e tutta una lunghissima serie di nuove funzioni davvero
    impossibili da elencare tutte. Nonostante l’allargamento del range dei trick
    eseguibili il gameplay è stato ritoccato, il gioco è più “buono” con il
    giocatore adesso, e sebbene il lato tecnico ricercato da un giocatore hardcore
    che vuole un gameplay profondo non sia stato minimamente peggiorato o facilitato
    (anzi... i giocatori hardcore avranno pane per i loro denti!) i programmatori sono
    riusciti anche a rendere il gioco inizialmente molto più “giocabile”, facile da
    controllare, e sicuramente più divertente e meno frustrante . Un duplice
    intento, questo, che molti si prefiggono, ma davvero in pochi raggiungono.
    Un’altra cosa interessantissima è l’equilibrio che il team di sviluppo è
    riuscito a creare per i vari trick presenti nel gioco. Non ci sono veramente
    delle serie di trick terribilmente più potenti (in termini di punteggio) di
    altri, tutto dipende dallo “stile”, ad esempio un 180° lento, ma perfettamente
    controllato, fornirà molti più punti di un 360° velocissimo ma instabile. Oltre
    alle aggiunte del gameplay dobbiamo parlare delle aggiunte delle montagne,
    adesso sarà possibile gareggiare non solo in montagne americane, ma anche su
    molte europee e addirittura una neozelandese!

    Amped 2, perché voi
    valete!

    L’aspetto grafico di Amped 1
    era davvero ottimo, tutt’ora impressionante per certi aspetti, non c’è quindi da
    stupirsi nel vedere come nuovamente il team di sviluppo abbia dato molta
    importanza alla cosmesi. Rimane la solita cura per la realizzazione dei vestiti,
    la resa del “materiale” utilizzato è fantastica e ancora migliore di quella del
    primo gioco. Ci sono moltissimi particolari in più per i personaggi, che adesso
    dispongono di modelli poligonali molto più complessi e nuove animazioni (spesso
    differenziate per personaggio). Oltre alla grafica sensazionale dei personaggi
    non bisogna dimenticarsi di quella dei fondali. E’ incredibile la cura che è
    stata messa nella realizzazione di ogni singolo particolare della montagna. La
    quantità di zone realizzate e implementate è di gran lunga superiore alle zone
    che poi veramente avremo la possibilità di esplorare minuziosamente. C’è stato
    uno studio sulla neve, la sua realizzazione e i diversi tipi di neve, tutto reso
    a puntino da apposite routine create ad hoc. E’ stato aggiunto il self shadowing
    per i personaggi e... per le piste! Ogni oggetto della pista (alberi ad esempio)
    farà ombra in tempo reale sulla pista, così come le nuvole. E qui mi voglio
    soffermare, il “multi clouding system” inventato per Amped 2 è qualcosa di
    sensazionale. Immaginatevi più livelli di nuvole sovrapposti, quasi una serie di
    livelli di nuvole in parallasse, che si muovono individualmente e, cosa
    incredibile, producono ombre in TEMPO REALE sulla pista e sui personaggi! Oltre
    a essere bellissimo da vedere è incredibile pensare a tutto questo. Le piste
    sono enormi e multipercorso, si perché ogni montagna avrà più piste, e
    ovviamente TUTTE queste piste saranno attive contemporaneamente. Ad esempio se
    andiamo a giocare online su una montagna, nella stessa potremo trovare 12
    persone, 3 che giocano sulla pista ad alta quota, 2 su quella a bassa, altre 4
    su quella a media, etc etc etc. Tutti online contemporaneamente, sulla stessa
    pista, e ci si potrà incontrare, parlare, sfidare, o semplicemente aiutare.
    Incredibile! Sembra di stare su una VERA pista da Snowboard! Grandissima la cura
    posta dal team nella realizzazione delle montagne. Per fare questo hanno
    compiuto svariati sopralluoghi sulle montagne, e hanno sfruttato un sistema di
    cartografia satellitare fornito dagli stati e svariate altre organizzazioni per
    riuscire a realizzare una versione praticamente perfetta e totalmente realistica
    delle montagne presenti nel gioco. Interessante poi il “weather system”, dove il
    tempo cambia. Non solo si potrà scegliere a che ora giocare sulla montagna
    (alba, giorno, tramonto, notte etc), ma si potrà anche selezionare il “tempo
    reale”, cosicché saremo online a giocare con il tempo come sarebbe REALMENTE in
    quella montagna, nel posto dove si trova. Vado a giocare sul Monte Bianco alle
    23:00 ore locali? Bene, allora sarà notte! Vado a giocarci alle 19:00? Bene,
    allora sarà il tramonto! Per ultimo non posso non citare i bellissimi riflessi,
    presenti sia sui materiali riflettenti che sul ghiaccio.

    Quando una pista non basta...

    Un altro bel punto a
    favore di Amped 2 lo segnano le modalità. Innanzitutto la compatibilità, come
    tutti gli altri giochi sportivi 2003 di Microsoft, con la rete XSN - Estreme
    Sports Netwrk. Questa rete consiste in un set di servizi aggiuntivi per Xbox
    Live, fra le opzioni posso citare le modalità torneo (dove invitare amici a
    partecipare), gli avvertimenti/messaggi tramite cellulare, pda, msn, le sfide,
    le frasi di vittoria o perdita alla fine di una partita e tante altre cose.
    Ovviamente poi ci saranno le classiche modalità a tempo, le modalità trick, le
    modalità multiplayer offline, l’allenamento, la modalità free e la modalità
    crescita, dove sarà possibile creare un nostro personaggio e farlo diventare
    sempre più forte mano a mano che si avanza nelle gare. Ovviamente sarà possibile
    giocare online su Live con tale personaggio. Fra le musiche disporremo di oltre
    300 brani indie, ma se non ci aggraderanno sarà sempre possibile mixarle o
    addirittura sostituirle con i brani presenti su Hard Disk

    But In The
    End

    Cosa dire di più su
    Amped 2? Sembra che abbia preso la semplicità di Transworld Snoboarding
    nell’eseguire trick, mischiandola al gameplay vasto, enorme e divertente di Tony
    Hawk Pro Skater, il tutto visto in chiave altamente realistica e simulativa
    (come Amped 1 insegna) e con una grafica da urlo. La quantità di particolari dal
    punto di vista grafico è INCREDIBILE, all’E3 ho avuto la possibilità di entrare
    in una modalità speciale, “bloccare” il tempo nella pista, ed esplorarla cm per
    cm con una telecamera virtuale. Devo dire che quasi dispiace vedere quanti
    particolari siano stati implementati... realizzati benissimo, ma che difficilmente
    verranno notati dal giocatori che non sia esageratamente attento. Amped 2 si
    preannuncia come un gioco stupendo, divertente, bello de vedersi e ancora meglio
    da giocarsi, un vero must buy soprattutto se si considerano le sue enormi
    potenzialità online.

    Quanto attendi: Amped Freestyle Snowboarding 2

    Hype
    Hype totali: 1
    90%
    nd