Devil May Cry The Bloody Palace: a caccia di demoni in un gioco da tavolo

Non siete paghi di far piangere i diavoli? Il nuovo board game ispirato alla serie Devil May Cry di Capcom placherà la vostra sete di lacrime!

anteprima Devil May Cry The Bloody Palace: a caccia di demoni in un gioco da tavolo
Articolo a cura di

Far piangere i diavoli è un'attività così appagante da non poter rimanere confinata esclusivamente nel settore videoludico. Ecco perché, non paghi dell'uscita del quinto capitolo della serie Capcom (ricordatevi di leggere, a tal proposito, la nostra recensione di Devil May Cry 5) e della serie animata sull'ammazzademoni più famoso di sempre, abbiamo salutato con gioia l'arrivo di un board game ispirato alle gesta di Dante. La Steamforged Games, del resto, continua a darsi un gran bel da fare nella realizzazione di titoli su licenza: dopo il gioco da tavolo di Dark Souls, il board game di Resident Evil 2 e quello di Horizon Zero Dawn (in arrivo nei primi mesi del 2020) adesso tocca proprio a Devil May Cry, con un prodotto sottotitolato The Bloody Palace. Come sempre la piattaforma di lancio prediletta è quella di Kickstarter: scopriamo quindi insieme tutto quello che ci aspetta all'interno di questa nuova produzione.

C'è un diavolo sul tavolo

In questo gioco, i partecipanti (da due a quattro) dovranno scegliere tra un quartetto di personaggi, ossia Dante, Nero, Trish e V, in compagnia dei quali scontrarsi con varie ondate di nemici per decretare chi è il cacciatore dotato di più stile.

Ogni eroe dispone di un proprio mazzo di carte che riproduce le sue mosse più iconiche: le card dovranno essere concatenate per creare combo sempre più lunghe e complesse, le quali, oltre ad abbattere gli avversari, servono anche ad aumentare il livello di stile. È importante anche tenere da parte le carte per parare gli attacchi dei nemici dal momento che - qualora riuscissero a colpirvi - oltre ad infliggervi un certo quantitativo di danni, romperanno anche la vostra preziosa catena di combo.

La partita si sviluppa su una grande plancia comune su cui trovano posto tutti i personaggi, sia amici che nemici. Lungo il bordo invece è rappresentata la Style Track che prende nota del vostro grado di "stile", il quale va dal classico "D" di Dismal al "SSS" di Smoking Sexy Style!!!
Una partita a Devil May Cry si sviluppa attraverso alcuni round in cui il giocatore dovrà sia fare in modo che il proprio eroe agisca, sia attivare i vari nemici.

Gli avversari dispongono anch'essi di carte che raffigurano le loro abilità e le azioni che possono svolgere (come accade in Dark Souls): pertanto i partecipanti non devono far altro che seguire le indicazioni e - di conseguenza - muovere o far attaccare la miniatura. I demoni da eliminare sono tra i più iconici della saga: dai comuni Empusa e Proto Angelo, fino ai giganteschi Empusa Queen e Elder Geryon Knight (alto ben 110 mm)!

Ogni sessione si articola in quattro fasi: le prime tre vedono la presenza di vari gruppi di nemici da sconfiggere, l'ultima invece prevede il duello con un agguerritissimo boss.

Tra una manche e l'altra è anche possibile acquistare carte potenziamento aggiuntive, usando i globi recuperati dagli avversari caduti. Quando tutti diavoli saranno K.O., la partita terminerà, e il giocatore che avrà raggiunto lo Style Rank più alto risulterà il vincitore.

Aspettative, data d'uscita e localizzazione

Devil May Cry si inserisce nel solco degli american pieni zeppi di miniature, caratterizzati da meccaniche non troppo complesse ma sicuramente accattivanti. La Steamforged è sì maestra nel ricreare le atmosfere dei famosissimi videogiochi di cui ha licenza, eppure questa abilità non implica necessariamente che le dinamiche ludiche si dimostrino pienamente divertenti.

Purtroppo, allo stato attuale, tutte le informazioni che abbiamo sulla produzione si evincono dalla visione dei video presenti nella pagina del kickstarter e dalla lettura del manuale: per questo, al momento, fornire un giudizio più approfondito risulta impossibile. Info varie non definitiveDurata: 60'- 90'
Numero di giocatori: 2-4
Numero ideale di giocatori: N.D.
Tipologia: competitivo
Complessità: N.D.
Publisher: Steamforged
Lingua: inglese
Età: 14+
Prezzo suggerito: 88 euro (su Kickstarter)

Ciò non toglie che possiamo comunque iniziare a formulare qualche impressione preliminare. Le miniature sembrano di buona qualità e anche l'idea di base del gioco ci è parsa vincente: la Steamforged ha dato prova di imparare dai propri errori, almeno dal punto di vista della giocabilità, ed in tal senso la differenza tra Dark Souls e Resident Evil 2 è palese. Dal canto suo, in attesa di comprendere con un test le potenzialità di Devil May Cry, vale la pena ricordare che il prodotto è in inglese, e che non arriverà nelle nostre case prima di luglio 2020. Probabilmente, visti anche i trascorsi, Cosmic Games potrebbe localizzare il titolo in italiano: volendo essere ottimisti, ipotizziamo che per la traduzione sarà necessario attendere almeno la conclusione del prossimo anno. Si tratta comunque di dati da prendere con le pinze, siccome non esiste ancora nessuna comunicazione ufficiale.

Costo ed espansioni

Purtroppo, come per tutti i progetti su Kickstarter, anche per Devil May Cry si tratta di un salto nel buio, basato più sulla fiducia che sulla sostanza. La spesa per partecipare al progetto è di circa 88 euro, a cui va aggiunto il costo di spedizione, che si attesta intorno alla quindicina di euro.

A giustificare il costo del pacchetto troviamo una quantità piuttosto sostanziosa di materiale: oltre alla confezione base sono incluse tre espansioni, ossia The Walking Arsenal Expansion, The Alpha and Omega Expansion e Devil Trigger Expansion. La prima aggiunge un quinto personaggio da scegliere (Lady + devil trigger) e nuovi avversari tra cui Hell Bats, Hell Caina e il mastodontico Cavaliere Angelo. La seconda comprende il boss Vergil (con annesso devil trigger) oltre che Ultimate Urizen, Chaos e 2 Furys.

L'ultima è un'esclusiva kickstarter, quindi non sarà mai disponibile nei negozi, e comprende le versioni devil trigger di Dante, Nero, V (Nightmare) e Trish. Di primo acchito, tutte le miniature sembrano molto dettagliate, ma senza averle tra le mani è difficile fornire un'opinione pienamente concreta.

Nel complesso, al di là delle buone premesse, la raccolta fondi messa in atto per Devil May Cry The Bloody Palace è alquanto inusuale, almeno nell'ambito dei board game: infatti dura solo una settimana e non prevede nessun stretch goal.

Ad ogni modo, prima di investire il vostro denaro, il nostro consiglio è quello di analizzare con i vostri occhi i video di gameplay ed eventualmente di leggere il manuale di gioco: ma fate in fretta, perché il progetto terminerà il 22 maggio.