Anteprima Fair Strike

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Fair Strike - 1483

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • FAIR STRIKE - PREVIEW

    Fair Strike é un simulatore di combattimento aereo realizzato da G5 Software e distribuito Buka Entertainment. Il gioco occupa un singolo CD-ROM e, nella versione definitiva, richiederà la presenza del disco nel lettore per essere giocato; Fair Strike funziona con i seguenti sistemi operativi: Windows 98, ME, 2000 e XP, la configurazione minima richiesta è un PIII 800 MHz con 256 MB di RAM e 700 MB di spazio libero su HD.

    Lotta al terrorismo

    In Fair Strike il giocatore si trova al comando di una squadra di elicotteri da combattimento nell'ambito di un'operazione antiterrorismo internazionale su larga scala. Sono disponibili 6 modelli diversi di velivoli Russi e Occidentali, ognuno con le sue caratteristiche tecniche e il proprio armamento particolare; il gioco single-player è articolato in 4 campagne, ognuna con 10 missioni strutturate “ad albero” con un numero definito di obiettivi chiave più alcuni obiettivi “bonus” il cui completamento non è necessario ma consente di “sbloccare” alcune caratteristiche.
    Nella modalità multiplayer Fair Strike supporta sia il gioco via LAN sia via Internet tramite GameSpy, le modalità di gioco disponibili sono Co-Operative, Deathmatch e Team Assault.

    Apocalypse Now Expanded

    Fair Strike copre quel terreno che divide il simulatore realistico dal gioco d'azione: se infatti promette un “accurato modello di volo” di tutti i velivoli ad ala rotante presenti nel titolo, è anche vero che il giocatore ha il completo controllo della complessità del medesimo. Si può tranquillamente giocare in modalità di volo semplificata per un'esperienza tipo arcade o optare per un settaggio completamente realistico e ovviamente molto più impegnativo. Sembra che i programmatori di G5 abbiano voluto accontentare un po' tutti i tipi di giocatore senza per fortuna scendere a troppi compromessi, e infatti Fair Strike non necessita di un manuale d'istruzioni delle dimensioni dell'elenco telefonico di Tokyo.
    I comandi supportati sono il joystick (ideale per i settaggi realistici) o la combinazione tastiera-mouse (perfetta per la modalità arcade); in quest'ultimo caso, Fair Strike si comporta quasi come un classico FPS, e il puntamento tramite mouse è fluido e preciso.
    Sono disponibili tre POVs: prima persona (con il pannello strumenti in trasparenza), cockpit e terza persona (consigliabile solo nella modalità semplificata); inoltre, è possibile inquadrare l'azione tramite telecamere esterne (una feature già implementata ai tempi gloriosi dei titoli Microprose, ma sempre benvenuta).
    Gli obiettivi di missione sono molto semplici: distruggi un bersaglio, proteggi una struttura, scorta un convoglio; gli obiettivi primari vanno completati tutti, pena il fallimento della missione. La natura dinamica del gioco, che spinge a colpire bersagli di opportunità e a inseguire gli obiettivi bonus, rende le missioni più tese e complesse di quanto possano apparire.
    Fair Strike ci mette nei panni del comandante di una squadra - avete dei wingmen a disposizione cui potete dare semplici ordini (attacca il bersaglio, mantieni la posizione, eccetera) e da questo punto di vista l'AI dei vostri compagni di volo è davvero ben congegnata: sanno dare delle priorità ai bersagli, e sanno cosa colpire e come. Possono anche eseguire manovre evasive e lanciano esche termiche per confondere i missili a ricerca di calore - vale la pena restare indietro solo per vederli in azione. Meglio non trattarli come pedine sacrificabili, tuttavia: proteggere i vostri compagni di squadra è uno di quegli obiettivi che aumentano il vostro punteggio al termine della missione.
    Il punteggio è una parte essenziale del gioco: non importa solo portare a termine le missioni, ma anche come le si porta a termine. Un punteggio alto e il raggiungimento di obiettivi “bonus” consente di salire i ranghi ed eventualmente rendere disponibili ulteriori caratteristiche del gioco (su cui gli sviluppatori non si sbilanciano più di tanto, per ora). Questo, e la struttura “ad albero” delle campagne, aggiunge un certo valore di rigiocabilità alla modalità single-player.

    Nonostante i requisiti di sistema abbastanza contenuti, grafica e sonoro sono molto buoni: gli effetti di luminosità e riflessi sull'acqua sono ben realizzati, così come gli oggetti all'interno del gioco. C'è da ricordare che praticamente tutto, in Fair Strike è soggetto a radicale e violenta distruzione da parte dei vostri armamenti, con conseguenti esplosioni (che sull'acqua creano anche onde di pressione e sulla terra causano incendi di alberi). La versione preview esaminata aveva alcuni problemi con le textures del terreno viste da vicino, ma da una certa quota appaiono anch'esse sufficientemente dettagliate. Molto belle da vedere anche le scie dei missili e dei traccianti.
    Gli effetti sonori non erano ancora completamente implementati, a parte la musica di sottofondo - un classico mix alla Hans Zimmer come sembra obbligatorio per i titoli d'azione in questo periodo.

    Conclusioni

    Fair Strike è un titolo da tenere d'occhio, sia per i fan dei simulatori di combattimento sia per quelli dei giochi d'azione. Il gioco è stato tenuto in gestazione abbastanza a lungo, e a giudicare dalla preview il tempo sembra essere stato speso bene. Se saranno resi disponibili anche strumenti di sviluppo per la comunità dei MOD-developers (come sembra) passeremo molte delle nostre ore a caccia di terroristi dai nostri elicotteri.

    Quanto attendi: Fair Strike

    Hype
    Hype totali: 5
    64%
    nd