Anteprima Custom Robo: Battle Revolution

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Custom Robo: Battle Revolution - 2206

Articolo a cura di
Disponibile per
  • NGC
  • Robo-quiz

    Quesito: che cosa hanno in comune la saga di Custom Robo, quella di Animal Crossing, e quella di Tales of...? Possibili soluzioni: A) trattasi di tre saghe di videogiochi con un livello di notorietà altissimo in Giappone, ma che raggiungeranno il mercato occidentale per la prima volta solo con questa generazione di console; B) i titoli sono formati da due parole; C) non rispondo, ho di meglio da fare. Profili: se avete risposto “A” siete antipatici e saputelli, se avete risposto “B” siete stupidi ma mai quanto me, se avete risposto “C” avete dato la risposta migliore, complimenti!
    Ora torno serio, scusatemi. Dunque, scemenze a parte, volevo dire che anche se è vero che questa nuova generazione di console non ci ha offerto giochi molto innovativi, bisogna ammettere che ci ha permesso e ci permetterà di giocare a molti titoli che fino ad ora erano esclusivamente per il suolo giapponese. E' il caso dei tre titoli citati sopra, ma anche di giochi del calibro di Advance Wars e Fire Emblem.

    Arrivano i robottoni!

    Custom Robo è uno dei tanti titoli che si basano su scontri tra robot (che in Giappone non sembrano destinati a passare mai di moda). Sarà molto importante in questo nuovo episodio anche la modalità storia, che sembra poter contare su di una componente narrativa piuttosto sviluppata. Ci ritroveremo quindi nel futuro, su di un altro pianeta, dove hanno luogo battaglie clandestine tra robot, chiamati appunto custom robos, che vengono controllati tramite onde mentali da speciali allenatori chiamati “commanders” (a me ricorda un po' Pokémon, e a voi?). Un giorno uno di questi viene a sapere dell'esistenza di un robot dotato di un'incredibile forza e di capacità di movimento autonoma, e decide quindi di partire assieme ad alcuni amici alla sua ricerca. Saremo quindi chiamati ad affrontare un vera e propria avventura in stile gdr, per cercare di svelare i segreti che circondano questo eccezionale robot.
    La caratteristica più importante di Custom Robo: Battle Revolution è la possibilità di personalizzare completamente il proprio robot, utilizzando i circa 200 pezzi che diventeranno via via disponibili con l'avanzare del gioco. I pezzi scelti influenzeranno naturalmente le performance del proprio mech, che potrà per esempio essere un bestione che basa tutto su robustezza e potenza oppure potrete decidere di creare un robot più agile e veloce, per disintegrare il proprio nemico senza che lui neanche riesca a inquadrarvi. Il sistema di combattimento è in tempo reale ed è piuttosto basilare, forse anche troppo. In un certo senso sarete semplicemente chiamati ad inquadrare il nemico e a sbriciolarlo premendo continuamente il pulsante di fuoco. La modalità più importante continuerà ad essere naturalmente (come nella maggioranza delle produzioni Nintendo) quella multiplayer, che supporterà fino a otto giocatori collegati in LAN. Se siete tra quelli che detestano gli splitscreen potete tirare un sospiro di sollievo: tutti i personaggi saranno inquadrati su uno schermo solo.
    Graficamente il gioco pare piuttosto notevole, sia dal punto di vista dei personaggi, che da quello degli effetti speciali delle armi, sebbene il character-design appaia un po' standardizzato. Che cosa dobbiamo aspettarci quindi? Sicuramente un gioco abbastanza curato, che soddisferà gli amanti dei duelli tra robot, ma che stancherà probabilmente presto il giocatore più esigente, per via del semplicismo che affligge il sistema di combattimento. Per la cronaca: Famitsu ha valutato il gioco con un discreto 30/40. Non aspettatevi quindi il gioco dell'anno, ma non dimenticate di dargli almeno un'occhiata.

    Che voto dai a: Custom Robo

    Media Voto Utenti
    Voti: 0
    ND.
    nd