Anteprima Conker: Live & Uncut

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Conker: Live & Uncut - 272

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • I primi
    frutti dell’acquisto di Rare da parte di Microsoft hanno visto la luce durante
    l’E 3 2003 dove Rare ha presentato al grande pubblico 3 titoli; 2 di essi sono
    state considerate nuove “intellectual properties” (nuove idee), mentre il terzo
    gioco titolato Conker: Live & Uncut ha visto il ritorno di uno dei personaggi
    più controversi e al contempo più esagerati che mai abbiano solcato i campi
    videoludici. Conker, lo scoiattolo in questione fu protagonista sull’N64
    dell’acclamato Conker’s Bad Fur Day,dove interpretava la parte di uno sboccato
    ma esilarante avventuriero che attraverso livelli pieni di citazioni da film
    famosi doveva risolvere enigmi e cavarsela nel pazzo mondo in cui si trovava ad
    agire.Sorprende quindi vedere il ritorno di questo personaggio in un gioco
    totalmente diverso rispetto al precedente capitolo delle sue gesta. Conker è
    tornato,più cattivo di prima e questa volta si è portato un sacco di amici.
    Essenzialmente ci troviamo di fronte ad uno sparatutto multiplayer a squadre in
    terza persona.Da giocarsi quindi con quanti più amici possibile, nonché
    attraverso Xbox Live! dove si potranno scontrare,divisi in più squadre fino a 16
    giocatori. Seppur utilizzando la visuale in terza persona, il gioco risulta
    molto piacevole e soddisfacente, immediato,non sembrano esserci problemi di
    gestione della telecamera;già in questa prima fase di sviluppo si vedono arene
    molto vaste chiaramente orientate ad un massacro totale durante i multiplayer.La
    violenza nel gioco non manca,è tanta e perfino esagerata,ma mitigata da una
    apparente “visione sdolcinata” di scoiattolini e orsacchiotti di pezza che se le
    danno di santa ragione. Buona parte del divertimento proviene proprio
    dall’ultraviolenza; quasi eccessiva se volete ,(se non si fosse in un videogioco
    la censura sarebbe già arrivata forse...) che viene sprigionata dall’uso di
    innumerevoli armi di devastazione,dal mitragliatore pesante alla katana
    giapponese per il corpo a corpo. Cito a modo di esempio,l’utilizzo del fucile da
    cecchino può risultare in un colpo ben preciso alla testa di un orsacchiotto di
    pezza,al quale di conseguenza porteremo via letteralmente un pezzo di elmetto,
    un pezzo di scatola cranica e buona parte di cervello... Ovviamente ogni arma può
    essere upgradata e ogni singola arena consta di peculiarità che ne esaltano la
    morfologia e l’utilizzo di particolari accessori sparsi nei vari livelli( ad
    esempio nelle arene montagnose è previsto l’utilizzo del paracadute per
    improvvisare sortite dall’alto).
    Dal lato grafico, il gioco da noi visionato
    all’E 3 non faceva gridare al miracolo,la Rare sembra comunque sulla buona
    strada,non abbiamo riscontrato lag o crolli di framerate di sorta,e la versione
    presentata a Los Angeles supportava 8 giocatori in LAN senza problemi di sorta.
    Non tutto il gioco è orientato al Deathmatch puro,erano presenti variazioni sul
    tema come ad esempio la modalità “ The Heist” che vedeva fino a 4 teams
    battagliare anche contro il tempo per essere i primi a svaligiare una
    banca,oppure si doveva in cooperativa salvare la terra da una massiccia
    invasione aliena. Un fattore esaltante anche in una prospettiva di gioco via
    Xbox Live! era la possibilità di personalizzare il proprio orsetto di pezza o
    scoiattolo virtuale con più di duecento(!) oggetti diversi,dalle croci di ferro
    al valore militare alle ghette da mettere sulle zampe,dall’elmetto puntuto di
    gusto austro-ungarico fino ai visori ad infrarossi dell’ultima generazione.Sarà
    quindi possibile sbizzarrirsi in tante combinazioni che renderanno il nostro
    personaggio-avatar online praticamente unico. Per chi non volesse solamente
    affrontare le durezze di una guerra sul Live!,sarà possibile giocare ad una
    versione potenziata(graficamente) e ampliata (con l’aggiunta di parti tagliate
    dalla versione N64) del primo gioco dedicato al folle scoiattolo: Conker’s Bad
    Fur Day, i potrà quindi rivivere l’esperienza riservata fino ad oggi solo ai
    possessori del vecchio sistema Nintendo.
    Concludendo l’anteprima,possiamo dire
    che Conker:Live & Uncut sia ovviamente un titolo fortemente orientato verso
    l’online gaming e soprattutto al multiplayer,forse ci si aspettava qualcosa di
    più geniale ed innovativo dalla Rare;questo non toglie che il gioco in questione
    fosse già ben avviato, competente e ,seppur ad un livello di sviluppo ancora
    abbastanza arretrato,estremamente divertente. Vi basti sapere che prima della
    Bungie Fanfest nello stand Microsoft,con la completa disponibilità dei giochi
    data la chiusura al pubblico,i ragazzi della Bungie hanno chiesto al develop
    team “Conker” della Rare di sfidarli ad un mini-torneo con Live & Uncut...

    Quanto attendi: Conker: Live and Uncut

    Hype
    Hype totali: 1
    90%
    nd