Anteprima Baldur's Gate: Dark Alliance 2

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Baldur's Gate: Dark Alliance 2 - 1011

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • Xbox
  • Dark Alliance 2

    La serie “Baldur’s Gate” ha riscosso numerosi consensi fin dalla sua comparsa nel mondo dei Personal Computer. Ma l’entusiasmo suscitato da Dark Alliance (primo vero capitolo per console e non una semplice conversione) è probabilmente andato al di là di ogni ragionevole previsione. Già dalle prime battute, Dark Alliance sembrò rivelarsi un prodotto eccellente, a tal punto da spingerci, due anni or sono, alla stesura di una succulenta entusiastica anteprima in cui si evidenziavano tutti gli aspetti positivi del titolo. Il mese successivo seguì la recensione e, neanche a dirlo, le aspettative vennero soddisfatte in pieno ed i “Black Isle” centrarono in pieno un bersaglio non facile: sviluppare un titolo che, nel suo genere, rappresentasse una pietra miliare nonché un metro di comparazione.
    A distanza di due anni, Interplay e black Isle (rispettivamente il produttore e lo sviluppatore) ci riprovano, ed oggi come allora le premesse per bissare il successo sembrano esserci davvero tutte, così come le condizioni sembrano essere simili ad un biennio fa, mantenendo inalterati produttore (Interplay), sviluppatore (Black Isle), marchio (Baldur’s Gate) e, per scaramanzia, anche l’autore dell’anteprima su play2eye (il sottoscritto), ammesso che quest’ultimo aspetto giovi realmente alla qualità ed al successo del nuovo episodio della saga, Baldur’s Gate: Dark Alliance 2 (noi presuntuosamente riteniamo di si :) ).

    Make your choice

    Baldur’s Gate: Dark Alliance 2 sembra essere fin da subito il legittimo erede del primo episodio. Seppur poco ci sia dato sapere sulla storia, tantissimi sono gli elementi relativi al gioco vero e proprio che sono stati diffusi attraverso comunicati stampa ed una recentissima demo giocabile. Il primo impatto con il titolo è indubbiamente eccellente, suscitando un senso di notevole familiarità in coloro che hanno giocato il prequel. Questo non significa assolutamente che il gioco non vanti una buona dose di novità, semplicemente Dark Alliance 2 mette abilmente in mostra quale sia il ceppo di origine.
    Tra le novità più interessanti vi è indubbiamente la nuova rosa di personaggi immediatamente selezionabili, estesa a cinque (contro i tre del precedente episodio). Più precisamente si potrà scegliere tra un guerriero barbaro di razza umana, un negromante di razza elfica, un chierico umano, un ladro/combattente dwarven ed infine un drow monk. Naturalmente, ogni personaggio presenterà maggiori affinità con l’uso di armi od arti dipendetemente dalla sua casta di appartenenza. Di conseguenza, il guerriero barbaro avrà maggior propensione all’utilizzo di armi pesanti, così come il negromante elfo si distinguerà per la possibilità di utilizzare arti magiche oscure e via dicendo. Pertanto, dalla scelta iniziale del personaggio dipenderanno le diverse strategie adottate e sostanzialmente il modo in cui affronteremo l’intera avventura, nonché la possibilità di utilizzare alcuni oggetti e/o armi specifici per ognuno dei cinque avventurieri.
    Altro fattore non trascurabile è quello più stremante legato alla longevità parziale del prodotto, che vede nel numero dei personaggi il suo naturale moltiplicatore per l’ottenimento della durata effettiva, da cui estrapolare altresì il coefficiente di interesse globale per il gioco.
    Infine, altro aspetto su cui spendere un paio di righe, è la possibilità di poter sbloccare nuovi personaggi affrontando sezioni dedicate, offrendo quindi interessanti varianti sul gioco stesso.

    A caccia di mostri

    Come accade in ogni action/rpg che si rispetti, Dark Alliance 2 presenta una notevole quantità di nemici, ognuno caratterizzato da specifiche peculiarità per quanto riguarda modalità offensive e difensive. Inoltre, molti dei personaggi che ci sbarreranno la strada, godranno di varianti che li renderanno progressivamente più ostici da affrontare e sconfiggere. Molti nemici potranno sferrare su di noi attacchi magici mentre altri saranno in grado di sbarrarci la strada solo attraverso lo scontro fisico. In ogni caso, le situazioni che ci ritroveremo ad affrontare richiederanno sempre una notevole attenzione alla nostra barra energetica, onde evitare una morte prematura.
    Immancabili poi i boss di fine livello, la cui Intelligenza artificiale è stata, a detta dei programmatori, implementata al fine di offrire situazioni più interessanti (il che dovrebbe tradursi in una difficoltà media più elevata).
    Naturalmente, per affrontare tutte le creature intenzionate a farci a brandelli, avremo bisogno di un arsenale offensivo e difensivo più che adeguato ed anche in questo Dark Alliance 2 sembra non tradire le aspettative. La quantità di armi ed armature ed oggetti acquistabili (o reperibili sul campo di battaglia) sarà elevatissima in modo da equipaggiare il nostro personaggio al meglio per far fronte a tutte le peripezie che il fato gli porrà davanti. Tuttavia sarà indispensabile mettere da parte delle cospicue quantità di oro e per fa questo dovremmo rastrellare al meglio le aree di gioco per trovare il metallo nobile o per reperire oggetti e armi a noi inutili da vendere in cambio di valuta pesante. In ogni modo non sarà sempre necessario dover acquistare armi più potenti, ma così come accade nella serie “Diablo”, sarà possibile potenziare la nostra arma con degli oggetti trovati sul campo di battaglia. Questo richiederà, da una parte, delle somme inferiori rispetto al costo di armi eventualmente paritetiche, ma dall’altra un pizzico di fortuna ed una buona dose di attenzione nella scelta dei potenziamenti. Particolari oggetti, infatti, potranno conferire alla nostra arma caratteristiche magiche, apportando dopo ogni colpo danni elementali da fuoco, ghiaccio e via dicendo. Come sempre, sarà anche possibile acquistare o ritrovare amuleti ed artefatti che incideranno positivamente sul elementi come vigore, salute, mana, resistenza.

    Realizzazione Tecnica

    Diverse sono le cose che ci sono date sapere circa la realizzazione tecnica del prodotto. Intanto, pochi cambiamenti sembrano essere stati apportati alla visuale del gioco che si presenterà anche stavolta come parzialmente isometrica. Per quanto riguarda il level design, particolare impegno è stato profuso dai programmatori nella realizzazione di ambienti verosimili, particolareggiati e decisamente articolati. Aumentato il numero e la qualità dei livelli all’aperto mentre i dungeon sembrano essere stati implementati da tutta una serie di particolari visivi che giovano indubbiamente all’estetica del prodotto. Effetti luce e particellari dovrebbero essere presenti in gran quantità ed abbondanza, donando ai modelli poligonali di ambienti e personaggi maggior spettacolarità. Anche i giochi di luce (presenti già nel prequel) sembrano essere stati concepiti per conferire agli ambienti maggior realismo e renderli verosimili. Altra nota positiva riguarda la presenza abbondante di antialiasing, così come accadeva nel primo capitolo, anche se il numero dei poligoni sembra essere stato notevolmente aumentato, al fine di rendere indubbiamente omogenea l’immagine globale.

    Conclusioni

    “Baldur’s Gate: Dark Alliance 2” sembra avere le carte in regola per imporsi nel mondo videoludico come miglior action/rpg per console. Molte le novità rispetto al prequel e tantissimi i miglioramenti annunciati che verranno sfoggiati nella release finale del prodotto. A noi non resta che attendere il mese di Novembre per approfondire ogni aspetto del gioco in sede di recensione e valutare se “Balck Isle” riuscirà a fregiarsi di un nuovo indiscutibile successo, cosa sulla quale siamo decisamente ottimisti.

    Che voto dai a: Baldur's Gate: Dark Alliance 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 4
    9
    nd