E3 2019

Deathloop: un folle giro della morte dagli autori di Prey e Dishonored

Arkane Studio presenta Deathloop, indubbiamente una delle produzioni più intriganti tra quelle mostrate nei primi giorni di E3 2019...

anteprima Deathloop: un folle giro della morte dagli autori di Prey e Dishonored
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Seppur anticipato, proprio come Ghostwire Tokyo, dalla solita tempesta di leak a tradimento, Deathloop si è affacciato sul palco di Bethesda come una sorpresa decisamente piacevole, collocata in seno a una conferenza caratterizzata da ritmi a tratti più che letargici. Lasciata momentaneamente nel limbo la saga di Dishonored, gli uomini di Arkane Lyon hanno messo insieme un progetto tanto stimolante quanto misterioso, che porta su schermo l'eterno scontro tra due assassini micidiali. Il titolo trascinerà i giocatori tra le lande gelide di un'isola solitaria: Black Reef è un luogo di pazzia e violenza, sospeso in un loop temporale cui nessuno può sottrarsi, neanche con l'ausilio di un proiettile in testa.

    Per quanto straniante, però, lo stato delle cose sembra appagare appieno i desideri di Julianna, una dei protagonisti del titolo, determinata a difendere il loop imponendo al suo letale collega Colt una serie di morti in punta di proiettile. Favori che il killer sembra più che disposto a ricambiare, con l'unico obiettivo di sfuggire all'eterna ripetizione di un giorno di ordinaria follia. Un concept a metà strada tra "Ricomincio da capo" e "Assassins", che pare proporre una particolarissima "distopia spaziotemporale" caratterizzata da rimandi stilistici agli anni ‘70, in un tripudio di linee curve e colori accesi.

    La morte suona sempre due volte

    Come nella migliore tradizione di Arkane, il team ha già promesso un level design curato nei minimi dettagli, capace di amplificare l'immersione del giocatore in ambienti modellati per assecondare una gran varietà di approcci mortali.

    È impossibile, al momento, stabilire come si articolerà il gameplay di Deathloop, sebbene le sue finalità sia già perfettamente chiare: sfruttare un'ampia gamma di poteri (teletrasporto, telecinesi, ecc.), abilità e armi da fuoco per seminare morte sulle strade di Black Reef, intombando bersagli fino all'inevitabile scontro con la nemesi del nostro alter ego. Le dichiarazioni del team circa l'importanza del comparto narrativo nel bilancio generale del titolo rendono difficile immaginare che la dualità al centro della produzione, la totale opposizione tra gli obiettivi dei due protagonisti, sia associata a un comparto multiplayer dai tratti competitivi, anche se il video non fornisce alcuna chiara indicazione in merito alla strutturazione della campagna. In che modo ci alterneremo alla guida di Colt e Julianna?

    Il gioco offrirà due diverse storie parallele e, in qualche forma, complementari? Qual è esattamente la natura del loop di Black Reef e perché gli assassini si trovano sull'isola-prigione? Tutte domande alle quali, al momento, non possiamo in alcun modo rispondere, sebbene il curriculum creativo del team, in coppia con l'apparente natura della produzione, ci fa pensare che troveremo in Deathloop qualche punto di contatto con il succitato Dishonored.

    Una prospettiva tutt'altro che spiacevole, che non vediamo l'ora di verificare in coda all'approdo delle prime sequenze i gameplay. Già ci immaginiamo alle prese con un'attenta pianificazione di ogni strategia d'attacco, nel cupo abbraccio di location tanto ispirate quanto articolate, colme dei verticalismi cui Arkane ci ha nel tempo abituato e col supporto di un sistema di movimento sfaccettato e altamente dinamico.

    Considerando l'ambiguità dell'obiettivo di fondo, tra le spire di questa caccia all'uomo (o alla donna) senza quartiere, sarà interessante vedere come il team di sviluppo ha intenzione di costruire una varietà situazionale all'altezza delle sue precedenti imprese, magari con l'ausilio di un sistema di progressione legato ai talenti mortiferi dei due protagonisti.

    Quale che sia il profilo ludico del progetto, Deathloop sembra già un titolo carico di stile e personalità: considerazioni che speriamo trovino piena conferma quando Arkane si deciderà ad offrire al pubblico uno sguardo più approfondito alla sua nuova, enigmatica avventura. In assenza di una finestra di pubblicazione, e con solo un paio di minuti di CGI davanti agli occhi, non possiamo che limitarci a sperare che questo momento arrivi al più presto.

    Quanto attendi: Deathloop

    Hype
    Hype totali: 30
    80%
    nd