Anteprima Bleach: Souten ni Kakeru Unmei

La Treasure approda sul DS con un picchiaduro molto promettente

Articolo a cura di
Disponibile per
  • DS
  • Bleach arriva sul DS

    Per via del successo del manga (e dell’anime derivato) di Togawa Seishi in terra nipponica, la realizzazione di titoli di Bleach sembra non avere sosta. Protagonista della storia è Kurosaki Ichigo, un ragazzo che fin da piccolo era capace di vedere gli spiriti e che pian pian ha iniziato a convivere con questo dono. Togara conosce una ragazza fantasma di nome Rukia, introdottasi una notte in casa Kurosaki credendo di non essere vista. Durante la notte uno spirito malvagio attacca Ruika e Ichigo la difende, scoprendo di avere i poteri di un Dio della Morte, incaricato di eliminare gli spiriti malvagi che popolano la terra. A questo duo si aggiungeranno presto altri personaggi che creeranno in pratica un gruppo di esorcisti.
    La prossima incarnazione della serie sul portatile Nintendo si allontanerà molto da quanto visto sinora, sia dal punto di vista grafico, con l’abbandono del cell shading presente nelle versioni casalinghe e in quella per Psp a favore di una definitssima grafica 2D, sia come meccaniche di gioco, a cominciare dalla presenza di 4 lottatori in contemporanea sullo schermo, disposti su due piani differenti.


    Il titolo Treasure ha nel suo dna molti richiami ad un vecchio giocodello stesso team: Yu Yu Hakusho, reputato uno dei più bei picchiaduro per Megadrive, il cui gameplay veloce e reattivo viene impreziosito in Bleach DS dall’utilizzo del touch screen e dalla possibilità di cambiare piano di gioco sia per scappare dalle combo degli avversari sia per scelta strategica. Il touch è utilizzato per avere accesso immediato a degli oggetti che permettono di migliorare le caratteristiche del nostro lottatore (come forza, velocità, reattività, salto), o per peggiorare quelle dell’avversario; nochè per eseguire le mosse speciali di cui è capace il nostro alter ego. La possibilità di realizzare combo aeree intervallate da scene animate regala al giocatore grandi soddisfazioni.

    Altra caratteristiche che differenzia il nuovo Bleach dai predecessori è il numero di personaggi giocabili presenti, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 18, decisamente superiore rispetto alle ristrettezze a cui eravamo abituati.
    Per quel che riguarda lo schermo superiore, ovvero quello in cui si svolge propriamente l’azione, la realizzazione grafica del gioco sembra essere estremamente curata, tanto da imporre nuovi standard su DS: gli sprite dei personaggi sembrano pulitissimi e ottimamente animati, gli effetti a cui si assiste durante i combattimenti saranno appaganti per gli occhi; inoltre lo zoom di cui il motore grafico del gioco è capace -ricordando non poco alcuni dei migliori picchiaduro della SNK- permette di apprezzare appieno sia i fondali sia i personaggi.
    Cosa si può desiderare di più? Nel gioco sarà prevista, inoltre, la possibilità di combattere in 4 contemporaneamente sia in locale sia per mezzo della connessione Wi-Fi Nintendo che vi permetterà di giocare multiplayer con utenti di ogni parte del mondo.

    Bleach: Souten ni Kakeru Unmei Quanto visto finora fa molto ben sperare: questo titolo potrebbe ridefinire gli standard qualitativi del genere e regalarci ore di gioco appassionante. Visto anche il sicuro talento del team di sviluppo che lavora sul titolo per conto di Sega (i mitici Treasure), molto probabilmente le speranze non verranno tradite. Non ci rimane che aspettare trepidanti il 26 Gennaio 2006, data di uscita giapponese.

    Quanto attendi: Bleach: Souten ni Kakeru Unmei

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd