Far Cry 5: alla scoperta del nuovo FPS Ubisoft

In attesa di mostrare il gameplay all'E3 2017, Ubisoft svela le carte sull'ambientazione di Far Cry 5 e rivela nuovi dettagli sul gioco.

Far Cry 5 - Tutte le novità
News: PlayStation 4
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • A qualche giorno di distanza dall'annuncio ufficiale, Ubisoft ha presentato in maniera più approfondita il suo Far Cry 5, nuovo capitolo dell'apprezzata saga di First Person Shooter. In attesa dell'E3 di Los Angeles, dove avremo modo di entrare in contatto con la produzione, ancora si sa ben poco su gameplay e struttura di gioco, anche se il trailer e i comunicati ufficiali lasciano intuire qualche sfuggente dettaglio. Il reveal si concentra infatti sull'ambientazione, che come ben sanno i fan della serie rappresenta uno degli elementi distintivi dell'esperienza di gioco.
    Questa volta, bisogna ammetterlo, Ubisoft è uscita dalla sua "comfort zone", prendendosi dei rischi creativi che il 27 febbraio del prossimo anno (questa la data d'uscita ufficiale) potrebbero portare sugli scaffali un titolo decisamente interessante.
    Niente più steppe africane, isole tropicali o massicci tibetani: Far Cry 5 sarà ambientato in America, e più precisamente nello stato del Montana. Sarà stata questa informazione ad aver fatto sorgere i rumor che vedevano il nuovo capitolo collocati ai tempi del Far West, visto che nessuno si sarebbe mai immaginato un'ambientazione contemporanea. E invece la trama si svolgerà proprio ai giorni nostri, quando nella fittizia regione di Hope County, una setta di millenaristi invasati tenterà di soggiogare la popolazione, mettendo in pratica il progetto Eden's Gate.

    L'operazione di "evangelizzazione violenta" di questi fanatici religiosi è pensata, come il nome lascia intendere, per aprire le porte del paradiso, ripulire le coscienze dei peccatori e ricondurre il mondo sulla retta via. Joseph, l'antagonista principale apparso nel primo poster promozionale ma di cui ancora non abbiamo un profilo caratteriale, ha creato un esercito di deliranti maniaci pervasi da un fervore mistico: un culto di estremisti dal grilletto facile, che si è barricato nella contea e tiene sotto scacco la popolazione.
    Il fatto che il publisher francese abbia portato il conflitto direttamente in casa degli americani, e che alcune delle premesse narrative possano ricordare dolorosi eventi di cronaca, poco è piaciuto alla stampa d'oltre oceano, che ha iniziato ad esibire una serie di forti dubbi sull'opportunità del progetto. Glissando sul buonismo di facciata di chi vede di buon occhio la guerra solo quando è sufficientemente distante da sembrare impalpabile, a noi sembra che l'ambientazione di Far Cry 5 sia coraggiosa e originale, e che possa rappresentare quel guizzo di novità di cui la serie ha senza ombra di dubbio bisogno. Siamo curiosi, semmai, di scoprire come il team di Montreal lavorerà sulla sospensione dell'incredulità, tenendo il protagonista "intrappolato" all'interno di una location che non è più remota e sperduta come quelle che abbiamo conosciuto in passato.
    Al di là di tutto, comunque, ci sentiamo di promuovere a pieni voti la scelta di Ubisoft, speranzosi di vedere qualche novità a livello di gamplay. Il trailer ufficiale lascia presagire, del resto, un recupero sostanzialmente integrale della formula dei predecessori. Un vasto open-world colmo di missioni principali e secondarie, torri da scalare (stavolta potrebbero essere i campanili delle chiese), veicoli e velivoli con cui spostarsi in totale libertà. Il video sembra persino suggerire il ritorno delle sessioni di caccia, che potrebbero sembrare, stavolta, un po' più fuori contesto. Speriamo quindi che Ubisoft abbia pensato a qualche attività meglio integrata nel nuovo setting.
    Il comunicato stampa, in ogni caso, ci tiene a sottolineare la presenza di una grande libertà d'azione, che ci permetterà di affrontare ogni incarico in modalità stealth, oppure ricorrendo al canto ruggente delle armi. Chi vi scrive ha apprezzato maggiormente il bilanciamento delle sezioni furtive in Far Cry 3, trovando il quarto capitolo un po' meno efficace in fatto di level design degli avamposti, e forse anche leggermente meno schietto relativamente al feeling delle armi.

    Collocato nel nord ovest degli Stati Uniti, al confine con il Canada,
    il Montana ha un'economia prevalentemente rurale.
    Anche grazie alla presenza di un arsenale più moderno, speriamo quindi che Far Cry 5 riesca a ritrovare l'alchimia dell'avventura tropicale.
    Tra gli elementi distintivi di questo quinto capitolo, comunque, dovrebbe esserci una maggiore attenzione nella caratterizzazione dei comprimari. Sappiamo per certo che l'antagonista avrà un ruolo fondamentale nell'economia narrativa, ma i trailer pubblicati la scorsa settimana confermano che pure i compagni della resistenza diventeranno personalità di spicco nella storia di Far Cry 5.
    Tutte le altre informazioni relative alla produzione, per il momento, riguardano modalità e contenuti. Sappiamo che tornerà l'editor di Scenari, che tutta l'avventura potrà essere affrontata in co-op per due giocatori, ma solamente online e senza nessuna opzione per il gioco in locale.
    Infine, per la prima volta nella storia del franchise, il protagonista, appartenente alle forze degli US Marshal, sarà personalizzabile dal giocatore.

    Ovviamente i dati in nostro possesso sono ancora pochi per poter dare un giudizio circostanziato su Far Cry 5, e speriamo che l'incontro ravvicinato che avverrà fra poche settimane, nel corso dell'E3 di Los Angeles, possa aiutarci ad avere un'idea più precisa sulle ambizioni della produzione. Allo stato attuale dei fatti anche gli interventi di restauro operati al motore di gioco (che sia una nuova versione del Dunia Engine?) ci sembrano convincenti: le poche sequenze in-game che abbiamo adocchiato mostrano un colpo d'occhio efficace, leggermente più realistico rispetto al passato, con una palette cromatica meno saturata e scorci paesaggistici di sicuro impatto.
    Essendo il primo capitolo della saga sviluppato integralmente per la next-gen (Far Cry 4 uscì anche su PlayStation 3 e Xbox 360), il nuovo episodio potrebbe voler superare i limiti precedentemente imposti dallo sviluppo cross-generazionale.
    Speriamo inoltre che il team di sviluppo sappia sfruttare al meglio le premesse narrative: a partire dall'immagine promozionale, feroce rilettura della composizione de L'Ultima Cena di Leonardo, Ubisoft ci fa capire che il racconto e le sue tematiche saranno molto forti. Forse recuperare le suggestioni dei grandi Thriller americani, da True Detective a Fargo, potrebbe essere un'altra strada da seguire per darci un Far Cry letteralmente poderoso. Staremo a vedere, l'appuntamento è per l'ormai imminente conferenza Ubisoft.

    Che voto dai a: Far Cry 5

    Media Voto Utenti
    Voti: 99
    7.7
    nd