GC 2006

Anteprima Battalion Wars 2: Anteprima del nuovo RTS di Kuju

I Soldati di Nintendo

Anteprima Battalion Wars 2: Anteprima del nuovo RTS di Kuju
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Wii
  • Battalion Wars 2, annunciato durante la conferenza Nintendo della Game Convention, è stato mostrato a porte chiuse all'interno di una piccola sala del Business Center.
    Pur non essendo un titolo di punta della futura Line Up Wii, il gioco sviluppato da Kuju Entertainment è, per certi versi, una gradita sorpresa.
    BWii (e dobbiamo riconoscere tremendamente affascinante il gioco grafico della titolazione) segue fedelmente l'impostazione del primo capitolo: propone un mix di strategia ed azione non del tutto sbilanciato in favore della prima, seppur limitata sia l'attività elucubrativa richiesta.
    Al controllo di una fra le unità mobili e di fanteria del proprio battaglione, il giocatore dovrà farsi strada fra le truppe nemiche, impartendo semplici ordini ai propri commilitoni ed avanzando direttamente.
    Il trascinamento della serie su Wii ha ovviamente portato ad un totale mutamento del sistema di controllo, adattato al duo Remote/Nunchuk. Adesso con l'analogica aggiuntiva si direziona il personaggio, mentre grazie al puntatore del remote è possibile guardarsi attorno e ruotare sull'asse Z. Il sistema muta leggermente quando si controllano velivoli, permettendo di variare l'altitudine di volo quando si punti verso i margini superiore o inferiore dello schermo.
    Il sistema di puntamento risulta ottimamente implementato e facile da utilizzare: all'estrema sensibilità del controller si oppone un meccanismo di Lock On che facilita l'individuazione e la selezione delle unità: in pratica piccole fluttuazioni del puntatore non vengono rilevate quando questo si trovi nei pressi di un mezzo o di un soldato. Ci sembra un buon sistema per superare le iniziali difficoltà di calibratura del Remote, sebbene in futuro ci piacerebbe vedere una regolazione della sensibilità o qualcosa di simile. Proseguendo nella sommaria descrizione del Gameplay: mentre con i tasti del Remote si avrà accesso alle funzioni di Fuoco ed assegnamento degli ordini, scuotendo il Nunchuk in orizzontale l'unità selezionata eseguirà un salto. Dobbiamo riconoscere la necessità di una sessione di gioco prolungata per metabolizzare bene questo sistema, in quanto, dopo aver utilizzato per anni il controller classico, non è affatto facile interiorizzare il fatto che gli stimoli motori verticali ed orizzontali (salto e camminata piana) vengano impartiti dalla stessa mano.
    Nonostante quest'unica e superabile difficoltà il sistema di controllo di BWii appare interessante (sebbene in alcun modo rivoluzionario, s'intenda).
    Dopo aver acquisito familiarità con i comandi ci lanciamo in una delle missioni in Single Player. All'occhio la scena si presenta lievemente entusiasmante. La differenza grafica con il primo capitolo non è certo esorbitante, ma la qualità dei modelli è migliorata di poco, e soprattutto il flusso di dati gestito dalla CPU permette all'ambientazione di "respirare": gli spazi di Battalion Wars 2 sono più ampi e meglio caratterizzati del primo episodio (almeno per quanto riguarda il livello di prova). La texturizzazione ci è parsa invece molto simile a quella del capostipite.
    Discorso ben diverso per quanto riguarda il Multiplayer. Nella piccola sala la connessione in Lan di due console permetteva a due utenti di sfidarsi, divisi in squadrone d'attacco e team di difesa.
    Durante la partita di gruppo la qualità generale della scena è risultata visibilmente inferiore a quella del Single Player. I modelli sono composi di un numero di poligoni inferiore (e, nonostante la natura "fumettosa" di questi ultimi, la variazione di dettaglio è apprezzabile), ed in generale gli ambienti perdono di colore per una gestione delle luci non così precisa come nel Solo Mode. Tuttavia BWii è risultato molto fluido, e ben divertente da giocare in gruppo. Speriamo dunque che nella versione finale venga introdotta la possibilità di giocare Online: dubitiamo fortemente che senza il supporto della grande rete il multiplayer di Battalion possa trovare giusta gloria (potrebbe aiutare una sorta di Gamesharing da Home Console, e sarebbe questo aspetto il più rivoluzionario di BWii, se venisse implementato).

    Battalion Wars 2 Siamo incerti su come giudicare, in prima istanza, BWii. Da una parte un sistema di gioco curato e consapevole dei limiti e delle possibilità del Remote mostra un titolo divertente ed immediato. Dall’altra, proprio non ci va a genio che la nuova console Nintendo debba far rivivere le stesse produzioni del suo predecessore semplicemente mutandone sistema di controllo (Senza neppure incrementare in maniera consistente le prestazioni tecniche). A Lipsia, assieme a Mario Strikers Charged, Battalion Wars 2 è la seconda trasposizione da GC a Wii che vediamo, e ci piacerebbe che durante il TGS questa tendenza scomparisse del tutto. Perché, in definitiva, seppur ben studiato e calibrato, non ci pare che il nuovo sistema di controllo aggiunga valore alle due produzioni sopra citate.

    Quanto attendi: Battalion Wars 2

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd