Balan Wonderworld: un nuovo platform dai creatori di Sonic

Sembra incredibile, ma dopo 22 anni Yuji Naka e Naoto Ohshima hanno nuovamente unito le forze per sfornare un coloratissimo e inedito plaftorm.

anteprima Balan Wonderworld: un nuovo platform dai creatori di Sonic
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Ai giocatori più giovani i nomi di Yuji Naka e Naoto Ohshima potranno anche non suggerire nulla, ma gli utenti più navigati e soprattutto gli appassionati di platform ricorderanno senza dubbio gli storici creatori di Sonic the Hedgehog, nonché co-fondatori del team di sviluppo di casa SEGA noto come Sonic Team. Dopo oltre vent'anni dal lancio di Sonic Adventure, ossia l'ultima produzione che reca la firma del fortunato sodalizio, le due leggende nipponiche torneranno a collaborare per infondere la loro estrosa creatività nella più recente follia partorita da Square Enix. Annunciato in occasione del recente Xbox Games Showcase, Balan Wonderworld è infatti un gioco plaftorm che durante la prossima primavera approderà su PC, nonché su console di prossima e attuale generazione. Dal momento che Square Enix sembra credere molto nel progetto e addirittura mira a farne un brand, con l'obiettivo di "dare vita a storie impareggiabili e realizzare i migliori giochi di platform", abbiamo analizzato minuziosamente il primissimo trailer di Balan Wonderworld, al fine di carpire quanti più dettagli possibili.

    Si alzi il sipario!

    Allo stato attuale è alquanto complicato inquadrare Balan Wonderworld, perché se è vero che le altisonanti parole del publisher lasciano presagire l'intenzione di creare un action-platformer in 3D sorprendente e appassionante, magari addirittura in grado di sconvolgere i dettami del genere, è altrettanto vero che il trailer diffuso durante l'ultimo episodio dello show presentato da Geoff Keighley non ci ha impressionati particolarmente. Andiamo però per gradi e proviamo a riepilogare le poche informazioni finora in nostro possesso circa il comparto narrativo, che a primo acchito non sembrerebbe troppo originale. I protagonisti della nuova avventura targata Square Enix saranno Leo e Emma, due giovani all'apparenza alquanto tristi e "spenti", ma che dopo essersi introdotti in un appariscente teatro si ritroveranno catapultati all'interno di un mondo coloratissimo e affascinante. Guidati dall'enigmatico Maestro Balan, una figura alquanto bizzarra e caratterizzata da un sorriso smagliante, i due prenderanno difatti un treno che li condurrà nel meraviglioso Wonderworld (la somiglianza con l'Hogwarts Express è palese), dove riceveranno il delicato compito di riportare equilibrio e felicità nei cuori e nelle menti degli individui incontrati lungo i loro vagabondaggi.

    Un'operazione che potrebbe non essere del tutto astratta, se consideriamo che alcune sequenze presenti nel trailer d'annuncio immortalano i due fanciulli mentre incastrano dei cristalli a forma di cuore in oggetti sferici che, con tutta probabilità, rappresentano l'anima degli altri esseri umani.

    A ciascuno di questi, in effetti, potrebbe mancare un "tassello" importante del proprio ego, come ad esempio la felicità stessa. Il suddetto filmato, d'altronde, ci ha mostrato una tetra figura ammantata di nero allungare i propri tentacoli su un indifeso contadino, probabilmente allo scopo di trasformarlo in una creatura malefica o persino in un boss. Sarà dunque interessante scoprire maggiori informazioni su quella che, a prima vista, sembrerebbe la perfetta antitesi dell'altrettanto imperscrutabile Maestro Balan.

    Uno spettacolo a base di power-up, boss fight e flash mob

    Dal punto di vista prettamente ludico, Balan Wonderworld sembra avere ereditato tutte le pregevoli meccaniche che hanno sempre contraddistinto la saga del riccio blu più famoso del mondo e, più in generale, il genere di appartenenza.

    Nella nuova fatica di Naka e Ohshima, quindi, potremo sfrecciare a tutta velocità su piste ricche di luci e colori, saltare sui nemici per mandarli al tappeto, arrampicarci su pareti e ragnatele per raccogliere le gemme (l'equivalente degli anelli o delle monete nei franchise di Sonic e Super Mario), e così via. A ragion veduta, Balan Wonderworld potrebbe apparire troppo derivativo e poco originale, ma fortunatamente Square Enix ha comunicato che il pacchetto includerà la bellezza di 80 costumi straordinari che, oltre a modificare l'aspetto di Emma e Leo, conferiranno loro dei poteri sensazionali con cui superare i vari ostacoli incontrati lungo il cammino e offriranno all'utente dei "nuovi modi di giocare". Se il trailer, ad esempio, ci ha già mostrato i power-up necessari per camminare a mezz'aria, congelare i nemici o addirittura manipolare l'ambiente e gli oggetti circostanti, l'elevato numero di costumi ottenibili ci porta inevitabilmente a presupporre che Balan Wonderworld introdurrà diversi potenziamenti mai visti prima e che al momento non riusciamo nemmeno a immaginare.

    Tenendo presenti le indimenticabili meraviglie che Yuji Naka e Naoto Ohshima seppero compiere con macchine estremamente limitate come il Sega Mega Drive e il Dreamcast, è impossibile prevedere quello che il magnifico duo saprà realizzare e regalarci con gli hardware di ultima e prossima generazione.

    Come ogni platform che si rispetti, e come lasciato intendere nel paragrafo precedente, Balan Wonderworld presenterà una sfilza di boss giganteschi e dall'aspetto alquanto curioso. Che si tratti di un lupo mannaro, di una bellissima idra o di un gufo dall'aria tetra, gli strampalati boss di fine livello (o zona) accerchieranno i giocatori su campi di battaglia piuttosto vasti e, essendo dotati di ampi attacchi ad area, la loro sconfitta potrebbe spesso richiedere un ingegnoso utilizzo dell'ambiente circostante e dei vari elementi grafici presenti nelle arene chiuse.

    Infine, Balan Wonderworld proporrà anche delle sequenze di danza di gruppo che, considerata la portata e il numero di personaggi coinvolti, potremmo paragonare a veri e propri flab mob, di cui però ignoriamo ancora la reale funzione pratica. Essendo un titolo votato alla spettacolarità, sia dal punto di vista narrativo che visivo, in effetti potrebbe trattarsi soltanto di una trovata legata alla narrazione, ma è ancora troppo presto per escludere che i siparietti di danza abbiano anche una funzione prettamente ludica.

    Affascinante ma non troppo

    Artisticamente parlando, Balan Wonderworld ci ha convinti solo a metà. Appariscenti e dettagliatissimi, i vari mondi esplorabili da Emma e Leo appaiono magnifici e ricchi di elementi, anche perché molti di questi cambieranno radicalmente al passaggio del giocatore, trasformando, ad esempio, un gigantesco burrone in un vivace campo fiorito. Tra piattaforme semoventi, oggetti e livelli in grado di ignorare la gravità, e in generale dei paesaggi caotici e tutt'altro che ordinari, Balan Wonderworld vanta un level design semplicemente irresistibile e ammaliante.

    A non convincere pienamente sono invece i modelli poligonali degli umani, affetti da un character design sottotono e non all'altezza del pacchetto: non a caso, Emma e Leo sembrano dei banali bombolotti, anche a causa delle dimensioni un tantino spropositate dei loro occhi. Fortunatamente la situazione migliora non poco quando scendono in campo le creature dell'altro mondo, come il fascinoso Maestro Balan e gli stessi boss finora rivelati, i quali vantano un design squisito e fantasioso.

    Balan Wonderworld Sebbene Balan Wonderworld non abbia catturato completamente la nostra curiosità, anche a causa dell’abuso di meccaniche alquanto derivative del genere platform, la presenza di 80 costumi diversi, con altrettanti power-up, lascia presagire la volontà di Square Enix di creare un’avventura affrontabile in vari modi. Non è infatti chiaro se i vari costumi saranno esclusivi di determinati livelli o se alcuni di questi potranno essere sfruttati a discrezione del giocatore; certo è che, nella seconda ipotesi, Balan Wonderworld spalancherebbe le porte ad una progressione personalizzata e ad un elevatissimo fattore rigiocabilità, incoraggiando i giocatori a ripetere gli stage già superati con configurazioni sempre differenti. Il nostro più sincero augurio, quindi, è che gli 80 costumi possano veramente proporci altrettante abilità diverse e, magari, anche originali. Un obiettivo di certo ambizioso, ma che il comprovato genio creativo di Yuji Naka e Naoto Ohshima potrebbe centrare tranquillamente in pieno.

    Quanto attendi: Balan Wonderworld

    Hype
    Hype totali: 14
    84%
    nd