Cars 3: In Gara per la Vittoria Anteprima

Siamo stati ospiti di WB Games per la presentazione di Cars 3 In Gara per la Vittoria, gioco basato sul nuovo film Disney Pixar.

anteprima Cars 3: In Gara per la Vittoria
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Wii U
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Nella cornice del VideoGames Party, ospiti di Warner Bros Games, abbiamo avuto l'occasione di dare un primo sguardo a uno dei titoli griffati Disney in uscita quest'anno per tutte le piattaforme disponibili, ovvero Cars 3: In Gara per la Vittoria. Il tie in del film Disney, in arrivo il prossimo settembre, è stato sviluppato da Avalanche Software, riaperta -dopo l'acquisizione da parte di WB Games- proprio per la produzione del nuovo episodio della serie dedicata al film con le automobili parlanti.
    Pur presentandosi come un prodotto tipicamente indirizzato a un pubblico di giovanissimi, sembra che il lavoro di Avalanche voglia comunque andare a interessare una platea più ampia, rendendosi una valida alternativa per passare delle serate in compagnia all'insegna del divertimento, del relax e della competitività non troppo spinta.

    Motori ruggenti

    A presentarci Cars 3: In Gara per la Vittoria è Troy Johnson, designer di Avalanche Software che, appena presa la parola, ci dice che la particolarità di un titolo come Cars sta tutta nel fatto che le automobili rappresentano anche i personaggi e, come tali, possono fare un sacco di cose. Per darcene un esempio concreto passa subito alla dimostrazione, facendo partire una gara di prova, durante la quale l'automobile da lui scelta si districava tra salti, sessioni di guida al contrario, e sportellate per rallentare gli avversari. Il gameplay, molto semplice ed immediato, non ha fatto nulla per smentire la sua natura e il target a cui si riferisce ma, a rafforzare leggermente l'idea della volontà di ampliamento del pubblico a cui il gioco si rivolge (banalmente: i genitori dei ragazzi che lo compreranno), accorrono una serie di scelte di design che strizzano fortemente l'occhio ad altri titoli ben più blasonati (Mario Kart anyone?). Anche il numero di modalità presenti, o il sistema di achievement disponibili nella modalità Hall of Fame, sembrano condurre in questa direzione.

    In ogni gara troveremo quindi, sparsi per la pista, diversi power up, utili sia per ricaricare la barra turbo del nostro personaggio, con cui poter poi guadagnare velocemente posizioni in pista durante le gare, sia per raccogliere dei proiettili da sparare contro i nostri avversari.
    Ecco, la possibilità di utilizzare il turbo ci è sembrata la funzionalità principale attorno a cui si impernia il gameplay, tanto che la barra apposita è ricaricabile anche effettuando dei trick specifici durante gli eventi, guidando su due ruote, al contrario in retro marcia o - meglio ancora - passando sopra degli indicatori blu sparsi nella pista, che aumenteranno la velocità con cui ricaricheremo il turbo.La presentazione è poi proseguita con la dimostrazione di alcune delle più rappresentative modalità presenti in Cars 3.

    Oltre alle classiche modalità Corsa, Sfida e Sfida per il miglior giro, infatti, ce ne sono altre alquanto interessanti, che vanno a diversificare l'esperienza complessiva. Nello Show di Acrobazie, ad esempio, ci viene chiesto di correre per la pista effettuando ogni sorta di trick, così da poter guadagnare punti che andranno poi a riempire degli indicatori a forma di stella, tre per ogni tracciato e, soprattutto, a sbloccare la lista di achievement della Hall of Fame. Questi obiettivi, poco più di centotrenta, servono a migliorare lo stile e l'abilità nella guida, garantendo quindi un buon senso di progressione. Un'altra modalità che potrebbe, nelle intenzioni di Avalanche, attecchire nei giocatori "diversamente giovani", è rappresentata da Eliminazione, dove ci si scontrerà a suon di colpi ed esplosioni con le armi a disposizione. In Cars 3 saranno anche presenti le Coppe e una modalità Free Play, customizzabile a piacere e indicata principalmente per rilassarsi senza lo "stress" della gara.
    In ogni caso Cars 3: In Gara per la Vittoria non si distingue certo come un titolo dall'elevata difficoltà. La semplicità e l'immediatezza sono una precisa scelta per non mettere in crisi il pubblico a cui si rivolge. Ci sarà però una misteriosa modalità chiamata Eventi per Esperti che risulta essere, a detta di Johnson, "una serie di boss fights molto particolari".

    Cars 3: In Gara per la Vittoria Cars 3: In gara per la vittoria riprenderà ovviamente gli avvenimenti del film da cui è tratto, proponendo 16 tracciati presi dal lungometraggio e 5 completamente originali, per un totale di 21 piste dove darsi battaglia con gli altri personaggi. Questi ultimi saranno invece 22, anche loro customizzabili con vari effetti, tra cui colore o tipologia di turbo e luci. Insomma, il prossimo titolo dedicato a Saetta McQueen e soci sembra aver ingranato la quinta, puntando dritto verso l’uscita nei negozi, prevista per il prossimo settembre, con un carico di novità. Non ci resta che attendere, dunque, per poter capire se veramente Cars 3: In Gara per la Vittoria, sarà riuscito difficile compito di piacere anche ai videogiocatori più navigati, in cerca, magari, di un piacevole diversivo o di un videogame da poter giocare in famiglia.

    Che voto dai a: Cars 3: In Gara per la Vittoria

    Media Voto Utenti
    Voti: 8
    6.9
    nd