FIFA 21 Ultimate Team: tutte le novità, tra cooperativa e stadi

EA Sports ci ha mostrato tutte le aggiunte alla sua modalità principale, e alcune potrebbero segnare un cambio di passo importante per FUT.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Dopo esserci concentrati sul gameplay di FIFA 21, è giunto il momento di trattare quella che, da molto tempo, rappresenta la modalità regina del calcistico di EA Sports: Ultimate Team. Più dei match multiplayer e di Volta, infatti, è FUT a condizionare la vita della community di FIFA, scandendo i mesi del calendario con figurine rare e selezioni speciali come il Team of the Season. Si tratta quindi di un elemento imprescindibile nel supporto al ciclo vitale della prossima incarnazione della serie, e lo studio di sviluppo ha inserito come sempre inediti elementi alla formula per tener viva l'attenzione dell'utenza. In questo caso non abbiamo potuto testare personalmente la modalità, ma nel corso di una presentazione ci sono state mostrate tutte le novità alla base di FUT 21.

    In due è meglio

    Seguendo l'obiettivo di offrire "più modi per giocare a FUT", EA ha aggiunto una feature inaspettatamente assente fino ad ora: la cooperativa, disponibile in match online due contro due, o spalleggiandosi con un partner in campo per sfidare l'IA. Da un pratico menu nella schermata principale della modalità potremo collegarci con un amico e raggiungere una lobby dedicata alla co-op: da qui saranno disponibili le Squad Battle, le Division Rivals e le amichevoli. E soprattutto le prime due garantiranno progressi personali in base alle prestazioni in partita. In ogni caso, prima del fischio d'inizio si è chiamati a selezionare una delle due squadre disponibili tra quella dell'host e dell'ospite, e una volta scesi in campo ci attenderanno altre novità.

    La prima, e più intrigante, è l'evoluzione del FIFA Trainer: attivandolo, i normali input che appaiono sul campo quando giochiamo da soli saranno visibili anche al nostro compagno, suggerendo in maniera ancor più chiara e immediata, per esempio, la linea del passaggio che stiamo per lanciare. Si tratta di una feature indubbiamente efficiente, che punta a migliorare la qualità della vita soprattutto di quegli utenti che non possono utilizzare un party vocale.

    Agli obiettivi stagionali introdotti in FIFA 20, poi, se ne aggiungeranno altri specifici per la co-op, che quindi fornirà ulteriori modi per guadagnare esperienza. E restando in tema di progressione generale, EA ha ampliato gli eventi dedicati alla community, aggiungendo per esempio particolari task dedicate alle associazioni sportive più celebri, in modo da ottenere oggetti estetici e premi in linea con la propria squadra del cuore. A tal proposito, le modalità Division Rivals e Squad battles sono state rifinite nella gestione delle ricompense, senza dimenticare che faranno la loro comparsa eventi e sfide a tempo extra.

    Il palazzetto del FUT

    Tornando a concentrarci sul versante individuale dell'esperienza Ultimate Team, è tempo di parlare di una delle novità più importanti del prossimo FIFA in termini di progressione: il FUT Stadium.

    Si tratta dell'impianto sportivo in cui la propria squadra darà battaglia ai team rivali: anziché demandare il tutto al classico oggetto da trovare nelle bustine e da equipaggiare, il palazzetto diventerà via via più ampio e personalizzabile insieme ai risultati ottenuti dall'utente. Struttura, spalti e qualsiasi altro elemento potranno essere modificati in maniera sempre più profonda, dando vita a stadi unici e in linea con i propri desideri.

    Gli oggetti, in tal senso, verranno ampliati con una collana inedita di possibilità estetiche: avremo l'opportunità, per esempio, di modificare perfino le coreografie dei tifosi, selezionando gigantografie spettacolari. Gli sviluppatori ci hanno mostrato alcuni "lavori creativi" da associare alla curva più calda, e l'effetto potrebbe dare un'aggiunta gradita al livello di personalizzazione di Ultimate Team. Sempre restando sul versante estetico di FUT, le grafiche mostrate all'inizio della partita sono state modificate integralmente, e in FIFA 21 verranno elencate da subito informazioni come l'affinità della squadra nei singoli reparti.
    A proposito di calciatori, anche quest'anno verranno rimpolpate le fila delle icone, ossia i giocatori leggendari disponibili per gli utenti: tra gli altri, il prossimo FIFA vedrà l'arrivo del "Re di Manchester" Eric Cantona, del "Nano Magico" Philipp Lham, dell'ex cervello del centrocampo blaugrana Xavi e del mai dimenticato Samuel Eto'o, eroe del triplete nerazzurro.

    Nati pronti

    Sempre in tema di figurine speciali, EA Sports ha introdotto i "Meaningful Moments", ossia un sistema per aggiornare gli attributi delle carte in base a particolari performance registrate durante la stagione (si pensi all'esplosione di Halland nel Borussia Dortmund). Per quanto concerne le abilità, alcuni dei ragionamenti fatti nella prova del gameplay di FIFA 21 potrebbero influenzare lo stesso Ultimate Team: come spiegato, infatti, i movimenti automatici in attacco e difesa saranno pesantemente condizionati dai parametri di visione e posizionamento.

    La filosofia di EA Sports, che ha voluto evolvere più che stravolgere, potrebbe ampliare notevolmente il meta di carte per costruire una squadra competitiva in FUT: se in passato la velocità era tutto, c'è una discreta possibilità che qualche calciatore meno dotato fisicamente si riveli prezioso nelle economie di gioco, in virtù di coperture difensive o di ottime doti nel passaggio (solo i più abili in questo campo sfrutteranno effetti e tocchi d'esterno per far arrivare il pallone al compagno).

    Al di là di voler rendere Ultimate Team ancora più snello nella navigazione, la vera "rivoluzione" consiste nella decisione di rimuovere la forma fisica dei calciatori, ossia l'energia che si consumava tra un match e l'altro costringendoci a un necessario turnover.

    È la fine di un'era fatta di carte utilizzate per mantenere alta la stamina dei propri atleti: in FIFA 21 la squadra sarà sempre pronta per giocare al meglio delle sue possibilità (ovviamente durante una partita accuseranno la fatica come nelle altre modalità). Allo stesso modo, verranno eliminati gli oggetti dedicati all'allenamento. Infine, un accenno alla next gen: anche se inizierete a racimolare carte e progressi sull'attuale generazione, sarete in grado di trasportare i vostri guadagni sulle piattaforme attese alla fine dell'anno.

    FIFA 21 Ultimate Team EA Sports sa bene che Ultimate Team è il tratto distintivo della sua serie calcistica, e anche in questo caso ha dato ascolto alla community, apportando alcune modifiche sostanziali, come la rimozione della forma fisica delle carte e l’aggiunta di una vera modalità co-op. Altre novità più accessorie come il FUT Stadium sembrano piacevoli, e potrebbero contribuire a distanziare ulteriormente questa modalità modalità dal gioco base.

    Quanto attendi: FIFA 21 Ultimate Team

    Hype
    Hype totali: 6
    70%
    nd