E3 2019

Beyond Good & Evil 2: Ubisoft ci porta al di là del bene e del male

Beyond Good & Evil 2 è stato al centro di una nuova diretta di Ubisoft. Ecco tutte le informazioni e le teorie che abbiamo raccolto sul gioco.

Beyond Good and Evil 2
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Il tempismo è un'arte. Si possono fare bene tante cose, ma realizzarle col timing perfetto le rende speciali. Si diventa "l'uomo giusto, al momento giusto" avendo fortuna, e anche se in questo caso sarebbe più corretto riferirsi a un collettivo di team, gli appuntamenti mediatici non esulano dalla massima appena citata. Perché iniziare una disamina in questo modo? E come si collega a Beyond Good & Evil 2?

    Aleggia un certo mistero sulla conferenza di Ubisoft per l'E3, tra i leak che hanno anticipato titoli come Watch Dogs Legion, e rumor importanti come Splinter Cell, che viaggiano sulla pericolosa linea tra anticipazione e fake. Con questo spirito ci avviciniamo a Los Angeles, e il quinto Space Monkey Report ha sancito, di fatto, l'assenza dell'avventura spaziale dall'evento americano. Ad appena un paio di giorni dalla kermesse, quindi, in molti hanno sperato di vedere qualcosa di concreto (alcuni hanno perfino azzardato che avremmo conosciuto la data di uscita), ma è nostro dovere chiarire fin da subito un elemento: di nuovo, si è "visto" ben poco, e sebbene si possa rimproverare il cattivo tempismo di Ubisoft, ciò non toglie che ci siano alcune informazioni su cui poter discutere.

    L'unione fa la forza

    Che Beyond Good & Evil 2 sia un titolo imponente si era già intuito e, dal punto di vista artistico, lo Space Program - il progetto che coinvolge le creazioni degli utenti - ha raggiunto cifre da capogiro. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, si tratta di una collaborazione aperta con la community, chiamata a realizzare tracce musicali, artwork e murales che caratterizzeranno in maniera unica ogni città e pianeta del gioco.

    Ad oggi, il programma conta il sostegno di ben 620.000 utenti e, nella rapida carrellata emersa durante lo streaming, la qualità di bozzetti e tracce musicali (affidate alla compagnia HitRecord) è apparsa egregia. Allo stesso modo, le diverse divisioni di Ubisoft stanno lavorando fianco a fianco per dare vita al progetto, ed è ormai noto che le sedi coinvolte attualmente sono cinque: Barcellona, Bordeaux, Sofia, Mainz e Montpellier (che si muoverà verso una nuova sede). Ben presto, tra l'altro, si aggiungerà anche lo studio di Parigi, dato che lo sviluppo di Beyond Good & Evil 2 è entrato nelle fasi centrali del suo processo.
    Ciò detto, sappiamo che il mondo del nuovo gioco, il Sistema 3, è popolato quasi interamente da cloni realizzati dalla Chimera Corporation: le nascite naturali sono quasi sparite del tutto, e ogni vita viene generata come un "prodotto", un qualcosa che, se difettoso, deve essere soppresso. Nei panni di una di queste creature, appartenenti a razze diverse unite al DNA umano (non si tratta infatti di alieni), dovremo diventare "parte della leggenda". Questo perché la società dagli abitanti surrogati si sostiene grazie a una vera e propria catena di montaggio, in cui ogni essere vivente ricopre un unico ruolo durante la sua esistenza. Poco importa quanto sia orribile o meschino, il "compito" viene imposto fin dalla sua creazione, e non c'è modo di ribellarsi. Molti diventano schiavi, altri scienziati stessi della Chimera, in un tremendo circolo vizioso da cui esulano i pirati spaziali che, per ovvie ragioni, rifiutano tutto ciò e lo combattono con ogni briciolo di forza e volontà.

    Liberare cloni schiavizzati da altre corporazioni in oscure miniere, o in città devastate dai meteoriti come Naraka nel pianeta Soma, sarà con ogni probabilità uno dei compiti principali che il giocatore dovrà svolgere nel corso della sua avventura. Senza dimenticare, inoltre, la possibilità di accogliere i superstiti all'interno della propria ciurma.

    To infinity and beyond

    Il tema della schiavitù, in fondo, era stato trattato nel precedente Space Monkey Report, l'unico in cui si sia visto una fetta consistente di gameplay. Esplorando i laboratori di Ganesha City, due utenti collaboravano per liberare le cavie dei cloni scimmia, sfruttando abilità uniche, movenze vicine ai canoni stealth, attacchi in mischia e armi dalla distanza.

    Essere uno schiavo ibrido, come detto dagli sviluppatori, comporta un'esistenza orribile, e in certi luoghi della galassia gli uomini-scimpanzé sono stati deliberatamente inviati a lavorare sotto una pioggia di meteoriti. Tra i tanti esemplari deceduti, la maggior parte si è tramutata in statue per la reazione chimica del fenomeno, rendendo alcune zone dei cimiteri di cadaveri immobili per l'eternità. I pirati combattono questa dittatura crudele, e per farlo viaggiano da un pianeta all'altro, reclutando perfino i superstiti affamati di vendetta.

    Proprio sulle meccaniche di viaggio si può intuire esattamente l'ambizione di Ubisoft nel realizzare il suo Beyond Good & Evil 2: il gameplay pre-alpha aveva mostrato chiaramente la capacità di passare da una caverna di una città posta su un pianeta allo spazio profondo, in un viaggio in tempo reale e senza interruzioni. È proprio qui, nell'orbita dei vari globi, che troviamo la mothership di cui saremo capitani: un covo semovente di rivoluzionari pronti a vendere cara la pelle.

    Prima di metterci al comando della nostra nave, stando ai bozzetti, subiremo un'iniziazione alla vita del pirata spaziale: nello specifico, dopo la nostra nascita (e presumibile fuga dai laboratori) incontreremo un'antica Intelligenza Artificiale che ci donerà un'identità e uno scopo per cui combattere. Come una sorta di oracolo, la mente elettronica ha una conoscenza vasta dell'intero Sistema 3, e ci introdurrà alla vita del fuorilegge.

    Dal punto di vista artistico, soprattutto per quanto concerne la lore generale, il lavoro condotto dalle varie divisioni di Ubisoft appare intrigante e maturo. Anche se si tratta a tutti gli effetti di un prequel, abbiamo già notato Jade in uno dei primi trailer mostrati al pubblico. Le citazioni per i fan storici della serie, inoltre, non terminano qui: dopo una breve clip tratta dal capitolo originale, Ubisoft ha mostrato i bozzetti del rinoceronte rastafariano del Garage Mammago, il negozio di hovecraft. In aggiunta, l'imponente razza potrà essere selezionata per creare il proprio personaggio, e il modello tridimensionale ci è apparso veramente ben realizzato.

    Beyond Good & Evil 2 Nonostante la carenza di nuovo materiale da divorare con gli occhi (esclusi gli splendidi artwork), Beyond Good & Evil 2 è senz'ombra di dubbio uno dei progetti più ambiziosi di Ubisoft. A breve saranno ben sei gli studi all’opera, mentre il contributo della community sta caratterizzando il Sistema 3 in un modo mai visto prima. Della stessa caratura pare l’affascinante lore generale, seppur non siano stati forniti troppi dettagli, ad esclusione delle origini del protagonista e della filosofia di vita dei pirati spaziali. Tra ammiccamenti ai fan della serie, e la certezza di non vedere il gioco all’E3 2019, bisogna prendere atto che potrebbe passare molto tempo prima di solcare i cieli galattici. Oltre questo senso di libertà, è chiaro che il lavoro fatto in fase di scrittura vuole toccare temi profondi e difficili, come la schiavitù imperante. Non ci resta che attendere, e sognare la vita da pirata.

    Quanto attendi: Beyond Good & Evil 2

    Hype
    Hype totali: 335
    81%
    nd