AC

Animal Crossing New Horizons: aggiornamento gratis e nuovo DLC, le novità

Animal Crossing New Horizons si aggiorna con tantissime novità: arrivano un update gratis e il DLC a pagamento Happy Home Paradise.

Animal Crossing New Horizons: aggiornamento autunno 2021
Anteprima: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Per Animal Crossing New Horizons comincia una nuova stagione; o meglio una nuova vita per gli abitanti dell'isola e per i giocatori che ne calcano le sponde, nella forma di un massiccio aggiornamento che cambia faccia alla produzione in termini di contenuti, interazione, quality of life. A partire dal prossimo 5 novembre il paradiso tropicale di New Horizons verrà scosso dall'arrivo di due diversi pacchetti: da una parte abbiamo l'aggiornamento di Animal Crossing New Horizons Versione 2.0, completamente gratuito, ultimo major update che gli utenti riceveranno senza costi aggiuntivi e che porterà con sé nuove aree, nuovi villager, collezioni e funzioni inedite; dall'altra c'è invece il primo DLC a pagamento Happy Home Paradise. Il contenuto aggiuntivo proporrà un'esperienza di gioco parallela a quella classica, mettendovi nei panni di un interior designer dallo spirito vacanziero, e schierando in campo idee estremamente interessanti per gli appassionati di personalizzazione, decorazione e DIY.

    Happy Home Paradise, fra le altre cose, non è pensato soltanto per rilanciare New Horizons, ma anche per rimpolpare l'offerta del servizio Online di Nintendo. Oltre ad essere acquistabile al prezzo di 24,99€, infatti, il DLC sarà incluso nel pacchetto premium dell'abbonamento mensile, per intenderci quello con le librerie del Nintendo 64 e del Sega Mega Drive. Una strategia inedita per Nintendo, che comincia ad associare al suo servizio dei prodotti attuali e non legati alla sfera del retrogaming. Chissà che non sia un nuovo inizio per la casa di Kyoto, e che i titoli con un supporto post lancio (magari Splatoon 3?) non seguano la stessa strada di Happy Home Paradise. Indipendentemente da quello che sarà il futuro dell'Online di Switch, diamo un'occhiata più da vicino alle novità di New Horizons. Preparatevi, perché la vostra isola non sarà più la stessa.

    Animal Crossing 2.0

    Già nel corso dell'ultimo direct, pur senza annunciarlo ufficialmente, Nintendo aveva anticipato l'arrivo della caffetteria di Bartolo, che aprirà i battenti all'interno del Museo. Sarà, come sempre, un luogo per godersi una buona tazza di caffè, scambiando quattro chiacchiere con gli abitanti dell'isola o con gli amici che verranno a visitarla.

    Uno spazio sociale, che concorre come tante altre funzioni di Animal Crossing a creare questa dolce fantasia di una vita alternativa, dai ritmi meno pressanti rispetto a quella reale. Che New Horizons, come gli altri capitoli della serie, si sia sempre mosso sul sottile confine che divide un videogioco da un passatempo non è un mistero, e alcune delle novità della Versione 2.0 abbracciano questa stessa filosofia, come le sessioni di TaiChi che è possibile organizzare nella piazza centrale. Eppure sembra che Nintendo abbia deciso di amplificare anche l'anima più ludica della produzione, aumentando concretamente il numero di interazioni con una sfumatura meno... disimpegnata. Finalmente in New Horizons arriva ad esempio la possibilità di coltivare ortaggi e usarli per cucinare gustosi manicaretti. Le zucche di Halloween già rappresentavano una timida apertura alle coltivazioni, ma adesso potrete imbastire il vostro orto con tanto di pomodori, carote, canne da zucchero, patate e granaglie. Questo vi permetterà di approntare diverse ricette, da esporre ovviamente negli ambienti dell'isola oppure da ingurgitare al posto della classica frutta. Un'aggiunta interessante anche per i collezionisti, che vorranno sicuramente accumulare tutti i sontuosi piatti aggiunti alle collezioni culinarie.

    E proprio per i collezionisti arriva un'altra novità: sul molo dell'isola attraccherà la barca di Remo, che potrà portarvi in destinazioni alternative a quelle della Dodo Airlines. In queste isole misteriose potrete anzitutto trovare nuove piante, come rampicanti con cui abbellire i dislivelli della vostra isola. Potrebbe però succedere che finiate in luoghi con una stagione diversa da quella attuale, o in un diverso periodo della giornata.

    Questo vi permetterà di completare la collezione di pesci e insetti senza seguire il flusso naturale delle stagioni, oppure di velocizzare l'accumulo di frammenti di stella legati ai segni zodiacali. Insomma, dopo un anno e mezzo dall'uscita originale, Nintendo ha ritenuto giusto ridurre almeno parzialmente l'importanza della cadenza stagionale, e riteniamo che sia un approccio più che legittimo.

    Con lo stesso obiettivo si aggiorna l'isola di Fiorilio che, previo congruo investimento, finirà per ospitare tutti i mercanti itineranti (tranne l'ostinata Brunella, e gli ospiti di passaggio come Ivano e Gulliver). Insomma, potrete avere a portata di mano Sahara, Sciuscià, Florindo, ma non solo: arriveranno anche nuove funzioni, come la possibilità di ricolorare gli oggetti acquistati con le miglia (tipo il Faro e l'enorme Kaiju), grazie alle abilità di Alpaca e Merino.

    Sull'isola di Fiorilio, insomma, sorgerà una sorta di centro-servizi e di galleria per lo shopping, in maniera non del tutto dissimile a quanto avviene in Pocket Camp. E per quanto riguarda la quality of life? Nintendo ha deciso di ascoltare molte delle richieste del pubblico, inserendo ad esempio le Ordinanze, che arrivano direttamente da New Leaf (se volete rinfrescarvi la memoria, ecco la nostra recensione di Animal Crossing New Leaf). Si tratta di "editti cittadini" che permetteranno di modificare il comportamento dei commercianti, per esempio facendoli aprire qualche ora prima o chiudere qualche ora dopo, così da accordare i ritmi del gioco alle proprie esigenze.

    Ma non solo: arriveranno tre ulteriori espansioni del deposito che porteranno il limite di oggetti a 5.000, e finalmente sarà possibile installare anche all'esterno dell'isola degli scaffali per accedere al deposito e dei bancomat per depositare e ritirare Stelline. Un'altra novità che farà la gioia degli utenti più affezionati è la possibilità di costruire scalette da fissare sui dislivelli dell'isola, cosi da poterle utilizzare senza necessariamente dover selezionare la propria.

    Inutile però negare che durante il direct ufficiale, una delle gioie più grandi sia stata quella di vedere così tante nuove collezioni: oltre a nuovi oggetti da acquistare con le Miglia Nook (finalmente!) abbiamo visto tantissimi mobili inediti, e un numero incredibile di opzioni di personalizzazione, come la possibilità di appendere lampadari e mensole pensili sul soffitto.

    La carta da parati può essere posizionata finalmente su una singola parete, e pure la navigabilità degli ambienti più stipati è migliorata, con la possibilità per gli avatar di attraversare anche spazi ristretti. Tutte queste novità bastano ovviamente per riaccendere la passione nei Crosse più convinti, e ridare slancio ad una produzione che ha sofferto un po' negli ultimi mesi.

    Se tutto questo non dovesse bastarvi, sappiate che la Versione 2.0 porta con sé anche una bella lista di Giroidi da collezione. Questi si possono trovare scavando nel terreno, ciascuno di essi emette un suono particolare, accordandosi al timbro e alla tonalità di un diverso strumento musicale. Collocare questa "orchestra" di Giroidi negli spazi della casa permetterà di sperimentare con il sottofondo musicale, magari per ascoltarli mentre accompagnano i nuovi brani di KK.

    Happy Home Paradise

    Non è un mistero che buona parte della community di Animal Crossing apprezzi soprattutto le possibilità di personalizzazione degli spazi urbani e degli interni, trasformando questa attività nella ragione principale per continuare a frequentare New Horizons. In certi casi, pur di incrementare le possibilità di allestire stanze e aree a tema, il pubblico è disposto persino a "forzare" il sistema, in maniera più o meno trasparente. Una delle soluzioni adottate da certi utenti è quella di aggiungere un secondo personaggio sull'isola, per avere a disposizione una casa extra da trasformare in hotel, parco a tema, ristorante.

    Ebbene, il DLC Happy Home Paradise cerca di risolvere una volta per tutte il problema, moltiplicando gli spazi personalizzabili e incasellando il lavoro di designer in una progressione che sia a suo modo più ludica e gratificante non soltanto dal punto di vista estetico. Una volta acquistato il DLC (oppure sottoscritto l'abbonamento all'Expansion Pack del Servizio Online di Nintendo), sarà possibile recarsi all'aeroporto e selezionare una voce specifica per recarsi a lavoro. Il velivolo della DODO Airlines ci porterà quindi in un nuovo arcipelago, che di fatto rappresenta un lussuoso resort dove albergano diversi abitanti (a tal proposito, con l'aggiornamento 2.0 arriveranno anche nuovi villager, alcuni dei quali veramente graziosi). L'obiettivo del DLC sarà quindi quello di arredare le case dei clienti seguendo le loro richieste. Queste ultime rappresenteranno soltanto un punto di partenza: dovremo collocare qualche mobile e qualche arredo, ma poi avremo piena libertà di costruire, attorno a questi oggetti, l'atmosfera che preferiamo.

    L'operazione di personalizzazione degli spazi beneficerà non solo della presenza di tutti gli oggetti inediti che citavamo nel paragrafo precedente, ma anche della possibilità di aggiungere - finalmente! - pareti divisorie perfettamente integrate con la struttura della casa, colonne, e persino muri a mezza altezza con cui organizzare gli spazi. Tutte queste possibilità, per gli acquirenti del DLC, saranno disponibili anche sull'isola principale.

    Non è finita qui: le piccole isolette dell'arcipelago, ciascuna con uno stile e un'atmosfera distintivi, potranno essere personalizzate anche all'esterno, con un meccanismo di collocamento degli oggetti e degli stencil che è in tutto e per tutto paragonabile al sistema di arredamento delle case. In pratica anche gli esterni potranno essere decorati eliminando tutte quelle lungaggini e quella complessità che continua a caratterizzare alcuni aspetti del gioco originale. Purtroppo questa funzione non dovrebbe rendersi disponibile sull'isola di base, ma solamente negli spazi circoscritti del resort di Happy Home Paradise.

    L'obiettivo che il team si è posto nell'ideare questo DLC, in ogni caso, sembra essere quello di concedere ai giocatori una personalizzazione totale: gli utenti potranno infatti regolare le luci delle case che realizzano, e persino spolverare e pulire gli oggetti per aggiungere alcuni effetti, come uno scintillio attorno al mobilio oppure qualche farfalla che svolazza nei pressi dei vasi di fiori.

    Ci sarà una sorta di progressione, in Happy Home Paradise, che spingerà i designer a non fermarsi mai: le richieste dei clienti del resort si aggiorneranno, e qualcuno potrebbe anche decidere di avere un coinquilino, così che l'obiettivo dell'arredatore diventi quello di far coesistere due stili diversi negli stessi spazi. Alla fine delle lunghe giornate di lavoro l'utente verrà ricompensato con una nuova valuta, i Poki, con cui potrà comprare degli oggetti rari (da portare eventualmente sulla propria isola).

    Non finisce qui, perché negli spazi comuni dell'arcipelago il giocatore troverà vari edifici da arredare, fra cui si sono intravisti una scuola, un ospedale, un ristorante. Anche in questo caso i crosser potranno dare sfogo alle proprie urgenze creative senza necessariamente inventarsi spazi "fantasiosi" nelle aree già limitate dell'isola. Il tocco finale, in questo DLC, è la presenza di Happy Home Network, una piattaforma dove condividere le proprie creazioni, che permetta agli utenti di visitare i resort dei designer più abili, magari per raccogliere le idee e lasciarsi ispirare.

    Animal Crossing New Horizons Happy Home Paradise L'operazione di aggiornamento di Animal Crossing New Horizons passa da due contenuti diversi nella filosofia e nell'offerta commerciale: da una parte un update gratuito che aggiunge molte novità e migliora drasticamente la quality of life del prodotto, dall'altra un DLC che incasella in una progressione più ludica una delle attività più apprezzate dai fan, ovvero quella di decorare tematicamente gli spazi dell'isola. Entrambi i pacchetti sono ricchissimi, pensati in maniera intelligente per rimuovere alcune delle limitazioni che New Horizons si porta dietro fin dal lancio. Questo Animal Crossing isolano diventerà, a partire dal 5 novembre, un titolo più accogliente per i neofiti, più interessante e stimolante per i veterani. Un'operazione di rilancio magistrale, proprio perché pensata tenendo conto delle abitudini dei più affezionati e delle difficoltà testimoniate da tanti dei giocatori che alla serie si sono avvicinati solo con questo capitolo. Ovviamente per il futuro di New Horizons ci auguriamo che gli aggiornamenti non finiscano qui. Nintendo ha confermato che la Versione 2.0 sarà l'ultimo major update gratuito, ma questo non significa che non possano arrivare nuove collezioni o nuovi eventi stagionali. Alla stessa maniera, Happy Home Designer potrebbe non essere l'unico DLC nei piani del team. Vedremo come si evolveranno le cose, ma siamo sicuri che questi update autunnali daranno una nuova spinta ad uno dei titoli più rappresentativi dell'ecosistema Nintendo.

    Che voto dai a: Animal Crossing New Horizons Happy Home Paradise

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    7.2
    nd