Conan Chop Chop: un hack n slash Roguelite fino a 4 giocatori

Lo studio australiano Mighty Kingdom ci ha mostrato venti minuti di gameplay di Conan Chop Chop, hack 'n' slash ambientato nel mondo del celebre guerriero.

Conan Chop Chop: un hack n slash Roguelite fino a 4 giocatori
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Il nome di Conan il Barbaro risuona con un fascino assai antico, forse vecchio. Riprendendo in mano i racconti di Howard si entra infatti in un mondo fantastico poco in sintonia con l'attualità e i suoi nuovi valori: un mondo macho, superficiale, pulp che ci piace ricordare con nostalgia, ma che non tanto più ci appartiene. Il marchio Conan compensa però in fama ciò che difetta e nel tempo si è addensato di film, alcuni attempati e uno più recente, fumetti, romanzi e videogiochi (rimandiamo alla recensione di Conan Exiles se siete interessati ad approfondire).

    Il gioco di cui parliamo in questo articolo è Conan Chop Chop, anch'esso una protuberanza del marchio Conan: sviluppato dallo studio australiano Mighty Kingdom, legato alla creazione di titoli per telefono, viene descritto come un "hack ‘n' slash roguelite per 1-4 giocatori". Lo stile grafico ricorda le strisce comiche di Cyanide and Happiness e il caos colorato di Castle Crashers. Di seguito approfondiamo maggiormente alcuni dettagli, basandoci sulle informazioni raccolte durante una presentazione dedicata alla stampa.

    Caos puro

    L'anteprima si è aperta con la schermata di selezione dei personaggi. Quattro quelli mostrati: Conan, Belit, Pallantides e Valeria. È stato spiegato, ma le informazioni a schermo erano già abbastanza eloquenti, che ognuno di loro ha delle caratteristiche proprie che favoriscono l'uno o l'altro stile di gioco: per esemplificare, Conan ha una barra vitale lunga quattro cuori, Valeria tre; Belit fa una capriola scagliando davanti a sé una freccia, Pallantides carica col suo scudo e spinge via i nemici.

    Scelti i personaggi ci si trova nella cittadina iniziale, il luogo dove si torna a seguito delle sconfitte e in cui si può personalizzare l'equipaggiamento del proprio eroe. È un borgo colorato che riflette lo stile frivolo dell'intero gioco: ai banchi si recuperano armi e abilità (le spade colpiscono più velocemente rispetto a un martello, che però fa più danni. La lancia è l'arma più veloce, ma anche quella meno potente nel singolo affondo); si dialoga invece con un istruttore per acquistare tratti che migliorano le capacità degli eroi: abilità che permangono tra un ciclo di morte e l'altro. Alcuni edifici appaiono in rovina e se potenziati accrescono il numero di opzioni di personalizzazione. Per esempio appaiono nuove armi nei banchi dove prima c'era un cartello con un divieto.

    Il "caos puro" del paragrafo, scelto da uno degli sviluppatori per descrivere Conan Chop Chop, potrebbe essere usato come frasetta pubblicitaria, ma anche come deterrente. Con quattro persone il gioco è effettivamente abbastanza caotico, colmo di effetti a schermo scaturiti dalle abilità o dai nemici.

    Il villaggio iniziale

    Questo però era nei piani: l'esperienza cooperativa vuole essere divertente e spensierata, da quanto ci vien detto, perfetta per scambiarsi dei commenti tra amici e passare qualche ora in compagnia. Giocare con gli altri vuole dire anche avere più possibilità, poiché la morte di un membro della squadra non sarà definitiva: esso riapparirà, a patto che i rimanenti siano stati abili abbastanza da sopravvivere, alla fine di un "quadro", rappresentato da una schermata e una serie di nemici da abbattere. La morte in modalità solitaria è invece avvicinabile a un roguelite "hardcore": la partita finisce e inizia daccapo.

    Al di là di questa sfumatura concettuale, Conan Chop Chop ricalca quelli che sono i tratti tipici degli hack ‘n' slash, senza variazioni particolarmente significative. Ci teniamo comunque a specificare alcuni elementi che potrebbero non essere colti guardando le immagini del gioco.

    La differenza tra ambientazioni (nella dimostrazione abbiamo adocchiato i boschi verdeggianti di Nemedia e una foresta più oscura chiamata senza troppa fantasia Darkwood) riguarda anche la struttura delle aree oltre che la loro estetica. A zone aperte vengono contrapposte le stanze claustrofobiche e colme di trappole dei dungeon, nei quali il rischio dovrebbe valere la candela: se si è lesti e bravi le ricompense permetteranno di allungare la partita e completare la scalata ai boss (obiettivo ultimo, aprire un enorme portone nella città di partenza). La raccolta dell'equipaggiamento e dei tesori potrebbe essere causa di discordie tra compagni di squadra visto che non c'è bottino separato in istanze, quel che si vede è.

    Una delle cose più divertenti, secondo uno sviluppatore, e forse siamo d'accordo: tra ruberie varie, i compagni di squadra potrebbero divenire i veri nemici da cui guardarsi. Se conquistare oggetti sul campo è troppo faticoso o poco remunerativo, si può decidere di visitare dei mercanti residenti in giro per le mappe, che previo pagamento concedono armi e ulteriori abilità. Da Conan Chop Chop a Conan Shop Shop è un attimo.

    Conan Chop Chop Conan Chop Chop è previsto in uscita su PC, Xbox, PlayStation e Nintendo Switch il primo marzo prossimo. Un approccio ilare al mondo di Conan il Barbaro, un party game con tanta enfasi su “party”, sul caos e sul divertimento spensierato. Non c’è molto altro da dire, perché chiare sono le sue ambizioni: quelle di essere un divertissement, un passatempo, un magnete per gli appassionati di Conan che ne apprezzano una revisione stilistica. In base a quanto scritto, al materiale incluso in questo articolo e a quello reperibile sul web, decidete voi se destinargli o meno attenzioni.

    Che voto dai a: Conan Chop Chop

    Media Voto Utenti
    Voti: 0
    ND.
    nd