Anteprima Fable

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Fable - 278

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • Peter Molyneux e il suo gioco.

    Fable, è un progetto ambizioso come pochi,
    così come ambizioso è il suo " ideatore " il mitico Peter Molyneux. E' lo
    stesso Peter a darci il benvenuto nella saletta stampa, con la sua voce calda e
    rilassante. Peter è un signore sulla quarantina, tranquillo, affabile, vestito
    con classe ma non troppo elegante, con modi di fare affascinanti. Lui non crea
    videogames, lui crea opere d'ingegno. Se esiste il concetto di arte nei
    videogiochi, quest'uomo ne è uno dei depositari. Questo lo capisci ancor prima
    che ti mostri un solo frame del suo nuovo progetto, lo capisci dal modo in cui
    si presenta, da come parla con gli altri e dal modo in cui gli altri lo
    osservano, quasi aspettando che da un momento all'altro inizi a levitare....

    Non ci sono
    compromessi

    Peter crede nel suo progetto, e trasmette questa sua sicurezza ed entusiasmo
    ai suoi interlocutori. Fable è pensato per essere innovativo e grandioso, dal
    primo all'ultimo byte. Sembra quasi che non esistano compromessi, ne
    tecnicamente, ne artisticamente. La demo inizia con la presentazione del nostro
    personaggio. E' un giovane intorno ai 15 anni, dall'aspetto comune e pulito.
    Per la prima volta in un GDR saranno le azioni del giocatore a determinare il
    suo aspetto, ma anche le sue caratteristiche isiche/psichiche nonchè i suoi
    pregi e difetti ( orientamento "bene" o "male" ) Il vostro alter ego, potrà
    essere alto o basso, magro o grasso, barbuto e peloso, calvo e glabro. Questo
    dipenderà da voi. Se sarete molto attivi nel breve periodo, il vostro
    personaggio sarà snello e muscoloso, se avrete una vita oziosa e rilassata, il
    vostro personaggio tenderà ad ingrassare e rimarrà bassino. Giocate lentamente,
    ed il vostro personaggio invecchierà di più rispetto ad altri ! Se farete molti
    combattimenti, avrete una pelle spessa e ricoperta di tagli, se invece
    sfuggirete ai combattimenti o li affronterete con magie o armi da lontano (
    frecce, balestre ) avrete poche cicatrici e le braccia meno sviluppate ! Le
    possibili combinazioni sono innumerevoli, nessuno di noi avrà un personaggio
    simile all'altro. Il protagonista sarà il risultato unico del vostro unico modo
    di giocare !

    Combattimenti di alto livello.

    Peter è una persona che sa spiegare le cose. Le rende
    interessanti. Ci spiega, mentre un suo collaboratore inizia un corpo a corpo con
    una decina di briganti, che il sistema di combattimenti è allo studio da anni.
    Ne va particolarmente fiero. I combattimenti sono in tempo reale, sembrano molto
    vari e spettacolari, nonchè molto strategici. Non abbiamo avuto modo di provarli
    di persona, ma per sconfiggere gli avversari, sembra necessario mettere in campo
    una certa strategia di attacco e di difesa, nonchè una buona perizia nell'uso
    di armi, combo e magie. Non sembra il solito pigia piga... A seconda delle
    vostre attidutini, nell'uso delle armi, o delle magie, e a seconda del tipo
    delle stesse, il vostro personaggio si specializzerà in determinati campi,
    modificandosi anche psicofisicamente. Fable è un mondo persistente. Il vostro
    personaggio vive e cresce in questo mondo, ma non è solo. Il livello di
    interazione con gli altri abitanti è altissimo. Il vostro personaggio impara ad
    esprimersi e comunicare, man mano che farete nuove esperienze e conoscerete
    persone. Ad esempio, se frequentate un pub malfamato, imparete a "ruttare" a
    "dire parolacce" ed esprimervi con gesti volgari ( tipo "il gesto
    dell'ombrello" ). Interessante è la possibilità di utilizzare questo tipo di
    comunicazione con tutti i personaggi che trovate sulla vostra strada! Certo, non
    ci saranno solo volgarità da imparare, ma è convinzione di Peter, che il 90% dei
    giocatori si diverta sopratutto a fare "weird things", cose cattive, malvagità
    appunto. E come dargli torto, visto il successo di giochi come GTA ?

    Il bene ed il male

    La
    possibilità di scegliere il proprio "orientamento", comportarsi da eroe, o da
    criminale, è uno dei temi ricorrenti negli ultimi prodotti di Peter Molyneux ,
    ricordiamo ad esempio Black 'n White. In Fable però, questo si rifletterà anche
    sulla percezione che il resto della popolazione ha di voi, salutandovi
    calorosamente ad esempio, se avrete aiutato qualcuno nel loro villaggio, o
    sfuggendovi (o sfidandovi) se avrete recato danno, uccidendo o derubando un
    parente o amico.

    Un nuovo
    corso per gli sviluppatori occidentali ?

    Ci sono ancora moltissime cose da dire su Fable, quel che è
    certo è che il gruppo messo su da Peter, è semplicemente eccellente. Si potrebbe
    pensare che in un titolo così ambizioso a livello di meccanica e di interazione,
    l'aspetto tecnico artistico passi in secodo piano, come spesso accade nelle
    produzioni occidentali (vedi morrowind, o kotor ). Invece Fable stupisce ancora.
    Si tratta di un opera assolutamente eccellente, sopratutto a livello creativo
    artistico. Un cura totale nel design dei personaggi e degli ambienti, molti
    ispirati, sorretta da un motore grafico di ultimissima generazione, pensato e
    realizzato per sfruttare Xbox come una console, e non come un comune pc. Una
    ventata fresca e pulita nel mondo delle SoftCo Occidentali (io direi più un
    uragano capace di resettare tutto per ripartire da zero ed in grande stile
    imponendo un nuovo standard...nd nemesis ). Il team di Fable ha raggiunto la
    qualità delle più blasonate softCo orientali, trovando una strada originale, e
    forse per questo ancora più interessante. Ci troviamo di fronte dunque a una
    moltitudine di poligoni, rivestiti di texture di qualità superiore. Effetti di
    post produzione (bagliori, sfocatura di campo), uso di fibre per piante e
    arbusti, animati al passaggio del vento o dei personaggi. Ombre proiettate in
    tempo reale da quasi tutti gli oggetti, con una precisione eccezionale. Tutto
    questo con un frame rate di buon livello generalmente ancorato sui 30 frame al
    secondo, con leggeri cali nelle situazioni più affollate, ma che non disdegna di
    passare a 60 frame/sec negli ambienti meno pesanti, dimostrazione che con una
    buona ottimizzazione Fable sarà una gioia per gli occhi in ogni situazione. Se
    Fable, saprà combinare e bilanciare adeguatamente, tutti gli elementi che ci
    sono stati mostrati, ad una storia appassionante e ben narrata, ci trovermo di
    fronte ad un nuovo capolavoro della storia videoludica, nonchè ad un quantum
    leap tecnico artistico notevole.

    Ma quando
    uscirà?

    Quando è pronto, si
    spera.

    Quanto attendi: Fable

    Hype
    Hype totali: 7
    63%
    nd