Demon Slayer per PS4: cosa vogliamo dal nuovo gioco di CyberConnect2

Gli autori di Naruto Ultimate Ninja Storm e Dragon Ball Z Kakarot sono al lavoro sul gioco di Demon Slayer, in arrivo (forse) anche su PlayStation 5.

anteprima Demon Slayer per PS4: cosa vogliamo dal nuovo gioco di CyberConnect2
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • In pochi anni ha scalato le vette di Weekly Shonen Jump, macinando vendite e conquistando grande popolarità tra i lettori della rivista nipponica. Il suo recente dominio editoriale ha persino fatto tremare ONE PIECE e la fama dell'opera è cresciuta rapidamente in tutto il globo grazie alla splendida serie anime, che ha poi incentivato lo sbarco del manga originale anche sul mercato d'occidente (in Italia con Edizioni Star Comics). Se pure non aveste già letto il titolo del nostro approfondimento, il vostro spirito otaku avrà già capito di quale opera stiamo parlando: Demon Slayer Kimetsu no Yaiba, tradotto in italiano con "La spada dell'ammazzademoni", il battle shonen all'arma bianca che ormai sta spopolando in tutto il mondo.

    Visto il successo dell'opera di Koyoharu Gotouge, che nel manga ha riversato tutto il suo amore per i classici dell'immaginario giapponese, l'approdo nel mondo dei videogiochi era solo questione di tempo, e ora finalmente il progetto è realtà: Demon Slayer avrà due adattamenti videoludici, uno per dispositivi mobile e uno per PS4, entrambi attesi per il 2021. Questi saranno prodotti da Aniplex, ma la notizia più interessante è che a sviluppare Kimetsu no Yaiba sarà CyberConnect2. Cerchiamo quindi di capire, in questa nostra anteprima, come potrebbe essere il tie-in incentrato sulle avventure di Tanjiro Kamado, un lavoro che inevitabilmente ci fa pensare al titolo come a un possibile erede di Naruto Ultimate Ninja Storm.

    Il primo gioco anime della next gen?

    Sin dai primi giorni in cui fu svelato il progetto, sono in molti a porsi la medesima domanda, : perché il gioco di Demon Slayer è stato annunciato per PS4 se uscirà nel 2021, in un periodo in cui la next gen dovrebbe essere sul mercato già da alcuni mesi? Fughiamo, almeno in via preventiva e del tutto speculativa, questo ragionevole dubbio: abbiamo modo di credere che Demon Slayer: Hinokami Kapudan (questo il titolo integrale del gioco, che peraltro ha una finestra di lancio per il solo Giappone, almeno per ora) sarà a tutti gli effetti un titolo cross-gen, e di conseguenza uno dei primi videogiochi anime in assoluto ad uscire anche su PlayStation 5.

    Un bel battesimo del fuoco per l'astro nascente di Shueisha - anche se la serializzazione potrebbe concludersi già quest'anno - che sicuramente verrà confermato nei mesi a venire, quando la lineup e i piani di Sony per i giochi PS5 saranno più chiari. Al momento, infatti, l'unico gioco next gen previsto per la prossima ammiraglia di PlayStation è l'interessante Godfall, mentre di PS5 conosciamo solo le specifiche e non ancora design, prezzo o data di lancio.

    Insomma, è ancora un po' presto per avere la conferma che il gioco di Demon Slayer farà parte della libreria della prossima generazione di console, ma a noi sembra piuttosto scontato. D'altronde, analizzando le poche immagini diffuse finora, ci sembra evidente che la qualità visiva, il design e i modelli poligonali, così come gli shader e tutto ciò che concerne il comparto cromatico, gridino "next gen" da tutti i pori, poiché il livello di dettaglio mostrato nel brevissimo teaser dedicato a Tanjiro pare davvero altissimo. Attenzione, però: le immagini potrebbero essere "in-engine" e non "in-game", e il filmato non rappresentare quindi l'effettiva qualità finale del prodotto. Le premesse, però, ci sembrano incoraggianti.

    Dall'anime al film: quale storia racconterà?

    La serie televisiva di Demon Slayer ha debuttato nel 2019, la prima stagione è tutt'ora conclusa e lo studio Ufotable ha già confermato che la storia continuerà in un lungometraggio in uscita in Giappone nel 2020. Il film, che sarà sottotitolato "Mugen Ressha-Hen", trasporrà in versione anime l'arco narrativo del treno e avrà per protagonista il potente Rengoku, il Pilastro del Fuoco degli ammazzademoni.

    Il gioco di Demon Slayer uscirà nel 2021, ed è per questo motivo che speriamo racconterà le vicende fino all'ultimo adattamento animato presente sul mercato, senza quindi limitarsi alle saghe incluse nella Stagione 1 e mostrano anche gli eventi del film di prossima uscita, così da fornire ai giocatori un comparto narrativo piuttosto consistente.

    CyberConnect2: sulle orme di Naruto?

    La sorpresa più bella per i fan di Demon Slayer è stato l'annuncio del team di sviluppo di Hinokami Kapudan, ovvero CyberConnect2. Reduce dal successo di Dragon Ball Z: Kakarot, il team giapponese ne sa qualcosa di tie-in di successo: ha preso per mano il brand di Naruto, sin dai tempi di PlayStation 2, e l'ha condotto attraverso ben tre generazioni videoludiche grazie alle ottime saghe di Ultimate Ninja e Ultimate Ninja Storm, che ad oggi rappresentano due tra i migliori adattamenti su licenza anime dell'industria.

    La software house si è fatta apprezzare dal pubblico, negli anni, per la sua abilità nell'amalgamare fanservice e un buon gameplay in una formula vincente, non particolarmente profonda ma sufficientemente accessibile e spettacolare, al punto da abbattere le barriere artistiche tra gioco e anime. Già diversi mesi fa la compagnia annunciò di essere al lavoro su un grande brand anime/manga con l'obiettivo di tradurlo in videogioco e, vista la popolarità del fumetto di Koyoharu Gotouge, non era difficile puntare il dito proprio contro Demon Slayer. La notizia, onestamente, ci entusiasma: visto il buon lavoro svolto su Naruto, non fatichiamo ad immaginare un cammino simile per un'opera che condivide molti spunti stilistici con l'opus magna di Masashi Kishimoto. Su tutti, sicuramente c'è lo stile artistico, in entrambi i lavori pienamente rispettoso e citazionista nei confronti della tradizione e della mitologia giapponese. Tra artwork, musiche, e stile di disegno dunque, prende forma nella nostra mente un titolo con interfacce molto simili a quelle di Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4: stilizzate, vivaci, coloratissime, e intrise di tanto folclore orientale.

    Ma veniamo adesso al gameplay, altro elemento su cui purtroppo abbiamo ancora pochissimi indizi. Stando alle anticipazioni giunte dalle riviste nipponiche sappiamo che il videogioco di Demon Slayer viene descritto dal publisher come un "battle action". Non abbiamo quindi la certezza che si tratterà di un picchiaduro tridimensionale puro (sulla scia di Naruto), ma riteniamo che il progetto sarà comunque molto diverso da Dragon Ball Z: Kakarot.

    Le orme da seguire dovrebbero essere comunque quelle di un arena fighter, e non di un vero e proprio beat 'em up, incentrato quindi su combattimenti uno contro uno tra spadaccini e demoni. Ancora una volta dobbiamo dire che non ci dispiacerebbe affatto una formula ludica in stile Naruto, composta da una campagna fatta di livelli esplorabili e da duelli all'arma bianca secondo gli stilemi di un classico brawler.

    Anche Demon Slayer, in fondo, è un racconto di viaggio, con il protagonista e la sua inseparabile sorella-demone in continuo movimento tra una location e l'altra, sulle tracce di una cura che riporti Nezuko allo stato umano e soprattutto di un modo per sconfiggere il malvagio Muzan. Infine, non ci dispiacerebbe rivivere le battaglie più iconiche dell'anime attraverso spettacolari boss-fight intrise di quick-time event finali, proprio sulla scia della serie Storm di Naruto. Un elemento ludico che aggiungerebbe ulteriore brio ad un gameplay che altrimenti, per ovvie ragioni, rischierebbe di scadere nella ripetitività.

    Demon Slayer Kimetsu no Yaiba Seguiremo con grande interesse lo sviluppo di Demon Slayer secondo CyberConnect2. In particolare ci auguriamo che il team possa garantire la giusta quantità di fanservice e amalgamarla in una formula ludica divertente e spettacolare, in grado di replicare le incredibili animazioni realizzate da Ufotable nella serie animata. L'opera di Koyoharu Gotouge è uno degli astri nascenti della moderna Weekly Shonen Jump, e allo stesso modo la serie televisiva ha fornito nuovi standard qualitativi per l'industria degli anime. La speranza è che anche il videogame possa innalzarsi a metro di paragone per i giochi su licenza anime. Magari seguendo l'esempio della saga di Naruto, il vero gioiellino di CyberConnect2.

    Quanto attendi: Demon Slayer Kimetsu no Yaiba

    Hype
    Hype totali: 14
    59%
    nd