Bayonetta 3: la strega di PlatinumGames torna in autunno con tante sorprese

Finalmente è stata svelata la data d'uscita del terzo capitolo della serie dedicata alla strega videoludica più famosa del mondo: Bayonetta!

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • È un'estate di ritorni tanto attesi, e si può dire senza paura di sbagliare che gli occhi siano tutti puntati su donne di rara leggiadria ed eleganza: da un lato abbiamo le movenze insettiformi della temibile Hornet, mostratasi in forma smagliante nel gameplay trailer di Hollow Knight Silksong durante l'Xbox & Bethesda Gaming Showcase di giugno (trovate qui la nostra anteprima di Hollow Knight Silksong); dall'altro - finalmente - abbiamo la conferma della ricomparsa nell'anno in corso della splendida Bayonetta, la strega più amata dell'universo videoludico.

    La parola "universo" sembra significativa per questo terzo capitolo della saga di PlatinumGames, visto che i nuovi nemici, gli Homunculi, sono in grado di distruggere i vari piani spazio-temporali in cui è articolata la realtà. Come al solito, la Strega di Umbra avrà un gran bel daffare... Ma tra graditi ritorni e misteriose new entry, sarà in ottima (e stilosa) compagnia. E allora diamo un'occhiata approfondita all'ultimo trailer, perché c'è davvero tantissimo di cui discutere.

    Alla ricerca dell'Alfaverso

    Una nuova minaccia mette in pericolo l'esistenza non soltanto del nostro mondo, ma di tutti gli universi paralleli esistenti, e potrebbe essere in grado di cancellare la Trinità. Stavolta non si tratta di creature provenienti dall'Inferno o dal Paradiso, bensì di creazioni umane: stiamo parlando degli Homunculi, esseri contraddistinti da elementi metallici alternati a parti color verde acqua. Quest'ultimo colore sembra segnalare le zone maggiormente vulnerabili del loro corpo. I nemici base esplodono in una nuvola liquida se colpiti sul torso, mentre

    la zona debole di un mini boss piuttosto imponente è il suo tremolante pancione. Vero è che siamo ben lontani dalla memorabilità degli iconici Angeli del Paradiso, storici antagonisti delle Streghe di Umbra e spina nel fianco di Jeanne e Bayonetta, basati sull'arte visuale cristiana e sui versetti della Bibbia, ma PlatinumGames ci ha abituati a un approccio originale al design - in primis della protagonista, che continua a essere saldamente nelle mani di quella che potremmo definire la sua personal stylist, la talentuosa Mari Shimazaki - e siamo quindi fiduciosi nei confronti del team di Osaka. In ogni caso, sembra che la chiave per poter sconfiggere gli Homunculi sia trovare lo scienziato Sigurd, detentore delle conoscenze necessarie per raggiungere il misterioso Alfaverso e presente nel trailer.

    Pare che in Bayonetta 3 si viaggerà davvero tanto: se il video diffuso lo scorso anno era ambientato a Tokyo - più precisamente nel cuore di Shibuya - stavolta l'azione si apre sotto i cieli di New York, deformata dall'azione degli Homunculi e decisamente in pericolo. Abbiamo intravisto anche ambientazioni dal sapore orientaleggiante, e siamo molto curiosi di scoprire quanto lontano ci porterà questa nuova avventura della strega di PlatinumGames.

    Vecchie e nuove conoscenze

    Viene confermato il nuovo look di Bayonetta, che ha abbandonato il taglio corto visto nel secondo capitolo della serie in favore di lussureggianti e voluminose trecce. Le abbiamo già viste sulla dolcissima Cereza, la Bayonetta bambina portata trasportata da Padre Balder dal passato nel futuro.

    È importante ripensare a Cereza, dato che il suo viaggio nel tempo ha provocato la creazione di un vero e proprio universo parallelo: la piccola, scambiando la sua versione adulta per sua madre Rosa, finisce per agire diversamente nel momento cruciale della sua vita, combattendo al fianco di Jeanne e svegliando l'Occhio Sinistro dell'Oscurità invece di perdere la volontà di fronteggiare i nemici delle Streghe di Umbra.

    Tutto ciò ha causato delle ripercussioni anche nel mondo della nostra Bayonetta, e di certo continueremo a vedere un significativo effetto farfalla degli eventi occorsi nei primi due episodi della serie. Inoltre, tanti vecchi amici della strega fanno un gradito ritorno: il farsesco Enzo, come al solito condannato al ruolo di macchietta comica; il serioso Rodin, proprietario del bar (e negozio di armi) Gates of Hell; l'elegantissima Jeanne, che sfoggia i suoi bianchi capelli al vento e indossa un abito che la fa sembrare una giocosa Crudelia De Mon degli anni '60; e infine Luca, che pone una domanda davvero interessante a un misterioso nuovo personaggio giocabile di questo terzo capitolo: "Ci siamo già incontrati?". Stiamo parlando di Viola, una nuova strega con una allure del tutto diversa rispetto a quella di Bayonetta e Jeanne: capelli corti, rossetto blu e look da tomboy, Viola si pone all'estremo opposto rispetto alle Umbra che conosciamo anche con la sua arma, una lunghissima katana dagli elaborati fregi rossi, neri e oro.

    L'estetica della sua spada è totalmente fuori posto rispetto al look di Viola, ma il fatto più curioso è che c'è un nuovo personaggio che riprende pedissequamente lo stile della katana.

    Al momento la donna misteriosa non ha un nome, ma i fregi sul suo petto - una lunga calante con una gemma rossa al centro - riprendono i simboli delle Streghe di Umbra, seppur con un tocco orientaleggiante al tutto; sul suo abito/armatura (a cavallo tra un Hanfu cinese e la mise dei samurai) sono ben visibili le ricche decorazioni viste sulla katana, e siamo certe che vi sia una profonda connessione tra Viola e questa strega. Non si può escludere che Luca abbia in un certo senso ragione, e che lui e Viola si siano davvero già incontrati: in un tweet di Nintendo of America ci si chiede se lei sia "una nuova Bayonetta", portando alla ribalta il discorso degli universi paralleli. Data la minaccia, è possibile che le Streghe di Umbra dei vari mondi uniscano le loro forze per abbattere il nemico comune. Sono solo speculazioni, e non vediamo l'ora di saperne di più per riuscire a delineare con maggiore chiarezza la trama di Bayonetta 3 e le motivazioni dei suoi protagonisti.

    Un gameplay rinnovato

    La formula action di Bayonetta è solida e poggia sulle robuste spalle di Devil May Cry, serie partorita proprio da Hideki Kamiya, l'ideatore delle avventure delle Streghe di Umbra.

    Sembra che Kamiya abbia una vera e propria passione per le creature infernali, protagoniste di diversi suoi lavori: in tutti i casi, si tratta di forze inarrestabili e promotrici di un infinito divertimento, sorretto da un gameplay convincente e profondamente giocoso, basato sulla valutazione delle performance dei giocatori.

    Nella formula di Bayonetta non convincevano del tutto le evocazioni delle creature infernali nel corso dei combattimenti, non controllabili direttamente. Ci

    sono significative novità al riguardo: abbiamo visto in azione la modalità Demon Masquerade, in cui la strega si fonde con i demoni che le forniscono potere, cambiando look e guadagnando nuove abilità. Ecco quindi che Bayonetta si unisce a Madama Butterfly, sua principale compagna demoniaca, e diventa così una inarrestabile macchina da guerra alata; in un brevissimo spezzone del filmato, Gomorrah ha prestato la sua forza bruta alla protagonista, che si è lanciata in un formidabile attacco grazie alle sue gigantesche zampe artigliate nuove di zecca. Visto il grande numero di esseri demoniaci con cui Bayonetta ha stretto blasfeme alleanze, siamo certi che questa aggiunta fornirà una grande varietà aggiuntiva alle sessioni di combattimento. E non è finita qui, perché con l'abilità Demon Slave la strega potrà controllare i demoni dell'Inferno, piegandoli al suo volere e utilizzandoli come strumenti per portare la morte agli Homunculi, con più stile che mai.

    Non siamo rimasti impressionati dal comparto tecnico: al di là delle già menzionate perplessità sullo stile adottato per i nemici - che al momento non sembrano proprio ispiratissimi - va rilevato come Bayonetta 3 paia tutt'altro che un avanzamento significativo rispetto ai precedenti due capitoli.

    È indubbio che Nintendo Switch mostri ormai il peso dei suoi anni, ma attenderemo l'arrivo della Strega di Umbra sulla console Nintendo per esprimerci più approfonditamente, nella speranza di poter ammirare sui nostri schermi un'azione fluida e precisa all'interno delle spettacolari ambientazioni cui PlatinumGames ci ha abituati nella serie dedicata alla splendida Bayonetta.

    In ultima battuta, segnaliamo la possibilità per i giocatori di avvalersi della Naive Angel Mode, un'opzione che consente di eliminare le nudità a schermo (solitamente presenti nel corso delle evocazioni delle creature demoniache da parte di Bayonetta e in alcune mosse speciali). A nostro avviso, si tratta di una novità che nulla toglie a chi desidera ammirare le grazie della bellissima strega, garantendo la possibilità di scelta a chi preferisce evitare di portare scandalo in salotto.

    Bayonetta 3 È quasi tempo di tornare a vestire i sontuosi panni della strega più famosa del mondo videoludico: Bayonetta sta per tornare, e insieme a lei vi sarà un ricco cast di vecchie conoscenze e nuove leve. Siamo intrigati dall’arrivo di Viola, un nuovo personaggio giocabile che sembra essere un’aggiunta affascinante per arricchire un gameplay già ricco e stratificato: siamo curiosi di sperimentare il suo approccio all’arma bianca e di avvalerci dell’aiuto del suo gigantesco famiglio Cheshire. Dopo una gestazione travagliata e anni di notizie rilasciate col contagocce, Bayonetta 3 ha finalmente una data d’uscita: l’appuntamento è al prossimo 28 ottobre, in esclusiva su Nintendo Switch, e noi non vediamo l’ora di polverizzare gli Homunculi a suon di mazzate infernali.

    Quanto attendi: Bayonetta 3

    Hype
    Hype totali: 80
    82%
    nd