Anteprima Canis Canem Edit

La Bullworth academy è lieta di darvi il suo benveuto

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Xbox
  • Canis Canem Edit, ovvero Bully!

    Alcuni ricordano di sicuro le scuole superiori come uno dei momenti più tragici della propria vita. Compiti a casa che non finivano mai, professori sempre pronti a vergare numeri infami su quel maledetto registro, interrogazioni a sorpresa e quelle note da far firmare a casa che, piano piano, tendevano a coprire tutta la superficie del diario fino a renderlo un vero e proprio tormento. Ma niente di tutto questo metteva paura come Lui, quello che c'era sempre in ogni classe e dovevi per forza essere come lui o contro di lui: il bullo. Arrivava sul suo motorino truccato e pieno di adesivi grezzi come il suo gergo, sgommando nel vialetto della scuola e frenando in prossimità del timido ragazzino con gli occhiali giusto per fargli fare brutta figura, accendendo poi la sigaretta e sciamando verso la sua cricca di compari.
    Egli era odiato, temuto e segretamente preso in giro per quei "cioè" infilati a caso nel (comunque povero) discorso ma, diciamoci in faccia la verità, chi non avrebbe voluto, anche solo per un giorno, essere come lui?
    Alla Rockstar, si sa, piace coltivare il lato più "animale" di ognuno di noi, mettendoci nei panni di rivoltosi e criminali e dandoci la possibilità di compiere le nefandezze a noi più gradite senza incorrere nella giusta punizione della legge. Anche in questo caso non si smentisce e ascolta le nostre preghiere, regalandoci in Bully un nuovo alter-ego "malvagio" intriso stavolta di brufoli ed adolescenziale rabbia verso il mondo: un bullo, appunto!

    Welcome to the Bullworth Academy

    Jimmy Hopkins non è mai stato uno stinco di santo. Espulso praticamente da tutte le scuole in cui è stato, viene infine spedito dalla madre - in partenza per il quinto viaggio di nozze - alla Bullworth Academy, una scuola-campus all'apparenza prestigiosa che però al suo interno cela un covo di infamie. Ma il nuovo ambiente non spaventa di certo il nostro Jimmy, il cui scopo, appena arrivato, diventa immediatamente ottenere il rispetto di tutti, in un modo o nell'altro - più volentieri "nell'altro". E qui prende in mano la situazione il giocatore, che dovrà riuscire a sopravvivere per tutta la durata dell'anno scolastico facendosi spazio tra secchioni e bulli con ogni mezzo, cercando anche possibilmente di portare a casa qualche buon voto (in che modo si possano fare l'una e l'altra cosa lo scopriremo solo in sede di recensione).
    La Bullworth e' difatti strutturata come il classico campus americano, dove gli studenti rimangono direttamente nei dormitori e le giornate sono divise tra impegni scolastici, sportivi e vita sociale con i compagni di classe e di scuola. Ma per Jimmy la scuola non sarà solo questo: sarà anche un campo di battaglia dove il più forte guadagna il rispetto e il timore degli altri (e perché no, anche il cuore di qualche ragazza). Oltre ai normali impegni, Jimmy dovrà (per poter portare avanti lo svolgimento del gioco) compiere una serie di missioni (in puro stile GTA), utili sia per proseguire nell'avventura che per sbloccare altre aree. Infatti, oltre alla scuola, sarà possibile visitare anche la cittadina che la ospita, ma ancora non ci è dato sapere (la Rockstar e' sempre avara di notizie in tale senso...) quanto sarà grande l'area di gioco totale.
    Il gioco permette ovviamente di interagire con tutti i presenti della scuola, professori o compagni che dir si voglia, stando sempre attenti a compiacere i primi e a farsi temere dai secondi, oltre che di partecipare a svariati sotto giochi (in particolare attività sportive) che andranno dal calcio al dodgeball. Ovviamente il miglior passatempo di tutti sarà prendere a pugni gli sventurati compagni di classe, ed anche qui il titolo non sembra fallire, in quanto i combattimenti sembrerebbero essere ben curati e ricchi di mosse. Il sito internet ufficiale del prodotto, oltre a fungere da presentazione alla scuola (con tanto di album fotografico e pubblicità), introduce anche alcune caratteristiche del gioco, oltre a trailers e wallpapers, ed è talmente carino che consigliamo veramente a tutti di vederlo.

    Bully - Canis Canem Edit La Rockstar, si sa, non è mai stata prodiga di notizie sui propri titoli, preferendo che siano i giocatori stessi a scoprire tutto dei loro giochi e lasciando a noi recensori il compito di giudicare un prodotto finito, e non delle versioni "limitate" che potrebbero in effetti fuorviare. L'Ex Bully, comunque, da quel che per ora si può vedere, sembrerà essere all'altezza della fama del gruppo, promettendo una nuova irresistibile esperienza ludica. Che altro dire se non "aspetteremo con impazienza l'uscita"?

    Quanto attendi: Bully - Canis Canem Edit

    Hype
    Hype totali: 12
    91%
    nd