Anteprima Broken Sword : the Sleeping Dragon

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Broken Sword : the Sleeping Dragon - 254

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Xbox
  • Pc
  • Una serie che ha fatto
    storia

    La
    serie di Broken Sword è stata la prima a portare le avventure “punta e clicca”
    su console. I primi 2 titoli, usciti su Playstation, ottennero un incredibile
    quanto inaspettato successo, tant’è che nella mente dei programmatori ci fu
    subito il progetto di un terzo episodio, quello che avrebbe concluso la
    trilogia. I due precedenti capitoli, soprattutto il secondo, sottotitolato “La
    profezia dei Maya”, erano autentici capolavori, e meritano di diritto un posto
    nella lunghissima lista delle K.A della grigia console Sony. Caratterizzati da
    una cornice grafica stile cartoon meravigliosa, i giochi erano anche molta
    sostanza. Entrambi infatti avevano delle trame intriganti al punto giusto, e i
    giocatori erano invogliati a proseguire la propria avventura visti i magnifici
    luoghi esplorabili. Dulcis in fundo, gli enigmi erano quanto di meglio
    un’avventura grafica potesse offrire, visto che non scadevano mai né nella
    banalità, né nell’assurdità.

    Evoluzione?

    The Sleeping Dragon, questo il nome del nuovo
    episodio, è come abbiamo detto anche il capitolo che segna la rivoluzione. Se i
    precedenti capitoli erano caratterizzati dalla risoluzione di enigmi e da un
    ritmo lento(ma mai noioso), in questo nuovo è stata abbandonata
    l’”antidiluviana” interfaccia punta e clicca a favore di un ben più funzionale
    metodo di controllo, ovvero quello adoperato in tutte le più famose “avventure”.
    In un’intervista, Steve Ice, uno dei produttori dei precedenti capitoli, ha
    dichiarato che tale scelta è stata molto dolorosa, ma necessaria per rendere
    l’esperienza più dinamica e coinvolgente(e commerciale aggiungiamo noi...). In
    ogni caso fan di tutto il mondo non allarmatevi, perché Broken Sword non
    diventerà mai un gioco d’azione(perlomeno non prevalentemente, visto che crude
    sezioni action sono previste). Altro sostanziale cambiamento, che potrebbe fare
    storcere il naso agli amanti della saga della Revolution, è il nuovo motore
    grafico. Dimenticatevi di quei magnifici disegni in 2d, che più che un
    videogioco ricordavano un fumetto: anche Broken Sword è caduto nella
    “trappola”del 3d. I produttori hanno dichiarato che questo passaggio non
    significherà rinunciare ad ambienti pittoreschi, ma le immagini disponibili
    smentiscono senza possibilità di replica i creatori del gioco: l’impatto dei
    precedenti capitoli era da mozzare il fiato, quello di questo nuovo capitolo
    invece si perde nel mucchio dei discreti(e anonimi) motori grafici.

    Trama

    Note
    positive invece per quanto riguarda la trama: sebbene non sia ancora stata
    svelata, voci di corridoio parlano di un leggendario dragone che qualche
    migliaio di anni prima quasi sterminò la razza umana. Ora quel drago si sta
    risvegliando e di conseguenza molte persone sono interessate ai suoi poteri.
    Ancora una volta nei ruoli di protagonisti, i due piccioncini Nico e George
    dovranno scoprire tutti i segreti dello “Sleeping Dragon” attraverso la giungla
    Congolese, le strade di Praga, le chiese di Parigi, il misterioso villaggio di
    Glastonbury e molte altre ambientazioni che per ora rimangono segrete, ma che
    siamo sicuri conterranno il solito alone di mistero. Mistero che però è
    ricollegato alla storia, visto che la cospirazione che i nostri eroi dovranno
    affrontare è in qualche modo collegata al misterioso manoscritto intitolato
    “Voynich”, un libro medievale realmente esistente che nessuno è ancora riuscito
    a tradurre(Se vi interessa l’argomento, vi consiglio di visitare il sito
    “ufficiale” www.voynich.com che è veramente molto interessante).

    Conclusioni

    Il progetto
    della Revolution è indubbiamente ambizioso, resta da chiarire però se la strada
    intrapresa sarà veramente innovativa o se questo Broken Sword si perderà nel
    vastissimo numero di buone avventure prive di quel carisma in più che le
    impediscono di poter essere giudicate eccelse. Personalmente mi aspettavo molto
    da questo gioco fin dal suo annuncio, ma devo ammettere di non trovarmi
    pienamente in sintonia con l’ impostazione che la Revolution ha voluto dare alla
    sua nuova creatura. Chiamatemi pure nostalgico, ma sono quasi sicuro che tutti
    rimpiangeremo le due classiche avventure grafiche uscite su Psone. Felice di
    poter essere clamorosamente smentito, vi riporto la data di uscita prevista(un
    non precisato giorno di Ottobre). Come si dice in questi casi, “chi vivrà
    vedrà...”.

    Quanto attendi: Broken Sword III: The Sleeping Dragon

    Hype
    Hype totali: 1
    65%
    nd